Michela Meloni e Amos Crivellari allo Spazio E/E2

Michela Meloni e Amos Crivellari allo Spazio E/E2

Titolo

Michela Meloni e Amos Crivellari allo Spazio E/E2

Inaugura

Sabato, 21 Febbraio, 2015 - 16:00

A cura di

Virgilio Patarini e Valentina Carrera

Artisti partecipanti

Michela Meloni e Amos Crivellari

Presso

Spazio E
Alzaia Naviglio Grande 4, milano

Comunicato Stampa

L'Associazione Zamenhof Art

tramite

l'Associazione A Est dell'Eden

presso

Spazio E

Alzaia Naviglio Grande, 4

Milano

 

presenta

 

OmbreumbrE

mostra presonale di Michela Meloni

a cura di Virgilio Patarini

 

Vincitrice del Premio Il Segno 2014

Premio “Marc Chagall” per l'opera figurativa

 

Sguardi di/visi

(presso lo Spazio E2)

mostra presonale di Amos Crivellari

a cura di Virgilio Patarini

 

Vincitore del Premio Il Segno 2014

Premio “Man Ray” per l'opera fotografica

 

inaugurazione Sabato 21 febbraio 2015 alle ore 16.00

la mostra proseguirà fino al 27 febbraio 2015

 

Orari:

dal martedì al sabato dalle ore 15.00 alle ore 19.00

domenica dalle ore 11.00 alle ore 19.00

Ingresso libero

 

MICHELA MELONI

Ecco la finestra sull’ignoto, il viaggio fantasioso che solo l’arte riesce a produrre. Ed ecco la strada suggerita da Michela Meloni: trovare nella quotidianità la possibilità d’evadere oltre l’apparenza. Le sue opere restano attaccate al reale e ogni figura è sempre riconoscibile, ma l’ambientazione è velata, negando l’immediata dichiarazione dell’immagine. Il dipinto suggerisce una condizione lasciando al fruitore la possibilità d’interpretarla, così la realtà non è manifesta agendo in noi con l’ambiguità del riflesso specchiante: siamo noi, ma irreali.

Andrea Baffoni

AMOS CRIVELLARI

La figura si sdoppia, si moltiplica, si liquefa in scie luminose, svapora in veli trasparenti, come spolpata da una forza superiore che risucchi la consistenza della materia e la riduca sul punto di dissolversi in un pulviscolo senza forma.

Del volto non rimane che il lampo di uno sguardo, la piega delle labbra; oppure è l’espressività di un gesto a perdurare, un po’ di più, nel flusso del colore. Anzi, nel flusso del tempo-colore: perché, concretamente, quel colore, quelle scie, quelle luminescenze sono frutto delle luci fotografate con tempi lunghi di esposizione; e nel contempo sono simbolo di un Tempo che involge e travolge ogni cosa e fa tutt’uno delle figure, degli oggetti e degli spazi attorno, compenetrando ogni esistenza in un flusso continuo, indistinto e, potremmo dire, “transgenico”.

Chiara Tavella

 

 

Zamenhof Art

Ufficio di Milano - cell. 366.49.78.189 - 377.46.89.785

email: zamenhof.art@gmail.com

sito: www.zamenhofart.it

 

Spazio E

Spazio E2

Alzaia Naviglio Grande 4, Milano

aestdelleden@libero.it

338.7689158

mostre, arte, eventi, artistici, gallerie, contemporanea

Come Arrivare?

Chi c'è on line?

Ci sono attualmente 1 utente e 762 visitatori collegati.

Informazioni su ''

Accesso utente

CAPTCHA
Inserisci il codice che vedi qui sotto. Serve per evitare la spam e dimostrare che sei un umano e non un computer.

lobodilattice newsletter

Iscrivendoti accetti le nostre Privacy Policy ( link in fondo alla pagina)