Milano. Quartieri di poesia

Milano. Quartieri di poesia

Titolo

Milano. Quartieri di poesia

Inaugura

Giovedì, 6 Ottobre, 2016 - 18:30

A cura di

Maurizio Cucchi

Artisti partecipanti

Marina Previtali

Marina Previtali (Milano, 31 Marzo 1960) è una pittrice italiana contemporanea, laureata

all'Accademia di Belle Arti di Brera. Dipinge soggetti relativi alle grandi aree metropolitane. Vive e

lavora a Milano.

 

 

 

Biografia

 

Nasce nel 1966 a Milano, figlia di imprenditori nel ramo dell’acciaio, inizia a dipingere fin da

tenera età, stimolata dal padre a frequentare gli studi dei maggiori artisti nel suo periodo di

formazione. La Previtali negli anni ’90 fonda con un gruppo di ex studenti dell’accademia di Brera

l’associazione “Il Polittico” con la quale si impegna a promuovere nuove idee e nuovi stili e

linguaggi di ricerca. Nel 1981 Luigi Carluccio la invita al Premio Internazionale Lubiam “

Guttuso e i giovani”a Sabbioneta (MN) dove passa agli onori della critica e del pubblico come

prima rappresentante dei giovani pittori di Brera.

Marina dedica la sua ricerca alla città di Milano che inizia a riscoprire alla fine degli anni 80. Il suo

lavoro nasce da un’analisi fotografica; l’artista ricerca inquadrature emozionanti e poi le seleziona

per creare opere di un equilibrio compositivo ammirevole. Il suo percorso artistico è caratterizzato

da una pittura istintiva, gestuale, costruita con una pennellata morlottiana pastosa e ruvida, racconta

una Milano pulsante, dipinta nell’urgenza di un’emozione, per la quale è oggi riconosciuta come

una delle più autorevoli artiste contemporanee. Nel ’99 è co-protagonista, insieme a un gruppo di

giovani artiste raccolte attorno alla figura della critica Carolyn Reeve, di un nuovo indirizzo di

ricerca pittorica centrato sull’attenzione al corpo umano, tra intimismo e provocazione. La

riconversione della sua mimesi pittorica alla realtà metropolitana è rappresentata come potente

metafora della contemporaneità. A partire da questi anni le esposizioni, personali e collettive

diventano sempre più insistenti sul tema monografico della città di Milano.

L’amore per la sua città natale la porta a confrontarsi con i suoi luoghi simbolo: il Pirellone, la

Torre Velasca e le periferie arricchite dai cantieri in continua evoluzione resi con linee vorticose e

colori che restituiscono perfettamente le impressioni di cui il cielo milanese ne è espressione diretta

e profonda. La sua pittura è paragonata a quella di Vespignani negli anni ’50, per le prospettive

distorte su grandi tele dai toni revival.

La metropoli lombarda è resa, nella sua intera complessità, attraverso una visione critica dell’artista

che subisce il fascino della bellezza cittadina e della dimensione che abita , rappresentandone i

sentimenti , le ansie e le sue forme caotiche. Sono scenari privi della presenza umana, immersi in

un’inquietudine che avvolge tutta la realtà rappresentata.

Ampie vedute e scorci realizzati con riprese a volo d’uccello della città meneghina che ci appare

insolitamente tranquilla, deserta, priva del caos che la contraddistingue e del traffico che la

strangola ogni giorno.

Visioni urbane in olio su tela dedicate alla metropoli e ai suoi mille volti, dal centro alle periferie

ancora in costruzione, passando per grattacieli futuristici.

La pennellata di Marina è vibrante, incerta tra costruzione e decostruzione. E mutevoli sono i suoi

cieli sospesi tra l’umore del viola e dell’arancio, a stravolgere l’effetto dell’inquinamento in ragionevole

ottimismo.

Milano come un deserto, quasi una città fantasma: “mi interessano le architetture – rivela l’artista –

che di per sé sono già esplicite, raccontano l’uomo, il suo pensiero, la sua storia; Milano è una

pagina aperta dove si può leggere un concentrato di infinite realtà”Le tele dedicate a Milano

documentano i mille volti di una città in evoluzione dove non si rintraccia presenza umana e i

colori, desunti da una tavolozza intinta nelle terre, nei grigi bituminosi, negli aranci dei tramonti

affuocati, insinuano languori e inquietudine.

Nell’opera dell’artista il trionfo del paesaggio esprime tanto la forza cara alla tradizione della pittura

lombarda quanto la lucida visionarietà espressionista che ha raccontato la trasformazione delle

metropoli mitteleuropee del Novecento.

 

 

Presso

Urban Center Milano
Galleria Vittorio Emanuele II, 11/12 (angolo Piazza della Scala), Milano

Comunicato Stampa

Milano. Quartieri di poesia

 

Presentazione libro “Quartieri di poesia” e mostra personale di Marina Previtali

a cura di Maurizio Cucchi e Lorenzo Valentino

 

Isabella Bossi Fedrigotti e Piero Colaprico intervistano gli autori del libro.  Marina Previtali espone 20 opere all’Urban Center, Milano.

 

Il libro “Quartieri di poesia”, ed. Meravigli, nasce dall’idea di dare voce ad una pluralità di esperienze poetiche collocate spazialmente nei diversi quartieri della città di Milano, dai quali gli autori hanno ricevuto stimoli, per la loro vita quotidiana ma anche per la loro scrittura.

Questo è il senso della preziosa raccolta di testi (in prosa),  nata dalla rassegna “Quartieri di poesia” organizzata dalla Galleria Previtali. Raccontare Milano all’Urban Center, sotto la Galleria Vittorio Emanuele II, in presenza di un’artista, come Marina Previtali, che alla città ha dedicato molte sue opere, non può che rappresentare un momento di ulteriore riflessione sui caratteri più autentici di una città piuttosto schiva nell’offrirsi. Per l’occasione l’artista inaugurerà una personale con 20 opere monografiche sui diversi quartieri della città. I giornalisti Isabella Bossi Fedrigotti (Corriere della Sera) e Piero Colaprico (La Repubblica) intervisteranno gli autori M. Cucchi, M. De Angelis, F. Bernini, V. Lamarque, L. Lerro, G. Majorino, G. Neri,  A. Pellegatta, C. Recalcati,  T.Rossi, M. Santagostini, P. Valduga. La serata sarà allietata dalla partecipazione dell’attore e chansonnier Roberto Brivio.

 

Inaugurazione: 6 ottobre 2016, ore 18.30

fino al 14 ottobre 2016

presso Urban Center Milano

Galleria Vittorio Emanuele II 11 - 20121 Milano (MI)

Orari: lunedì – venerdì, ore 9.00 – 18.00

 

 

 

Referente: Lorenzo Valentino – cell. 338.8718349

Libro e catalogo disponibile

 

mostre, arte, eventi, artistici, gallerie, contemporanea

Come Arrivare?

Chi c'è on line?

Ci sono attualmente 0 utenti e 465 visitatori collegati.

Informazioni su ''

Accesso utente

CAPTCHA
Inserisci il codice che vedi qui sotto. Serve per evitare la spam e dimostrare che sei un umano e non un computer.

lobodilattice newsletter

Iscrivendoti accetti le nostre Privacy Policy ( link in fondo alla pagina)