Paratissima

Paratissima

Titolo

Paratissima

Inaugura

Mercoledì, 6 Novembre, 2013 - 18:00

A cura di

Francesca Canfora, Daniele Ratti

Presso

Moi
via Giordano Bruno 181, torino

Comunicato Stampa

All’ex M.O.I., sotto le storiche arcate dei “Mercati Ortofrutticoli all’Ingrosso” di via Giordano Bruno 181, la nona edizione di PARATISSIMA: 18mila metri quadrati (6mila in più rispetto al 2012), destinati a 600 artisti, alle gallerie d’arte, alle mostre tematiche, ai progetti speciali e alle performance live dell’evento off di arte contemporanea che l’anno scorso ha richiamato, sotto le arcate, circa 100mila persone.

 

Gli artisti di Paratissima sono i creativi (pittori, scultori, fotografi, illustratori, stilisti, registi, designer) emergenti, che non sono ancora entrati nel circuito ufficiale dell’arte, e i nomi affermati che desiderano mettersi in gioco in un contesto dinamico rivolto ad una vasta platea.

La vision di Paratissima è sostenere la creatività in tutte le sue forme mettendo a sua disposizione una vetrina qualificante e un ricco programma di workshop, laboratori, contest e progetti speciali per innescare una partecipazione attiva degli artisti e del pubblico all’evento.      

Grazie a un accordo con Artissima, tutti i para-artisti avranno, inoltre, la possibilità di accedere alla fiera internazionale d’arte contemporanea con un ticket ridotto.       

    

Tema di PIX (Paratissima – IX edizione): Art Games

 

I progetti:

 

SKINcodes

Mutazioni epidermiche, body painting, tattoo e chirurgia estetica: il segno dell’arte sulla pelle. In mostra le opere di artisti nazionali e internazionali che hanno dedicato la propria ricerca, in parte o interamente, alla pelle: Nicolai Lilin, Orlan, Andres Serrano, Joel-Peter Witkin, Giovanni Gastel, Liu Bolin, Robert Gligorov, Shirin Neshat, Plinio Martelli, Fabio Viale, Santissimi, Daniela Perego, Dario Neira, Domenico Borrelli, Gianni Depaoli, Jeanne Dunning. Al loro fianco le opere di artisti emergenti selezionati da Paratissima tramite un bando di concorso: Francesca Arri, Radić Majakausas, Eleonora Manca e Olimpia Olivero.

 

ParaSchool

Incontri, laboratori, letture portfolio e cene creative per offrire ai parartisti emergenti un’opportunità di confronto e scambio di esperienze e conoscenze con curatori, critici, galleristi, operatori dell’arte e artisti affermati. 

Quattro i workshop in programma:

1. Derive: I territori dell'arte - (Tutor Maura Banfo e Paolo Leonardo) per perdersi nella città, seguendo le indicazioni di Guy Debord, fondatore dell’Internazionale Situazionista.

2. Identità nei territori – (Tutor Gianluca e Massimiliano De Serio) per ritrovare, o perdere, le proprie identità, sempre più fluide e sfuggenti.

3. L’artista come imprenditore – (Tutor Art Square) l’associazione artistica internazionale approfondisce la figura dell'artista costretto e stimolato a fare l'imprenditore di se stesso e della propria arte.

4. Liuteria sperimentale e applicazioni artistiche – (Tutor Jean-François Laporte, a cura della Scuola di Musica Elettronica del Conservatorio G. Verdi di Torino) workshop legato all’invenzione di strumenti acustici e al loro controllo digitale.

Paraschool è realizzata con il sostegno della Compagnia di San Paolo.

 

Botteghe d’Artista

Sette artisti di rilievo internazionale hanno aperto le porte delle loro botteghe a sette parartisti alle prime armi per insegnare loro il “mestiere dell’arte”. Il risultato di questo tirocinio della durata di tre mesi, fianco a fianco in atelier, sarà esposto a Paratissima.

I tandem creativi senior/junior sono: Maura Banfo-Mars Tara, Saverio Todaro-Fabiana Li Vigni, Dario Neira-Cristina Pirrone, Nucleo-Gesebel Barone, Diego Scroppo-Scarlett Rouge, Fabio Viale-Valeria Vaccaro, Daniele Galliano-Chiara Ventrella.    

Botteghe d'Artista è realizzato con il contributo di Regione Piemonte, Direzione Cultura, Turismo e Sport - Settore Politiche Giovanili.

 

ParaInternational

Un paese partner – la Città di Skopje (Repubblica di Macedonia) - ospite con la sua arte e i suoi giovani operatori culturali a Paratissima; una mostra e un workshop, “ArtSquare”, che coinvolgono 20 artisti provenienti da 4 diversi Paesi (Lussemburgo, Polonia, Romania, Italia): Paratissima estende, oltre i confini nazionali, la sua rete per progetti comuni e internazionali.   

 

G@P – Galleries at Paratissima

Il 2013 è l’anno di nascita di G@P - Galleries at Paratissima, il progetto dedicato alle gallerie d’arte contemporanea che occuperà uno spazio all’interno del Moi indipendente ed autonomo e allo stesso tempo aperto e sostenibile, con opere d’arte a budget controllato. Le gallerie che partecipano a G@P si rivolgono ad un target di collezionismo giovane, proprio dell’evento, proponendo in un ambiente informale e accogliente l’arte a prezzi sostenibili, per un budget compreso tra 100 e 5mila euro. G@P è un progetto pilota che porta ad affiancare e a far dialogare i talenti emergenti con le gallerie d’arte, per innalzare sempre più la qualità generale dell’offerta artistica della manifestazione.

Le gallerie presenti a G@P: Gli Eroici Furori, Milano; Gagliardi Art System, Torino; Davide Paludetto, Torino; Arkivio Gallery, Torino; Paolo Tonin Arte Contemporanea, Torino; Riccardo Costantini Contemporary, Torino; Semid’arte, Castiglione T.se (To); Studio Ambre Italia, Novara; Square23, Torino; Contemporary Art Gallery, Moena (TN).

 

ParaMarket

Il progetto nato quest’anno per agevolare l’incontro tra gli artisti che vogliono vendere le loro opere e i potenziali acquirenti. Oltre al merchandising ufficiale, Paratissima vuole offrire un’opportunità ai parartisti e al pubblico mettendo a disposizione un servizio di consulenza gratuita per la valutazione delle opere esposte e di accompagnamento all’acquisto per dimostrare che anche con un piccolo investimento è possibile sostenere un’idea, credere in un artista, stimolare il proprio gusto.   

 

GRIGIO ASSOLUTO - Personale di Daniele Accossato

Ironia e gioco sono gli elementi essenziali delle sculture e delle installazioni di Daniele Accossato, il giovane scultore torinese che nel 2012 si è aggiudicato il “Toro d’Acciaio” come miglior artista di Paratissima, ottenendo così la possibilità di allestire una mostra personale. L’artista dà espressione alla propria interiorità attraverso l’estrapolazione dei soggetti dal loro contesto originario per inserirli in visioni ludiche, percorse, però, da un’ansia latente.

 

NEOPLASIA – Pao a Paratissima

Pinguini, polpi, conigli, creature fantastiche, anomale e surreali si palesano a Paratissima: invadono le vie e le piazze e occupano gli spazi dell’ex Moi. Dalla strada alla galleria, trasformano la “materia” in qualcosa di ironico e animato e invitano a una riflessione sulla società contemporanea affetta da “neoplasia”. Attraverso sperimentazioni sui materiali, ricerche prospettiche, distorsioni visive e utilizzo di geometrie curve, Pao cerca di superare la bidimensionalità della tela e, in parallelo, la tridimensionalità del nostro mondo.

 

DISAMBIGUAZIONE – Personale di Radic Majakausas

Stravagante, eccentrico, sfrenato cultore della parodia, del grottesco, della satira goliardica, dello sberleffo sgangherato e della critica feroce della politica. Radic, artista in incognito, è un manipolatore ludico e spiazzante della cultura d’élite e di quella di massa, dei feticci artistici e delle icone ormai imbalsamate e tragicamente patetiche dello star system.

In “Disambiguazione” Radic presenta la serie dedicata alla fallocrazia, con turgide e penetranti teste di tipi come Stalin e Hitler, i gabinetti di Montecitorio, veri cessi antropomorfi in ceramica con le fattezze di Bossi e Berlusconi, le bare kitsch di Michael Jackson e Marylin Monroe, pacchi d’artista, in omaggio a Piero Manzoni, pieni d’aria o vomito d’artista in sacchetti d’aereo e altre stravaganti operazioni sull’arte.  

 

ZOOMaginario

Un’installazione e una galleria fotografica per raccontare la mostra ZOOMaginario organizzata dal bioparco ZOOM durante il Night Safari Festival (luglio-agosto 2013) e lanciare il contest ZOOMaginario 2014 per la realizzazione delle nuove creature, immaginarie e fantastiche, che prenderanno vita accanto agli animali, abitanti quotidiani del bioparco, nella prossima edizione di ZOOMaginario nell’estate 2014.   

 

ARTICHETTANDO

Un’etichetta “ad arte” per rappresentare il vino Rabezzana nel mondo. Artichettando è un contest ideato per esportare il binomio “vino/arte” oltre i confini europei: negli Stati Uniti, in Giappone e in Brasile per il progetto “Vindarte” del Bando Europeo OCM Vino, sostenuto dal ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali. A Paratissima l’esposizione dei bozzetti e la premiazione.

 

MOLECOLA

Molecola è la prima cola tutta italiana e, a Paratissima, è un’installazione realizzata dall’associazione studentesca Plinto che trasforma l’immagine dell’esplosione della cola da una lattina in un oggetto architettonico totemico. La lattina totem è il punto di partenza di un percorso che, per mezzo di installazioni video/sonore, restituisce una forte esperienza sensoriale al visitatore, che si ritrova come immerso nel liquido all’interno della lattina.

 

PIXEL ART

“Pixel Art” è il workshop che coinvolgerà adulti e bambini nella realizzazione di un’installazione composta da 100.000 chiodini. A 60 anni dalla sua nascita, il famoso mosaico multicolore della Quercetti incontra così il fascino dei pixel digitali. 100.000 chiodini, ossia 100.000 minuscoli pixel in 6 colori daranno vita ad un’opera ricca di colori e tinte. Sarà poi l’occhio umano a fare la magia: i 6 colori dei chiodini si uniranno, miscelandosi per dar vita a centinaia di nuovi toni e sfumature.

 

MOVE MACHINE 0.1

L’installazione realizza la stampa 3D di un “puzzle animato” (1 x 2 metri) dell’opera di inizio ‘900 del fotografo inglese E. Muybridge (Man walking). I codici di controllo della stampante 3D verranno resi disponibili dal sito marvel1901.com in modalità opensource, permettendo una replicabilità del “manufatto” simultanea e globale.

 

PIX GAME

Un contest per scoprire la nuova 500L e giocare con i PIX-(pers)onaggi di Paratissima e il Mirafiori Motorvillage.

 

RED BULL COLLECTIVE ART

A Paratissima l’esposizione della Red Bull Collective Art, il progetto artistico più internazionale della storia, con più di 2000 contributi da 85 paesi, che prende ispirazione dall’idea base di “Cadavre exquís” adattandola all’era digitale.

Cadavre exquís è una tecnica di creazione artistica collettiva, introdotta per la prima volta dai Surrealisti intorno al 1925. Il metodo consiste nell’assemblare insieme parole o immagini diverse. Uno dopo l’altro, ciascun partecipante aggiunge il proprio disegno conoscendo solo il contributo precedente, oppure seguendo una regola stabilita, per dare vita ad una singolare opera di arte collettiva.

Red Bull Collective Art è un’opera d’arte digitale di un 1,3 km di lunghezza - 500 metri in più del celebre grattacielo Burj Khalifa, l’edificio più alto al mondo.

 

IL BICERIN

Dopo Ovolution, il concorso per artisticizzare l’uovo o il packaging dell’uovo di Pasqua 2013 di Guido Gobino, la cioccolateria artigiana partecipa a PIX con il Bicerin, la bevanda tipica della tradizione torinese, preparata con cioccolata calda, caffè e crema di latte.  

 

Le sezioni:

 

ParaPhotò

Franco Fontana, Bruna Biamino, Giovanni Gastel: incontri, lectio magistralis e workshop con tre maestri dell’obiettivo nella sezione fotografica di Paratissima, organizzata da Visual, Scuola di Fotografia di Torino con la direzione artistica di Davide Giglio.

La vetrina dei talenti della fotografia italiana contemporanea ha, quest’anno, come filo conduttore, “La Creazione”. Il programma espositivo prevede mostre personali di fotografi che si stanno affermando nel panorama nazionale e internazionale e che sviluppano un approccio fotografico legato alla sperimentazione miscelando tecniche analogiche e digitali. Le mostre personali della sezione “Grandi Autori” presentano opere di Valerio de Bernardinis, Roberto Luzzitelli, Candido Baldacchino e Luca Caridà. La sezione “Talenti Emergenti” coinvolge, invece, 15 fotografi selezionati tra gli iscritti a Paratissima.  

Tra gli eventi in programma: la lectio magistralis di Giovanni Gastel (sabato 9, ore 21), organizzata in collaborazione con la galleria Photo & Contemporary. Gastel è riconosciuto come uno dei fotografi di moda più importanti sulla scena internazionale grazie al suo stile inconfondibile, caratterizzato da una poetica ironia e da una ricerca raffinata che si rifà costantemente a un’ideale di eleganza.

Paraphotò offre anche l’opportunità di apprendere i segreti dell’arte fotografica con attività di formazione professionale e workshop, tenuti quest’anno dal grande maestro del colore Franco Fontana e da Bruna Biamino.

 

ParaDesign

Il distretto della creatività, curato dall’associazione Argent de Posh, per dare visibilità al design emergente di Torino (e non solo).  

Trenta i designer che si mettono in gioco, spinti dalla volontà di affacciarsi al mondo della produzione industriale in maniera originale e sorprendente, presentando le loro ultime creazioni.

Paratissima Design è molto più che una mostra, è un punto di incontro-confronto tra designer, artigiani, mondo delle imprese e pubblico: con il contributo di Swart, saranno organizzati i Design Break per coinvolgere pubblico e addetti ai lavori a dibattiti e confronti con i designer sull'autoproduzione, e saranno presentati “Idee da fissare” il contest dedicato ai designer under 35 per la realizzazione e la vendita di complementi d'arredo ed il laboratorio didattico “Quello che vuoi con quello che hai” un progetto di Giuseppe Colucci e Giovanna Diodati, rivolto ai più giovani.

Accanto all'esposizione principale alcuni eventi speciali: la mostra “Fuoriserie (non) riproducibile”, curata dalla Fondazione Forum di Omegna, che racconta la storia di 100 anni di design italiano attraverso 10 oggetti ormai diventati dei “classici”; Officina Caplavur, con gli oggetti prodotti nel workshop rivolto a studenti cinesi residenti in Italia, organizzato da Caplavur e Politecnico di Torino.

Paratissima Design powered by “I love my Home”.

 

ParaVideo

Per la prima volta, a Paratissima, una sezione dedicata al mondo del video, curata da Underdog Film. Opere di videoarte, cortometraggi, il doc realizzato dall’Associazione Culturale To Locals per i 10 anni di Alpette Rock Free Festival, il doc "Seems True - A ten year journey" sul lavoro del collettivo artistico torinese Truly Studio, la danza in 1 minuto di COORPI. Paravideo presenta un cartellone ricco di proiezioni ininterrotte e appuntamenti speciali con i partner che hanno sposato il progetto ParaVideo: Streamoff, la prima piattaforma del cinema italiano indipendente in streaming, e Starteed, la piattaforma di crowdfunding tra le più attive e affermate in Italia.

 

ParaKid’s

ParaKid’s è un insieme di attività dedicate ai più piccoli che vivono, studiano, giocano o si trovano a percorrere le strade del quartiere di Borgo Filadelfia, vicino all’ex M.O.I. Attraverso laboratori, workshop e spettacoli organizzati - prima e durante i giorni dell’evento all’interno e all’esterno del M.O.I. – in collaborazione con i diversi soggetti attivi sul territorio con ruoli formativi ed educativi, i bambini possono ri-immaginare e ri-colorare il loro quartiere.

 

ParaFashion

Sfilate e incontri per i fashion e jewel designer nella sezione di Paratissima dedicata al fashion.

Parafashion powered by Kiabi

 

 

PARATISSIMA

6-10 novembre 2013

ex M.O.I., via Giordano Bruno 181, Torino

ORARI

Mercoledì 18-24 – Giovedì e Venerdì 15-24 – Sabato 12-24 – Domenica 10-22

 

Info

011 2073075 – 345 3183971 – www.paratissima.it, info@paratissima.it

mostre, arte, eventi, artistici, gallerie, contemporanea

Come Arrivare?

Chi c'è on line?

Ci sono attualmente 2 utenti e 570 visitatori collegati.

Informazioni su ''

Accesso utente

CAPTCHA
Inserisci il codice che vedi qui sotto. Serve per evitare la spam e dimostrare che sei un umano e non un computer.

lobodilattice newsletter

Iscrivendoti accetti le nostre Privacy Policy ( link in fondo alla pagina)