Nanchino – Firenze: racconto delle due città gemelle. Una mostra sull’affascinante arte a inchiostro cinese

Nanchino – Firenze: racconto delle due città gemelle. Una mostra sull’affascinante arte a inchiostro cinese

Titolo

Nanchino – Firenze: racconto delle due città gemelle. Una mostra sull’affascinante arte a inchiostro cinese

Inaugura

Mercoledì, 21 Giugno, 2017 - 18:30

Presso

Auditorium al Duomo
Via de’ Cerretani, 54/r, Firenze

Comunicato Stampa

 Dal 21 al 25 giugno sarà visitabile all’Auditorium al Duomo di Firenze (via de’ Cerretani 54r) la mostra di pittura a inchiostro dal titolo “Nanchino – Firenze: Racconto di due città”. L’evento, che ha il patrocinio del Comune di Firenze, è promosso dalla Fondazione Romualdo Del Bianco che da oltre vent’anni contribuisce al dialogo tra culture tramite mostre, workshop, convegni, concerti e rassegne culturali, collaborando con università, accademie, amministrazioni comunali e istituzioni locali di oltre 80 paesi dei 5 continenti. Con questa mostra, organizzata da Talents Communication in collaborazione con il Centro Congressi al Duomo e con l’Istituto Internazionale Life Beyond Tourism, la Fondazione intende far conoscere meglio nella città di Firenze e a livello nazionale la pittura tradizionale a inchiostro, uno degli aspetti più interessanti dell’arte di Nanchino (città gemellata con Firenze) e della cultura cinese in generale.  A tale scopo l’esposizione, che ha anche il patrocinio della Regione Toscana e del Comune di Firenze, sarà accompagnata, oltre che dalla musica tradizionale, anche da fotografie e filmati che documentano la storia e la provenienza di questa antica arte. 

All’inaugurazione, che avrà luogo mercoledì 21 giugno alle ore 18.30, saranno presenti i rappresentanti del Comune di Nanchino e dell’Accademia di Calligrafia e Pittura di Nanchino. Parte dell’iniziativa sarà un incontro con artisti che spiegheranno le tecniche usate. Le 40 tele esposte sono principalmente opere di pittura e calligrafia il cui tema cardine fa perno sulla rappresentazione delle mura di Nanchino risalenti alla dinastia Ming e di scenari propri della città. Le mura di Nanchino risalenti alla dinastia Ming insieme a quelle di Firenze diventano inoltre elementi creativi. La combinazione del patrimonio storico delle due città e la realizzazione di opere artistiche fanno emergere lo spirito della cultura orientale e occidentale che echeggiano tra le due città. Gli autori delle opere esposte sono: Liu Hongpei, Liu Chunjie, Zhao Mingfu, Yao Yuan, Li Dingcheng, Zhuang Daojing, Li Qiang, Zhang Jianhua, Shen Weifeng, Wu Tao, Sun Hong, Fu Minghe, Luo Fan, Gan Yongchuan, Fang Yuan, Xu Jing, Xue Zhizhou, Zhan Yong, Yang Yungao, Zhao Yiwen, Dan Dingkai, Lin Congwen, Fan Yang.

Il popolo cinese e quello italiano sono legati da una lunga tradizione di amicizia, da una storia fatta di scambi culturali e artistici che affonda le radici in tempi. Nanchino ha alle spalle 2500 anni di storia, è “la città eretta a capitale da dieci dinastie imperiali” e gode di un ricco patrimonio culturale. Le due famose città sfoggiano in egual misura un’eredità storica e culturale abbondante e variegata, con l’arte e l’artigianato raffinati. Nel 1980 le due città hanno firmato l’accordo di gemellaggio. 

L’Accademia di Calligrafia e Pittura di Nanchino è stata fondata nel 1979; è un’istituzione municipale specializzata nell’ambito delle belle arti con 38 anni di storia in cui si riunisce l’elite artistica; attualmente vi collaborano 20 pittori professionisti. L’Accademia ingloba il laboratorio di ricerca sulla pittura di fiori e uccelli, quello di pittura paesaggistica, di pittura di personaggi e di xilografia. Il lavoro dei pittori dell’Accademia si focalizza sulla creazione artistica e sulla ricerca in seno all’arte tradizionale cinese, essi si fanno personalmente carico della trasmissione e della valorizzazione dell’arte pittorica tradizionale cinese. Nel 2013 l’Accademia di Calligrafia e Pittura di Nanchino (Museo d’Arte di Jinling) si è trasferita nella nuova sede e il 29 settembre ne è stata ufficializzata l’apertura. La superficie totale della struttura è di 15625 m²: di questi 6000 m² sono coperti dal Museo d’Arte di Jinling, ripartiti in 5 sale espositive specializzate. In aggiunta ci sono molti altri spazi dedicati a specifici usi come la sale delle cerimonie inaugurali, la sala delle conferenze, quella delle riunioni, la libreria, il negozio d’arte, la galleria d’arte, la biblioteca, la caffetteria e così via; il tutto per soddisfare esigenze inerenti ad attività artistiche. Questo spazio è insieme sito di creazione artistica e fornitore di servizi pubblici: ricopre simultaneamente le due funzioni.

mostre, arte, eventi, artistici, gallerie, contemporanea

Come Arrivare?

Chi c'è on line?

Ci sono attualmente 0 utenti e 502 visitatori collegati.

Informazioni su ''

Accesso utente

CAPTCHA
Inserisci il codice che vedi qui sotto. Serve per evitare la spam e dimostrare che sei un umano e non un computer.

lobodilattice newsletter

Iscrivendoti accetti le nostre Privacy Policy ( link in fondo alla pagina)