Omar Galliani e Matilde di Canossa

Omar Galliani e Matilde di Canossa

Titolo

Omar Galliani e Matilde di Canossa

Inaugura

Domenica, 3 Novembre, 2013 - 17:00

Artisti partecipanti

Omar Galliani, Dellaclà, Matteo Tenardi, Antonio Sidibè, Caterina Sbrana

Presso

Centro Turistico “Andare a Canossa” e Castello di Canossa
Canossa, Reggio Emilia

Comunicato Stampa

Dopo il successo riscosso nel 2012 con la realizzazione di un grande ritratto della Grancontessa Matilde, colta nel respiro che precede lo storico incontro tra Gregorio VII ed Enrico IV, Omar Galliani torna a Canossa, accompagnato da Dellaclà, Matteo Tenardi, Antonio Sidibè e Caterina Sbrana, giovani artisti provenienti dall’Accademia di Belle Arti di Carrara.

Quindici appuntamenti, tra cui laboratori, videoinstallazioni, concerti ed incontri letterari, in programma dal 3 novembre al 1 dicembre 2013. Promosso da Centro Turistico “Andare a Canossa”, Cooperativa Archeosistemi e U.I.T. Terre Matildiche, il progetto gode del patrocinio di Provincia di Reggio Emilia, Comune di Reggio Emilia e Comune di Canossa.

Ad inaugurare ufficialmente la manifestazione, domenica 3 novembre, alle ore 17.00, Omar Galliani, autore di un’opera grafica dedicata “A Matilde”. La litografia, riferibile al volto disegnato nel 2012, prevede una tiratura di centocinquanta esemplari, messi a disposizione dei sostenitori del progetto “Andare a Canossa”.

Omar Galliani e i suoi allievi saranno, inoltre, protagonisti di due “Laboratori del Fare”, allestiti dal 15 al 17 novembre e dal 29 novembre al 1 dicembre all’interno del Centro Turistico “Andare a Canossa” e tra le rovine del Castello. Immagini, disegni e performance nel nome di Matilde di Canossa.

Di particolare interesse, la presentazione del libro per ragazzi “Il sogno di Matilde a Canossa”, scritto ed ideato da Federica Soncini con illustrazioni di Daria Manenti. A conclusione della manifestazione, la mostra dei vari elaborati artistici, raccolti nella videoinstallazione “Matilde a Luci ed Ombre” di Massimiliano Galliani.

Tutte le iniziative sono ad ingresso gratuito. Il pubblico potrà partecipare liberamente, interloquendo con gli artisti. Per informazioni: Centro Turistico Andare a Canossa (tel. 333 4419407, mario_bernabei@libero.it) e U.I.T. Terre Matildiche (tel. 05222 877239, uit.terrematildiche@gmail.com).

Omar Galliani (www.omargalliani.com) nasce nel 1954 a Montecchio Emilia (RE). Dopo il diploma all’Accademia di Belle Arti di Bologna e le esperienze concettuali degli anni ’70, figura tra gli esponenti di spicco del gruppo degli Anacronisti e del Magico Primario, partecipando a tre edizioni della Biennale di Venezia (1982, 1984, 1986), alle Biennali di San Paolo del Brasile, Parigi e Tokyo (1982), nonché a due edizioni della Quadriennale di Roma (1986, 1996). Su invito di importanti musei ed istituzioni, tiene mostre personali in tutto il mondo. Risale al 2006-2007 l’importante “Omar Galliani, Tra Oriente e Occidente, China Tour”, con esposizioni negli otto principali Musei d’Arte Contemporanea in Cina. Tra le esposizioni realizzate nel corso del 2012, si ricordano: “D’après Canova. Omar Galliani, opere 1977-1980” (Palazzo Binelli, Carrara), “Nocturno” (Museo d’Arte Moderna, Montevideo e Fondazione Actjunguarry, Punta del Este, Uruguay; Centro Cultural Palacio de La moneda, Santiago del Cile), “Omar, Roma, Amor..” (Museo Bilotti, Roma), “The Male, The Female, the Sacred. Omar Galliani in Dialogue with drawing tradition” (Cafa Art Museum, Pechino) e “Omar Galliani - Alessandro Busci, Un passaggio di generazione” (Museo Maga, Gallarate). Ha, inoltre, partecipato al 58° Festival Puccini di Torre del Lago con l’installazione “Grande disegno italiano” ed è stato a Londra in occasione della mostra delle collezioni d’arte contemporanea della Farnesina presso l’Istituto di Cultura Italiano. Nel 2013 ha presentato la mostra “Face and Soul”, promossa da K35 Art Gallery (Mosca) presso il Museo Storico Statale di Mosca. Ha, inoltre, partecipato alla “55. Esposizione Internazionale d’Arte” di Venezia con “Il sogno della Principessa Lyu Ji” (Caffè Florian) e “The Dream of Eurasia” (Palazzo Barbarigo Minotto).

mostre, arte, eventi, artistici, gallerie, contemporanea

Come Arrivare?

Chi c'è on line?

Ci sono attualmente 2 utenti e 585 visitatori collegati.

Informazioni su ''

Accesso utente

CAPTCHA
Inserisci il codice che vedi qui sotto. Serve per evitare la spam e dimostrare che sei un umano e non un computer.

lobodilattice newsletter

Iscrivendoti accetti le nostre Privacy Policy ( link in fondo alla pagina)