“Minima Mortalia”: a Casa Sponge doppia personale di Cristiano Carotti ed Eva Gerd

“Minima Mortalia”: a Casa Sponge doppia personale di Cristiano Carotti ed Eva Gerd

Titolo

“Minima Mortalia”: a Casa Sponge doppia personale di Cristiano Carotti ed Eva Gerd

Inaugura

Sabato, 21 Dicembre, 2013 - 18:30

A cura di

Francesco Paolo Del Re

Artisti partecipanti

Cristiano Carotti ed Eva Gerd 

Presso

Sponge ArteContemporanea
casella postale 2, Mezzanotte, Pergola (PU)

Comunicato Stampa

Morte e vita, amore e paura, critica sociale e incanto per le forme della natura. E un’inquieta ricerca della bellezza: intorno a questi temi si sviluppa “Minima Mortalia”, la doppia personale degli artisti Cristiano Carotti ed Eva Gerd a cura di Francesco Paolo Del Re, terzo appuntamento della stagione espositiva di Sponge Arte Contemporanea intitolata “Forma è sostanza”. L’inaugurazione della mostra è prevista sabato 21 dicembre alle ore 18:30 presso Sponge Living Space (Casa Sponge).

“Distorcendo il titolo di un celebre libro di Theodor Adorno, che raccoglie aforismi e riflessioni critiche sull’inumanità della società contemporanea, la mostra ‘Minima Mortalia’ raccoglie una serie di meditazioni sulla morte e sul suo contrario – scrive Francesco Paolo Del Re – con toni che oscillano tra l’elegia e l’invettiva, la pietà e il sarcasmo, lo stupore e l’estasi iconoclasta. L’epigrafe ‘La vita non vive’ di Adorno si lascia ribaltare nella scoperta meravigliosa della possibilità che la morte non muoia, non sia fine a se stessa, ma trionfi in uno slancio di vitalità insperata, scoprendo un territorio non mappato di intuizioni di rottura di senso e visioni bellezza inattesa, verso il quale lo spettatore viene condotto per mano dai lavori di Cristiano Carotti ed Eva Gerd”.

Distanti fra loro per luogo di nascita, età, esperienze e formazione, i due artisti trovano un punto comune nell’utilizzo della morte come spunto di riflessione per una serie di lavori complessi e di grande impatto visivo. Da una parte le struggenti opere “Still life quiet tales from Nothingness” di Gerd, nelle quali vecchie ossa di animali frutto di ritrovamenti fortuiti vengono rivestite di diafane stoffe e ricami, e dall’altra il plastico “Trionfo della Morte” di Carotti, in cui la critica al desiderio consumistico e massificato assume toni epici, ironici e pop.

Oltre al lavoro scultoreo delle ossa rivestite e ricamate, a Casa Sponge Eva Gerd espone alcune opere grafiche che rileggono gli stilemi del disegno naturalistico per raccontare il fremito di una biologia immaginifica e imprendibile. Anche la paura, la sofferenza e la malattia vengono addomesticate: gli strumenti chirurgici di un ospedale psichiatrico si vestono infatti di stoffe e si adagiano su cuscini, in uno svuotamento di senso che li nobilita.

Per “Minima Mortalia”, Cristiano Carotti presenta sia lavori plastici che pitture: si parte dalla grande tela “Level4”, elogio del pennello contro le trappole delle etichette commerciali applicate all’arte, passando per gli sbeffeggi dedicati al tema dell’amore, schiacciato tra una Venezia da cartolina e il fantasma di Elvis Presley, fino ad arrivare alla terracotta in cui l’artista trasforma la bambola Barbie in una vanitas di sapore messicano.

Lo stesso giorno alla stessa ora verrà presentata la quinta edizione di Christmas Tree d'Artista, con l'intervento individuale di Francesca Romana Pinzari, a cura di Stefano Verri. Le mostre saranno visitabili su appuntamento fino al 21 gennaio 2014. Per ulteriori informazioni contattare il numero +39 339 4918011, o consultare il sito www.spongeartecontemporanea.net.

mostre, arte, eventi, artistici, gallerie, contemporanea

Come Arrivare?

Chi c'è on line?

Ci sono attualmente 3 utenti e 591 visitatori collegati.

Informazioni su ''

Accesso utente

CAPTCHA
Inserisci il codice che vedi qui sotto. Serve per evitare la spam e dimostrare che sei un umano e non un computer.

lobodilattice newsletter

Iscrivendoti accetti le nostre Privacy Policy ( link in fondo alla pagina)