PENELOPE

PENELOPE

Titolo

PENELOPE

Inaugura

Sabato, 29 Marzo, 2014 - 13:00

A cura di

Silvia Camagni - Enrico Fauche

Artisti partecipanti

Silvia Camagni - Enrico Fauche

Presso

Alte Börse Marzahn - Koultour a la carte - palace 16 n.202
Alte Börse Marzahn Beilsteiner Straße 51-85 (Alte Börse), 12681 Berlin-Marzahn, Berlin

Comunicato Stampa

Si tratta di ricamo d'arte. Vi sono anche i pensieri. Sei mia, perché si passa attraverso le mie mani.
Ognuno sta pratica è collegato con un pensiero, così come con il ricamo.
Io lavoro con il mio Gefühl.Sticken è di disegno, pittura e la scrittura.
Posso guardare tessuti e i passi successivi è da scegliere: quali abiti filati, che si erge come i colori parlano insieme.
Si tratta di composizioni: la ricerca dell'artista che creano reale Verbindung (auch das wir Deborah Raum) tra il simbolo e il pubblico, altrimenti c'è solo una cavità.
Quest'anno, ho imparato tante: distanza emotiva, assenza e attesa.
Come Penelope, ho aspettato, ero senza parole e imparato una nuova lingua.
Si trova questa prova morbida.
Che sono ricami. Quelli sono pensieri troppo.
Quelli sono miei, perché provengono dalle mie mani.
Come ogni punto è collegato con un pensiero, come la tecnica di cucitura.
Lavoro con i miei sentimenti. Cucitura è come disegno, pittura e la scrittura.
Posso stare in piedi ammirare il tessile e poi, il passo successivo è la scelta: quale filo funziona meglio, cui stitch, come i colori sono montaggio assieme.
Quelli sono composizioni: l'artista deve essere in grado di creare la connessione giusta (possiamo dire così spazio) tra il suo simbolo e il pubblico, altrimenti il risultato sarà solo quello spazio vuoto.
In questi anni, ho imparato molto: per distanze emotive, assenza ed aspettative.
Come Penelope sono attese, mute, e alla fine ho imparato una nuova lingua.
Qui troverete questo dolce razziste.

 

Das sind Kunststickereien. Sie sind auch Gedanken . Sie sind Meine, weil Sie durch meine Hände

gehen.
Jeder Sticht ist verbunden mit einem Gedanken, sowie mit der Stickerei Praxis.
Ich arbeite mit meinem Gefühl.Sticken ist Zeichnen, Malen und Schreiben.
Ich kann die Tuchen betrachten und die nächste Schritte ist das Auswählen: welche Garn am besten
passt, welche Sticht, wie die Farben zusammen sprechen.
Das sind Kompositionen: der Künstler müss die richtige Verbindung(wir nennen das auch Raum)
zwischen seinem Symbol und dem Publikum schaffen, sonst gibt es nur einen Hohlraum.
In diesem Jahr, habe ich so viele gelernt: von emotionellen Entfernung, Abwesenheit und Warten.
Wie Penelope habe ich gewartet, ich war wortlos und habe eine neue Sprache gelernt.
Hier Finden Sie diese sanften Nachweise.
That are embroideries. Those are thoughts too.
Those are mine,because they come from my hands.
As each stitch is connected with a thought, as in the stitching tecnique.
I work with my feelings. Stitching is like drawing,painting and writing.
I can stand to admire the textile and then, the next step is choosing: which wire is working better,
whose stitch, how the colours are fitting togheter.
Those are compositions: the artist must be able to create the right connection( we can say also space)
between her symbols and the audience,otherwise the result will be just an empty space.
In this years, I’ve learned a lot: about emotional distances,absence and expectations.
Like Penelope I’ve waited, been mute, and in the end I’ve learned a new language.
Here you’ll find this sweet speechs.

mostre, arte, eventi, artistici, gallerie, contemporanea

Come Arrivare?

Informazioni su ''