Mostra delle tavole originali del Codex Seraphinianus, opera prima di Luigi Serafini, al Labirinto della Masone

Mostra delle tavole originali del Codex Seraphinianus, opera prima di Luigi Serafini, al Labirinto della Masone

Titolo

Mostra delle tavole originali del Codex Seraphinianus, opera prima di Luigi Serafini, al Labirinto della Masone

Inaugura

Martedì, 22 Marzo, 2016 - 10:00

Artisti partecipanti

Luigi Serafini

Presso

Labirinto della Masone di Franco Maria Ricci
Str. Masone, 121, 43012 Fontanellato PR

Comunicato Stampa

È stata prolungata fino al 10 aprile l’esposizione al Labirinto della Masone delle tavole originali del Codex Seraphinianus, opera prima di Luigi Serafini, realizzata in circa tre anni di lavoro, dal 1976 al 1978. Nato nel 1949 a Roma e formatosi come architetto, Serafini si era rivolto a Franco Maria Ricci all’inizio degli anni Ottanta per la pubblicazione di questa sua storica opera onirica e surreale.
Ricci la diede effettivamente alle stampe nel 1981 nella collana
I segni dell’uomo, in una lussuosa edizione in due volumi rilegati in seta, divenuti oggi una rarità per collezionisti bibliofili.
Il
Codex Seraphinianus, il cui titolo latino richiama espressamente il minuzioso lavoro da amanuense eseguito da Serafini, è costituito da circa 300 tavole e può essere definito come un’enciclopedia di un mondo parallelo, dove alle surreali illustrazioni che ritraggono piante, alberi, uomini, città e molto altro ancora, sono affiancati curiosi e precisi segni grafici, lettere di un alfabeto a noi sconosciuto.
Una grafia corsiva minuziosa e agile e (dobbiamo ammetterlo) chiarissima, che sempre ci sentiamo a un pelo dal poter leggere e che pure ci sfugge in ogni sua parola e in ogni sua lettera. Così la descriveva Calvino nel primo numero della rivista FMR, del 1982.
Nelle tavole del
Codex si rispecchiano una scienza e un mondo insieme simili e dissimili dai nostri, dove, sempre nelle parole di Calvino, l’anatomico e il meccanico si scambiano le loro morfologie [...] l’umano e il vegetale si completano, [...] il vegetale si sposa al merceologico, lo zoologico al minerale, [...] e così il cementizio e il geologico, l’araldico e il tecnologico, il selvaggio e il metropolitano, lo scritto e il vivente.
In chiusura di questa esposizione eccezionale, sabato 9 aprile alle ore 17 Luigi Serafini sarà ospite al Labirinto della Masone per una conferenza in cui, insieme a Franco Maria Ricci, racconterà la genesi, la diffusione e il successo della sua straordinaria opera. 

 

mostre, arte, eventi, artistici, gallerie, contemporanea

Come Arrivare?

Chi c'è on line?

Ci sono attualmente 0 utenti e 308 visitatori collegati.

Informazioni su ''

Accesso utente

CAPTCHA
Inserisci il codice che vedi qui sotto. Serve per evitare la spam e dimostrare che sei un umano e non un computer.

lobodilattice newsletter

Iscrivendoti accetti le nostre Privacy Policy ( link in fondo alla pagina)