Ombre Penombre Forme

Ombre Penombre Forme

Titolo

Ombre Penombre Forme

Inaugura

Sabato, 18 Giugno, 2016 - 18:30

Presso

Villa Magherini Graziani
SP200, 113, 06016 San Giustino PG

Comunicato Stampa

Nico Vigenti, Maurizio Rossi, Ishu Choi, Claudio Bianconi.

A Cura di Mariagrazia Ricci

Villa Magherini Graziani a San Giustino apre di nuovo le porte all’arte. Con l’intento di promuovere il bel luogo umbro ad un pubblico più ampio ospita dal 18 giugno al 28 agosto Ombre Penombre Forme, una mostra che declina vari linguaggi, semantiche peculiari che necessitano di un’urgente manifestazione. Perché tanto e talmente appassionato è il lavoro di quattro artisti, l’uno molto diverso dall’altro, che si manifesta potente nelle varie espressioni dell’arte della fotografia, della performance e della scultura.

Appassionato e ricco di una fluidità tutta sua è il levigare, il togliere piuttosto che mettere, della scultrice coreana Hisu Choi immersa nelle tridimensionalità eterea e pulsante, visionaria e dolcemente smussata di ogni possibile spigolo/spigolosità della materia.

Così come visionario, ma sul versante dell’elaborazione di una progettualità raziocinante e straniante, è il fotografo Maurizio Rossi in una interpretazione della fotografia che assimila e associa l’onirismo e il surrealismo alla tecnica soprattutto espressa in post-produzione.

Di visioni e di poetica è intrisa anche la fotografia “narrata” di Nico Vigenti, attore, regista teatrale e artista visivo che scompone e ricompone gli archetipi per farne proiezioni visuali verso l’altro e l’altrove in un tragitto che dal particolare si estende all’universale e il linguaggio dell’arte si sublima in un esperanto di emozioni e sensazioni.

Claudio Bianconi offre invece un angolo di visuale insolito su alcuni luoghi simbolici dell’Umbria con l’ausilio della tecnica dell’infrarosso, le sue “alchimie” fotografiche delineano un’Umbria drammatizzata di neri saturi e di bianchi rifulgenti che evocano un forte dualismo quale espressione della storia e della cultura che caratterizza enantiodromia del sentire umbro.

La mostra apre con la performance “Ars Gratia Artis”, un lavoro inedito di Nico Vigenti, con Tommaso Bruschi al violoncello.

Ars Gratia Artis è una scrittura scenica poetica, sonora, surreale, altisonante, delirante, dissacrante, che attinge agli abissi dell’animo e ascende all’immensità dell’universo.

Vernissage Sabato 18 giungo 2016, alle 18,30.

Ingresso libero

Info:

riccimariagrazia@yahoo.it

Orari: sabato 10-13 e 15,30-18,30; domenica 10- 13 e 15,30-18,30. Con gli stessi orari la mostra rimarrà aperta anche nei giorni festivi e nel giorno di Ferragosto.

mostre, arte, eventi, artistici, gallerie, contemporanea

Come Arrivare?

Chi c'è on line?

Ci sono attualmente 2 utenti e 863 visitatori collegati.

Informazioni su ''

Accesso utente

CAPTCHA
Inserisci il codice che vedi qui sotto. Serve per evitare la spam e dimostrare che sei un umano e non un computer.

lobodilattice newsletter

Iscrivendoti accetti le nostre Privacy Policy ( link in fondo alla pagina)