MIcroblasted. Un viaggio in immagini e suoni di Giorgio Carella

MIcroblasted. Un viaggio in immagini e suoni di Giorgio Carella

Titolo

MIcroblasted. Un viaggio in immagini e suoni di Giorgio Carella

Inaugura

Venerdì, 17 Marzo, 2017 - 19:00

A cura di

Marta Santomauro, Nicola Bernasconi

Artisti partecipanti

Giorgio Carella

Presso

Gogol and Company
via savona 101

Comunicato Stampa

MICROBLASTED

Un viaggio in immagini e suoni di Giorgio Carella

in collaborazione con Spazio 1929 (Lugano)

ingresso gratuito fino al 26 marzo

 

Il mare qui è gelido anche a toccarlo solo con gli occhi. Lo vedi subito che ti farà a pezzi e ti vengono in mente tutte quelle storie di vecchi marinai e le loro affascinanti bugie.

Un diario di viaggio in 28 fotografie bianco e nero, una solitudine invadente e il suono sottile delle cose che esce dalle immagini e comincia a diventare parte dello spazio.
Questo è MicroBlasted: prima personale di Giorgio Carella, progettata, curata e realizzata dall'incontro e la collaborazione tra Gogol and Company e Spazio 1929 di Lugano, dove la mostra è visitabile fino al 12 marzo.
Ogni scatto è proposto in piccolo formato, 12cm x 9cm: lo spazio visivo che può occupare un paesaggio intimo come quello che il fotografo ha cercato tra le spiagge delle Orcadi e l’imbrunire di Glasgow; la dimensione ravvicinata che costringe lo spettatore ad annullare le distanze ed entrare dentro la fotografia da vicino, ad accostarsi per scoprine i dettagli e interiorizzarla.
E un'apertura agli altri sensi: l'accostamento di una partitura sonora per ogni immagine esposta, una sonorità fruibile in cuffia appositamente ideata e composta da Amos G. Pellegrinelli, giovane e poliedrico talento ticinese.
Poi l'assenza di presenza: un racconto essenziale, frutto di una volontà di sintesi, che prende vita da un percorso solitario in Scozia, un'immersione dentro luoghi che parlano il linguaggio dell'abbandono, il momento perfetto in cui l'umanità si azzittisce e scompare, lasciando spazio al buio, alle cose e ai pensieri.
Solo un gufo reale, a Inverness che, come ben definisce Fulvia Farassino nel testo che completa il catalogo della mostra, “ci invita a immaginare, a oltrepassare il velo dell’oscurità e a entrare nel luogo dove s’inventano storie, dove un dolore si può trasformare”.
«Cosa c’è dietro il muro di Beauly?» ha chiesto allora Fulvia a Giorgio.
«MICROBLASTED» ha risposto lui.

Regista di numerosi documentari e cortometraggi, oltre che direttore della fotografia, Carella - nato a Catania e cresciuto a Milano, dove ancora oggi vive e lavora - coltiva da sempre la passione per la fotografia, sintesi massima, unità di misura fondamentale del suo abituale lavoro con i fotogrammi in movimento. (www.giorgiocarella.com).

MicroBlasted è visitabile alla Gogol and Company di Milano dal 16 al 26 marzo, ed è realizzata in collaborazione con Spazio 1929, Lugano che ha ospitato la prima tappa dell'esposizione dal 17 febbraio al 12 marzo.

mostre, arte, eventi, artistici, gallerie, contemporanea

Come Arrivare?

Chi c'è on line?

Ci sono attualmente 1 utente e 605 visitatori collegati.

Informazioni su ''

Accesso utente

CAPTCHA
Inserisci il codice che vedi qui sotto. Serve per evitare la spam e dimostrare che sei un umano e non un computer.

lobodilattice newsletter

Iscrivendoti accetti le nostre Privacy Policy ( link in fondo alla pagina)