PASSENGERS

PASSENGERS

Titolo

PASSENGERS

Inaugura

Giovedì, 9 Febbraio, 2017 - 18:00

A cura di

Claudia Contu

Artisti partecipanti

Andrea Carpita

Cosimo Casoni

Eracle Dartizio

Domenico Laterza

Marco Strappato

Presso

The Flat - Massimo Carasi
Via Paolo Frisi 3

Comunicato Stampa

Passengers
Andrea Carpita | Cosimo Casoni | Eracle Dartizio | Domenico Laterza | Marco Strappato

a cura di Claudia Contu

Inaugurazione: giovedì 9 febbraio 2017 dalle ore 18
10 febbraio 2017 > 18 marzo 2017

Via Paolo Frisi 3 (MM Porta Venezia) Milano, Italia
Orario: dal martedì al sabato ore 14.30 > 19.30 o su appuntamento

The Flat – Massimo Carasi è lieta di presentare la mostra collettiva “Passengers”
Sommersi dalle immagini, viviamo in un mondo dove anonimi mobili IKEA e vestiti normcore sembrano essere le uniche vie di conforto ad un sovraffollamento visivo che ci soffoca. Immagini pubblicitarie, spot televisivi, cartelloni affissi ai lampioni o sui muri della metropolitana: i nostri occhi scivolano quotidianamente sulla superficie di forme piatte, senza registrare nulla se non una vaga presenza. E pensare che prima del Novecento il numero di immagini viste da una persona si stima essere sull'ordine delle centinaia.
Ma che fine fa allora l'immagine se la neghiamo, se la ignoriamo? La svuotiamo di senso, finché non resta che una forma. Possiamo attuare una sorta di iconoclastia mentale, ma che senso ha se sempre più immagini vengono prodotte comunque? Forse che l'arte debba abbandonare del tutto le forme riconoscibili della nostra umanità? Vorrebbe dire non lasciare alcuna traccia del nostro presente ai posteri. Vorrebbe dire radicalizzare una necessità che è sempre stata umana, cioè usare l'immagine per conoscere e ri-conoscere, come già Artistotele sosteneva.
I cinque artisti in mostra – Andrea Carpita, Cosimo Casoni, Eracle Dartizio, Domenico Laterza, Marco Strappato – sono accomunati da una metodologia che mette costantemente alla prova questa riflessione che concilia tecnica, ricerca e poesia. Le immagini ci sono, ma spesso non si vedono. Vanno cercate, vanno accolte, come dovrebbe accadere nella realtà di tutti i giorni. Attraverso opere legate a linguaggi tradizionali e che abbracciano ancora l'immagine, senza negarla del tutto e senza darla per scontata, gli artisti invitano a scavare, a ricostruire dai frammenti della bruciatura, come direbbe Georges Didi-Hubermann: è partendo dalla mancanza, dall'assenza, che si ricrea la forma andata perduta, quell'immagine annebbiata o dimenticata volutamente. Nell'arte del nuovo millennio è questo il compito primario di noi osservatori e fruitori.

mostre, arte, eventi, artistici, gallerie, contemporanea

Come Arrivare?

Informazioni su 'The Flat - Massimo Carasi'