THE RAINBOW IS GONE | Miguel Leal | Artevistas Gallery

THE RAINBOW IS GONE | Miguel Leal | Artevistas Gallery

Titolo

THE RAINBOW IS GONE | Miguel Leal | Artevistas Gallery

Inaugura

Giovedì, 12 Settembre, 2013 - 20:00

A cura di

Artevistas Gallery

Artisti partecipanti

Miguel Leal è nato nel 1984 a Siviglia, dove ha studiato discipline artistiche presso la Scuola di Arti Applicate.
Dal 2006 vive a Barcellona, dove, senza perdere la sua creatività andalusa, ha trovato l'ispirazione per sviluppare le sue opere.
A Barcellona si è concentrata sulla pittura affinando il suo stile e sperimentando tecniche, fino a trovare il suo posto nel complesso mondo dell'arte contemporanea: negli ultimi anni ha esposto in sedi quali la Galleria Artevistas, Casa Batlló, Mutuo e varie gallerie in Europa, risaltando per la sua personalità creativa ed il suo riconoscibile stile.
Più recente è la sua emblematica serie MAD FACE: fotografie modificate pittoricamente  nelle quali persone anonime diventano improvvisamente protagonisti stravaganti del suo lavoro.
Miguel Leal attualmente vive e lavora a Barcellona e le sue opere fanno parte della collezione permanente dell’Artevistas Gallerydal 2011.

Presso

Artevistas Gallery
Passatge del Crèdit nº4, Barcellona

Comunicato Stampa

Artevistas Gallery presenta la nuova personale di Miguel Leal, “The rainbow is gone”.
Osservando il suo lavoro, vediamo come ogni opera del giovane artista è in grado di provocare emozioni contrastanti. Le sue opere possono commuoverci o colpirci.
Possono farci sorridere o trasportarci verso luoghi o ricordi che cerchiamo di dimenticare. Soprattutto le sue opere non ci lasciano indifferenti.

Finora, i suoi quadri interpretavano ironicamente gli atteggiamenti ed i comportamenti piú comuni, creando universi unici e stravaganti. L’artista ci ha mostrato mondi bizzarri
attraverso la sua visione grottesca.
Fedele alla sua ricerca della bellezza attraverso estetiche deformate, nella sua nuova serie, 'The Rainbow is gone”, Miguel Leal reinventa la sua forma di espressione con forza e ci mostra una recente ossessione per il minimalismo. Le esplosioni di colore sono sostituite dal bianco assoluto, le forti emozioni sono ora concetti semplificati. Il suo discorso è diventato, in sostanza, mutazione, surrealismo e distorsione fino alla minima espressione.

L'uso del collage, gli spray, pennelli ed acrilici, nastro adesivo, cere e pennarelli crea universi isolati in spazi vuoti. Riflessi di racconti anonimi, presi dalle strade di qualsiasi città.
Evitando prescindibili spiegazioni, Miguel Leal presenta un lavoro che prende l'arcobaleno come metafora di ció che si ha perso, un simbolo tra la tempesta e la calma posteriore, un esempio delle battaglie combattute all'interno dell'anima umana... un’anima che é l’impulso nella creazione di queste opere che, come l'artista suggerisce, “parlano per se stesse”.

Immagini

mostra d'arte, evento, artista, curatore, artistici
mostra d'arte, evento, artista, curatore, artistici
mostre, arte, eventi, artistici, gallerie, contemporanea

Come Arrivare?

Chi c'è on line?

Ci sono attualmente 0 utenti e 498 visitatori collegati.

Informazioni su 'Artevistas Gallery'

Accesso utente

CAPTCHA
Inserisci il codice che vedi qui sotto. Serve per evitare la spam e dimostrare che sei un umano e non un computer.

lobodilattice newsletter

Iscrivendoti accetti le nostre Privacy Policy ( link in fondo alla pagina)