Irpinia: un sistema fra cultura e memoria

Irpinia: un sistema fra cultura e memoria

Titolo

Irpinia: un sistema fra cultura e memoria

Inaugura

Sabato, 20 Settembre, 2014 - 17:30

A cura di

Marco Dionisi e Nevio De Pascalis, direzione artistica di Maria Savarese

Artisti partecipanti

Ettore Scola

Presso

Abbazia del Goleto
Contrada San Guglielmo, Sant'Angelo dei lombardi, AV

Comunicato Stampa

Ripartono con rinnovato slancio le manifestazioni artistiche e culturali che vedono protagonista la regione dell’Irpinia. Con “Irpinia: un sistema fra cultura e memoria” il territorio si anima, dal 19 settembre 2014 al 31 gennaio 2015, di iniziative legate al cinema, alla fotografia e alle arti visive. Il grande successo ottenuto da Sistema Irpinia per la Cultura Contemporanea - edizione pilota della primavera 2014 – ha messo in moto quel “contagio” benefico a cui i promotori del progetto, in primis la direttrice artistica Maria Savarese affiancata dalla preziosa consulenza di Andres Neumann, aspiravano.
Da Mirabella Eclano, Rotondi e Manocalzati, il teatro degli eventi si sposta a Bagnoli Irpino, Sant’Angelo dei Lombardi con la splendida location dell’Abbazia del Goleto, Nusco e Avellino con il Carcere Borbonico.

I protagonisti di questa seconda fase sono: Ettore Scola, Toni Servillo, Gianni Fiorito, con la prima mostra sulla filmografia di Paolo Sorrentino, e l’artista Piero Pizzi Cannella.
Il ciclo di appuntamenti del progetto Irpinia: un sistema fra cultura e memoria si apre con Piacere, Ettore Scola, la prima mostra monografica dedicata a uno dei più grandi registi italiani.

Dal 21 settembre al 12 ottobre 2014, nel fascino straordinario delle sale dell’Abbazia del Goleto a Sant’Angelo dei Lombardi (AV), l'esposizione propone testi, filmati, cimeli, fotografie, disegni e carteggi che restituiscono il ritratto di uno dei più acuti e amari osservatori del costume nazionale, nonché sottile umorista e protagonista di alcune delle più belle pagine del cinema italiano.

Nella serata inaugurale di sabato 20 settembre, in un’occasione del tutto eccezionale, Toni Servillo leggerà alcuni brani della sceneggiatura del film “Trevico-Torino – Viaggio nel Fiat-Nam”.

Curata da Marco Dionisi e Nevio De Pascalis e dedicata alla giornalista Bruna Curzi Bellonzi, “Piacere, Ettore Scola” è realizzata da Cultitaly e organizzata in collaborazione con la famiglia Scola, lo Studio E.L. di Cinecittà, l'Istituto Luce, Rai Teche, l'Aamod, l’Archivio Antonio Pietrangeli, New Cinema Italiano.

Per la prima volta in assoluto si racconta la vita privata e professionale di Ettore Scola -che nasce in Irpinia, a Trevico, nel 1931- dall’infanzia alla sua ultima opera cinematografica “Che strano chiamarsi Federico” (omaggio all’amico e collega Federico Fellini). Tra questi due punti fermi si divaga sulla sua esperienza nella redazione del Marc'Aurelio e in Rai, sul suo periodo da sceneggiatore, sul rapporto con attori e collaboratori, nonché sul suo rapporto con la politica.

Filo conduttore della mostra è il disegno, grande passione ed elemento costante di tutta una vita: esposti vi sono sue vignette pubblicate sulla rivista Marc'Aurelio e disegni di personaggi le cui caratteristiche si ritrovano poi nei suoi film.

Ad alcuni carteggi con altri registi e sceneggiature originali, si aggiungono spezzoni di film, cinegiornali dell'Istituto Luce, interviste, programmi radiofonici ideati e sceneggiati da Scola.

Tra le “chicche”: i modellini scenografici del film “Concorrenza sleale” e “Il viaggio di Capitan Fracassa”, i premi ottenuti nella carriera, la lettera di “Totò, Peppino e la Malafemmina” alla cui stesura Scola prese parte, fotografie e oggetti personali.

mostre, arte, eventi, artistici, gallerie, contemporanea

Come Arrivare?

Chi c'è on line?

Ci sono attualmente 2 utenti e 635 visitatori collegati.

Informazioni su ''

Accesso utente

CAPTCHA
Inserisci il codice che vedi qui sotto. Serve per evitare la spam e dimostrare che sei un umano e non un computer.

lobodilattice newsletter

Iscrivendoti accetti le nostre Privacy Policy ( link in fondo alla pagina)