PURE Design Factory

PURE Design Factory

Titolo

PURE Design Factory

Inaugura

Martedì, 8 Aprile, 2014 - 10:00

Presso

LaboExpo
Via Foro Bonaparte 60, Milano

Comunicato Stampa

Evento Fuorisalone dall’ 8 al 13 Aprile 2014 

 

La Galleria Laboexpo ospita all’interno del proprio spazio in Foro Buonaparte 60, Salamanca Design con il suo progetto PURE:

 

Intrecci e interazioni tra materie pure, territori e “cibo vero” attraverso il

design di Lucy Salamanca.

La mostra decontestualizza la materia e definisce alcuni territori percettivi

che legano il cibo ai sensi per coinvolgere il visitatore all’interno di

percorsi con diverse modalità soggettive di gustare lo spazio, il cibo, il

design.

Diversi materiali associati a un “cibo vero” di Alce Nero rivela lo stretto

collegamento della biologia con le maestranze dell’artigiano, la cura

dell’agricoltore per la terra e lo spirito dei luoghi.

L’evento racconta una nuova struttura di filiera ove l’eterogeneità degli

attori permette di trasformare la complessità in un nuovo modo di

osservare e rallentare l’esperienza percettiva.

La struttura multidimensionale accompagna il visitatore a percorrere a

interagire a seconda del proprio linguaggio e tendenza a creare analogie

tra memorie, luoghi, sapori intorno al fare degli artigiani e degli agricoltori:

il legno associato al gusto del pomodoro emiliano, l’olio d’oliva alla pietra

leccese, la pasta associata alla matericità del porfido trentino, il miele

marchigiano al gres, il tessuto associato alle farine di grano pugliese.

Le maestranze territoriali, rientrando nella sfera del fare, del creare, del

produrre, sono alla base di ogni attività manuale e materiale dell'uomo, e

molto spesso il prodotto di questa attività sconfina nel campo della cultura,

del godimento spirituale, della percezione artistica.

PURE ha lo scopo di valorizzare un’arte nata in un luogo e ricreare

l’atmosfera che gli ha dato vita, come risultato del lavoro delle persone:

siano agricoltori o artigiani del fare.

In un'epoca che tende all'uniformazione dei linguaggi espressivi, dei modi

di vivere, un ruolo importante possono avere quelle produzioni con

accentuate identità nazionali e regionali, capaci di soddisfare esigenze di

originalità. Anche nel campo del design, nel quale la serialità è

caratteristica primaria, si tende a recuperare sempre più i valori tipici

dell'artigianato, progettando pezzi a tiratura limitata, adoperando una

materia preziosa, ricercando una sintesi tra la cultura del progetto, la

creatività manuale e l'interpretazione creativa dell'artigiano che realizza un

prototipo. Analogamente, elementi delle arti figurative entrano a far parte

di mobili e arredi: il design si cimenta nuovamente con la creazione di

arredi, oggetti e suppellettili che trasferiscono l'arte nel quotidiano, che

danno all'opera d'arte concrete funzioni d'uso.

Riscoprire quanto forte è il legame tra prodotti e luoghi e quanto questa

mutua influenza, nel nostro caso frutto di una storia millenaria, rappresenti

per noi un valore irrinunciabile.

L’evento PURE nasce con l’obbiettivo di riscoprire la profondità del

bello e del gusto intesi come cura del dettaglio, armonia delle forme,

piacevolezza dei sensi estetici e interiori… perchè questo è qualità della

vita.

Il nostro paese più di ogni altro è in grado di comunicare un linguaggio

espressivo originale anche attraverso il gusto e le culture agricole che

caratterizzano un territorio e la sua ragione di esistere proprio in quel

luogo.

Gli agricoltori veri di Alce Nero sono portatori di questa testimonianza

riuniti sotto un unico brand per garantire che le esperienze millennarie

della terra siano riprodotte con maestria unica, ma ripetibile, a seconda

della cultura e della terra. Cibo vero ® con cui la mostra PURE tesse il

legame tra cibo, gusto del prodotto e della materia pura, anche nel

saperla lavorare.

Alce Nero ospiterà nell’area food, realizzata con la collaborazione del

colore e delle materie Oikos, i Blogger ad assaggiare e commentare per

iscritto con sensazioni vere i prodotti dei soci agricoltori e associare una o

più immagini anche tratte dalla mostra e/o dal cibo; un mini racconto in

140 caratteri con l’etichetta haushtag #civuolegusto

Come l’azienda artigianale di Monolite Ipergres che associa le qualità

della propria materia a un prodotto delle api - il miele di Alce Nero -

presentando una modalità gustativa legata alle proprietà di una materia

pura come il gres, lavorato secondo tecniche che lo rendono orginale,

materico, colorabile, sottile, ma di durezza e incorruttibilità uniche, in una

parola IperGres.

Così gli artigiani emiliani dell’azienda MIDA’ – anche attraverso

l’esposizione e il racconto di un cibo vero ® - portano la propria

esperienza e la cultura della lavorazione del legno, facendo degustare

esteticamente, tattilmente un prodotto reso unico, risvegliandone

l’essenza con maestria artiginale.

Partecipa inoltre Pimar con la lavorazione artigianale dell’installazione in

pietra leccese che il progetto di Lucy Salamanca ha collegato in mostra al

territorio pugliese e all’olio d’oliva.

Si ringrazia il Laboratorio Flò Fiori per l’integrazione natura e materia

Giovedì 10 aprile dalle ore 16 alle 18 grazie al media partner Vogue

Bambini il percorso si trasforma in luogo di conoscenza e interazione per

i più piccoli accompagnati da un adulto: cibo per bambini e un’interazione

per lasciare anche un loro segno sulla rete attraverso un messaggio con

l’hasthag #civuoleunfiore.

 

 

www.laboexpo.com

info@laboexpo.com

 

Laboexpo

Foro Buonaparte 60

20121 Milano

mostre, arte, eventi, artistici, gallerie, contemporanea

Come Arrivare?

Chi c'è on line?

Ci sono attualmente 1 utente e 605 visitatori collegati.

Informazioni su ''

Accesso utente

CAPTCHA
Inserisci il codice che vedi qui sotto. Serve per evitare la spam e dimostrare che sei un umano e non un computer.

lobodilattice newsletter

Iscrivendoti accetti le nostre Privacy Policy ( link in fondo alla pagina)