metamamorfosi

metamamorfosi

Titolo

metamamorfosi

Inaugura

Giovedì, 9 Luglio, 2015 - 19:30

A cura di

Valeria Modica

Artisti partecipanti

Paolo Graziani, Ines zingarelli, Marco Fantini

Presso

mamo galleria laboratorio sperimentale per le arti visive
via Plinio,46 Milano

Comunicato Stampa

Mostra collettiva 9 luglio 2015, ore 19,30

MaMo galleria

Titolo della mostra Metamamorfosi

Ines Zingarelli,  nasce ad  Andria, vive e opera a Milano, si laurea  in Scienze dell'Informazione presso l'Università degli Studi di Bari. Nonostante gli studi  d’ informatica, Ines nutre da sempre,  una grande passione per l’arte , si dedica al disegno ed infine alla pittura al fianco degli artisti : Gino Gini e Fernanda Feli.  La pittura di Ines, ci parla di donne del passato, di ninfe, figure in metamorfosi s’ intrecciano creando una linea sottile tra passato e presente realtà e immaginazione. I toni delicati dell’ incarnato femminile si contrappongono ai bruni della natura, ai blu oltremare che guardano verso l’infinito.  Dafne trasforma in alloro per rinunciare alla bellezza e sfuggire all’ amore divino, per diventare albero e pura natura,  la forma umana è caratterizzata da una figure femminile dai grandi occhi, travolgono lo spettatore e lo catturandolo con la forza dello sguardo. Il mondo naturale e quello soprannaturale sono entrambi presenti nel repertorio iconografico di Ines, In questa costante dialettica fra l’antico e il moderno dell’artista, la donna  assume un ruolo determinante, quasi sempre presente in primo piano vista come comune denominatore della storia passata e recente. I volti appena abbozzati, dai lineamenti eleganti, dolci e ondulati, gli incarnati delicati, le pose aggraziate, i gesti armonici e naturali, rendono le figure femminili estremamente affascinanti, misteriose, dotate di mistica bellezza. Fantini Marco nato a Cesena nel 1964, inizia il suo percorso artistico fin da bambino , frequenta un corso di disegno presso  l'Accademia Romagna di Cesena . Partecipa a numerosi  concorsi, rassegne d'arte e collettive riscontrando un grande successo di pubblico, La sua continua ricerca lo porta a nuove soluzioni espressive che si concretizzano attraverso l’uso di diversi materiali , si assiste ad una rappresentazione artistica legata all’astrazione e alla pittura informale, caratterizzata essenzialmente da un collage polimaterici, i materiali utilizzati, sono diversi, le tecniche  variano a seconda delle opere, la forma circolare spesso si ripete per creare una continuità verso l’infinito. L’artista ad ogni segno ci parla di una sua visione intimistica della vita, una pittura che si distacca dalla rappresentazione classica che si esprime attraverso la forma e la materia. Il nero fa da contorno alla superficie esterna e continua a stratificarsi all’interno della superficie fino a creare una trama infinita che ricorda il percorso della nostra vita, vissuta come in una fitta trama di strade da percorrere. Paolo Graziani vive e opera a Forlì,  è fortemente influenzato dagli eventi del suo tempo, dai paesaggi e immagini familiari, cerca sempre nelle sue opere di raccontare il suo mondo gioioso, fatto di musica , sogni, incontri ed atmosfere, la pittura  di Paolo è sempre alla ricerca di una rassicurante bellezza trovata attraverso l’ osmosi creata tra la musica e la pittura, attraverso la rappresentazioni di luoghi e momenti evocativi della sua vita. Partecipa a numerose mostre in Italia per la prima volta alla MaMo galleria di Milano.Natura, musica sogno raccontato attraverso una linea che tende alla purezza delle forme, un segno graffiante caratterizza gran parte del suo lavoro, che ci parla di una grande forza intuitiva. La sua pittura può definirsi, informale, materica con forti richiami all’ arte  concettuale. 

mostre, arte, eventi, artistici, gallerie, contemporanea

Come Arrivare?

Chi c'è on line?

Ci sono attualmente 3 utenti e 585 visitatori collegati.

Informazioni su ''

Accesso utente

CAPTCHA
Inserisci il codice che vedi qui sotto. Serve per evitare la spam e dimostrare che sei un umano e non un computer.

lobodilattice newsletter

Iscrivendoti accetti le nostre Privacy Policy ( link in fondo alla pagina)