MICHELE DE LUCA - Principio stabile - Infanzia del cosmo

MICHELE DE LUCA - Principio stabile - Infanzia del cosmo

Titolo

MICHELE DE LUCA - Principio stabile - Infanzia del cosmo

Inaugura

Venerdì, 20 Novembre, 2015 - 19:00

A cura di

Francesco Gallo Mazzeo

Artisti partecipanti

Michele De Luca

Presso

BIBLIOTHE' Contemporary Art Gallery
Via Celsa 4/5 - 00186 Roma

Comunicato Stampa

Inaugurazione Venerdì 20 Novembre 2015 alle ore 19.00

Bibliothè Contemporary Art Gallery

Via Celsa, 4/5 – 00186 Roma

Ventiduesimo appuntamento della rassegna Unum a cura di Francesco Gallo Mazzeo

Un'opera unica di Michele De Luca

PRINCIPIO STABILE – INFANZIA DEL COSMO

Testo di Giorgio Patrizi (Ordinario di Letteratura italiana all’Università del Molise)

“Tutto si conduce ad unità – afferma Francesco Gallo Mazzeo - [...] nei modi più imprevisti ed imprevedibili è diventare scoperta di sé, del sé nascosto che in tanto errare e peregrinare non si è mai allontanato da sé stesso, dal proprio sogno, perimetro e area di una grande avventura, in cui ogni nome pronuncia un nome, ogni volto cerca un volto e tutti insieme recitano Unum.”

https://www.facebook.com/events/752863011484209/

L’esposizione resterà aperta fino all' 8 Dicembre 2015.       Orario: dal lunedì al sabato: 11.00/23.00

Info: (+39) 06 6781427

Per “Unum” rassegna di mostre personali ideata e curata da Francesco Gallo Mazzeo per Bibliothè Contemporary Art, l’artista (e poeta) Michele De Luca ha realizzato appositamente per lo spazio della galleria un telero di ampio respiro spaziale ed emozionale: “Principio stabile - Infanzia del cosmo”. Da tempo le opere di Michele De Luca pittore, testimoniano una linea di ricerca astratta di forte e originale impatto emotivo che vede nella luce, componente anche fisica che interagisce con la pittura, un dato di costante riferimento. L’artista ligure-romano in questa personale di un unico grandioso dipinto giunge con sottili scialbature di colore ad un’astrazione lirica che evoca spazi siderali ed accelerazioni vertiginose.

De Luca attua un sottile slittamento di gamme cromatiche che dai consueti viola-bluastri giunge a trasparenze verdognole o di un giallo freddo, immateriale. Questi densi squarci di energia luminosa, vere e proprie scariche pulsionali ed emotive, solcano un universo incupito e drammatico, entrando in costante dialettica con le reali luminescenze dei precedenti lavori con lastre di metallo su legno che sono la costante più nota dei dipinti nella sua lunga ricerca artistica.

In “Principio stabile – Infanzia del cosmo”, acrilico su tela libera di oltre 5 metri per 2 che documenta una luminosa maturità dell’artista, una vorticosa ma ordinata esplosione di linee di luce e di prospettiche sensazioni di velocità vertiginose ci richiama alla mente una possibile concezione dell’evento primordiale che ha generato l’universo. Michele De Luca, con la grande passionalità ed energia che domina sempre i suoi lavori pittorici e poetici (come testimonia il suo nuovo poemetto in dodici canti e immagini “Episodi del diluvio”, edito da Peccolo, 2015, oltre al suo libro antologico “Altre realtà”, Poesie 1982-2007, Quasar, 2008), gioca anche su una sottile e quasi fanciullesca ironia, descrivendo virtualmente, con i suoi abbacinanti tagli di luce, non il grandioso e inimmaginabile evento del Big Bang per pudore e modestia evitato, ma la sua più dolce inventata infanzia, come uno svezzamento celeste che smitizza da un lato ma anche entra in profondità di concetto ed emozione, lo sviluppo di questa grandiosa ipotetica visione della madre di tutti i tempi.

Il risultato fisico di questa elaborata ma immediata visualità figurale è uno squadrato vortice prospettico d’ordine superiore, una costruzione spaziale a forte sviluppo orizzontale che è sì freddamente geometrica ma nel contempo resa incandescente dall’enfasi di una pittura calda e in progressione temporale, come un divenire incalzante che sommerge lo spettatore inghiottendolo in questa “scatola di parte d’universo”, convogliandolo in una dimensione altra, atemporale e a-fisica, nel dilemma dei sensi e del pensiero che vagano nelle fredde sospensioni della creazione.

Immagine: “Principio stabile – Infanzia del cosmo”, 2015, acrilico su tela, cm. 220 x 520

Biografia dell'artista:

Michele De Luca (Pitelli, La Spezia, 1954). Artista e poeta, ha studiato all’Accademia di Belle Arti di Firenze e ha lavorato come scenografo in teatro e cinema. E’ impegnato in pittura da tempo su una distintiva e meditata linea di ricerca astratta che vede nella luce un dato di costante riferimento. La sua parallela ricerca visiva e letteraria tende all’analisi delle forze primarie. Sue poesie sono uscite su riviste, libri, antologie e poi pubblicate da Quasar nel 2008 nel volume antologico Altre realtà, con prefazione di Stefano Giovanardi. E’ del 2015 “Episodi del diluvio”, poemetto in dodici canti e tredici tavole a colori, Edizioni e galleria Roberto Peccolo, Livorno. Vive e lavora in Liguria e a Roma, dove insegna all’Accademia di Belle Arti.

   Mostre personali: Break Club, Roma, 1987; Studio Ghiglione, Genova, 1988; Università di Siena, Galleria ES, Pinerolo, Galleria Duemme, Genova, 1991; Esposizione Internazionale Cristoforo Colombo, Genova, 1992; Università di Genova, 1996; Accademia d’Ungheria, Roma, 1997; Museattivo Claudio Costa, Genova, 1998; Immaginaria gallery, Firenze, Galleria Giulia, Roma, 2001; Studio Ghiglione, Genova, 2002;  Galleria Peccolo, Livorno, Studio Watts, San Gemini (PG) 2003, SICAF, Seoul International Contemporary Art Fair, Seoul, Corea, 2004; Palazzo Chigi, Galleria Miralli, Viterbo, Tralevolte, Roma, 2005;  Tuma’s, Roma, 2007; CAMeC, Centro d’arte moderna e contemporanea, La Spezia, 2008; Quasar, Roma, 2009, InsightSpaceGallery, Roma, Chiostro di San Nicola, Anacapri, 2010; Museo Civico Casa Deriu, Bosa (OR), 2010-11; Chiostro della chiesa di San Francesco, Pienza (SI), 2012; Palazzo Bentivoglio, Bologna, 2013: Galleria La bottega dell’arte, Gorizia, Associazione culturale Tralevolte, Roma, 2014.

 

     Selezione collettive: Ge.Mi.To! La nuova generazione artistica del triangolo industriale, Promotrice delle Belle Arti, Torino, 1987, Palazzo della Borsa, Genova, 1988; Arte a Roma, nuove situazioni ed emergenze, Palazzo Rondanini, Roma, 1989; Intercity Uno, Fondazione Bevilacqua La Masa, Venezia, 1990; CCD Campi, Cardinali, De Luca, Sala 1, Roma, Oratorio S. Croce, Sarzana, Palazzo dei Priori, Perugia, 1990-91; Etica all’arte!, Palazzo dei Consoli, Gubbio, Cittadella dei Musei, Cagliari, 1991; Italian Art Exibition, Abu Dhabi Cultural Fondation, UAE, Emirati Arabi Uniti, 1993; Que bien resistes!, Galleria comunale, Arezzo, 1994; 48° Premio Michetti, Francavilla al Mare, 1996; L’Arte a Roma, ex Mattatoio di Testaccio, Roma, 1997; Arte in cattedra, Complesso S. Michele a Ripa, Roma, 1998; Premio Marche 1999, Mole Vanvitelliana, Ancona, 1999; BNL: una Banca per l’arte oltre il mecenatismo, Chiostro del Bramante, Roma, 2000; Una luce per Sarno, Musei Civici di Spoleto, Angri, Macerata, Accademie d’Europa, Braccio di Carlo Magno, Città del Vaticano, 2002; Le collezioni del CAMeC, Centro Arte Contemporanea, La Spezia, 2004; La luce oltre la forma, Galleria Comunale, Portogruaro, Galleria Peccolo, Livorno, Galleria Folini, Chiasso, Svizzera, Museo Casabianca, Malo,  Galleria Clocchiati, Udine, 2004-05; Kansainvalinen taidenayttely, Galleria Via Arte, Viitasaari, Finland, Saluti dall’Italia, Saarijarven Museo, Finland; Un foglio per il Nilo, Pinacoteca Molajoli, Fabriano, Centro Culturale Egiziano, Roma, Istituto Italiano di Cultura, Il Cairo, 2012; Artisti per Gibellina, Fondazione Orestiadi, Gibellina, Di-segni poetici 2, MACMa, Museo Arte Contemponea,  Matino (LE); Tres Tres Tria, Bibliothè Contemporary Art, Roma; The making of/Artisti al lavoro in TV, Mitreo di Corviale, Roma, 2013; La materia del colore, Galleria Comunale, Monfalcone, Belle parole, Palazzo Corbelli, Fano; Artistamps, Galleria Il Gabbiano, La Spezia, Berlinguer e lo sguardo degli artisti, Camera dei Deputati, Roma, Castel dell’Ovo, Napoli, The secret garden in Villa Doria Pamphilj, Museo Villa Vecchia in Villa Pamphilj, Roma, 2014; MAB/Scatole del tempo, Galleria Il Gabbiano, La Spezia, Mito sepolto, Museo del Complesso di Sant’Agostino, Cosenza, 2015.    Ha esposto inoltre in rassegne internazionali anche di poesia visiva e libri d’artista, in musei, fondazioni e gallerie a Tokyo, Parigi, Londra, Melbourne, Seoul, e in Finlandia, Irlanda, Svizzera, Germania, Emirati Arabi Uniti.

     Contributi critici: Enrico Crispolti, Anna Imponente, Paolo Balmas, Gabriella De Marco, Luca Beatrice, Manuela Crescentini, Diego Collovini, Enzo Cirone, Guglielmo Gigliotti, Paolo Campiglio, Giorgio Di Genova, Germano Beringheli, Vito Apuleo, Ignazio Delogu, Paolo Bertolani, Alessandro Masi, Flaminio Gualdoni, Miriam Cristaldi, Nicola Corradini, Luciano Tomagè, Cristiana Perrella, Lorenzo Mango, Giovanni Iovane, Carmine Benincasa, Marzia Ratti, Laura Cherubini, Cesare Sarzini, Miriam Cristaldi, Maurizio Sciaccaluga, Alberto Dambruoso, Luigi Paolo Finizio, Mirella Chiesa, Stefano Giovanardi, Giorgio Patrizi, Luca Basile, Domenico Donatone, Massimo Giannotta, Mariano Apa.

www.arte.rai.it     www.tralevolte.org    www.ilcobold.it    www.retididedalus.it   www.sisnestesieonline.it   www.malacoda.eu

Progetto Unum in cooperazione con Enzo Barchi, Ufficio stampa InEvoluzionet e Progetto grafico di Mauro Aquilanti

Bibliothè Contemporary Art Gallery

Via Celsa, 4/5 – 00186 Roma
T. + 39 066781427
bhagavatlibrary@yahoo.it
http://www.bibliothe.net/

Ufficio stampa:
Studio Marta Bianchi - InEvoluzionet
mob.:  (+39) 392 7295258
http://www.facebook.com/InEvoluzionet
mailto: inevoluzionet@gmail.com

Foto: Alberto Muzio

 

 

 

 

mostre, arte, eventi, artistici, gallerie, contemporanea

Come Arrivare?

Chi c'è on line?

Ci sono attualmente 1 utente e 605 visitatori collegati.

Informazioni su ''

Accesso utente

CAPTCHA
Inserisci il codice che vedi qui sotto. Serve per evitare la spam e dimostrare che sei un umano e non un computer.

lobodilattice newsletter

Iscrivendoti accetti le nostre Privacy Policy ( link in fondo alla pagina)