Max Papeschi's show / マックス・パペスキによる2つの展覧会

Max Papeschi's show / マックス・パペスキによる2つの展覧会

Titolo

Max Papeschi's show / マックス・パペスキによる2つの展覧会

Inaugura

Mercoledì, 18 Novembre, 2015 - 18:00

A cura di

Salvatore Marsiglione e Tomoharu Aoyama

Artisti partecipanti

Max Papeschi

Presso

MAG Japan - presso la GalleryTOMO e IIC di Osaka
1F Aoyama BLD 633 Shimogoryomaecho Nakagyo-ku Kyoto 6040995 Japan

Comunicato Stampa

Como, 4 novembre 2015 

 

La MAG, la Gallery Tomo e l’Istituto Italiano di Cultura di Osaka presentano 

Max Papeschi's show #mostradiffusa di Max Papeschi 

マックス・パペスキによる2つの展覧会

 

a cura di Salvatore Marsiglione, Tomoharu Aoyama e Stefano Fossati. 

Inaugurazioni:
Osaka mercoledì 18 novembre ore 18:00 Kyoto venerdì 20 novembre ore 19:00 

dal 18 novembre al 3 dicembre 2015 

info Como : +39 3287521463 info@marsiglioneartsgallery.com info Kyoto : +81 075 5854160 info@gallery-tomo.com
info Osaka :+81 06 62278556 stefano.fossati@esteri.it 

Luoghi:
Istituto Italiano di Cultura : Nakanoshima Festival Tower 17F, Nakanoshima 2-3-18, Kita-ku, Osaka 530-0005 Japan
Gallery Tomo : 1F Aoyama BLD 633 Shimogoryomaecho Nakagyo-ku Kyoto 6040995 Japan 

www.magcomo.it www.gallery-tomo.com www.iicosaka.esteri.it 

Con il sostegno dell'Istituto Italiano di Cultura di Osaka. Con il Patrocinio del Consolato Generale d’Italia di Osaka. Con il Patrocinio della Città di Kyoto
Con il Patrocinio della Fondazione Italia Giappone
Con il Patrocinio dell’Associazione Luigi Russolo 

La MAG, insieme alla galleria TOMO di Kyoto e all'Istituto Italiano di Cultura di Osaka è lieta di annunciare un altro grande evento internazionale prodotto esclusivamente per il mercato giapponese. 

Max Papeschi's show 

Il grande successo e l'incredibile accoglienza del popolo giapponese durante la mostra Thats' all Folks di Max Papeschi dello scorso anno tenuta nella nostra galleria partner TOMO Gallery di Kyoto, ci ha spinti a dare una più ampia visione dell'Universo Papeschi, proponendo un altra #mostradiffusa, tra Kyoto e Osaka. 

Max Papeschi, artista internazionale di ormai conclamata fama per il suo stile graffiante, ironico e di profonda denuncia sociale, ci regala l'occasione di riflettere sulla storia contemporanea dell'uomo, dalla seconda guerra mondiale ai giorni nostri.
Nell'ultimo secolo l'immagine delle aziende multinazionali e dei super potenti del globo ha raggiunto e spesso superato l'attendibilità dei loro contenuti, il grande valore contemporaneo è quindi l'immagine che gli altri hanno di noi! 

Come un novello Robin Hood, Papeschi ruba attraverso la rete, le immagini dei potenti, delle multinazionali, dei poteri forti, né modifica il senso, le assembla, taglia e cuce, fino a restituirci una sembianza diversa, una parvenza che ci da occasione di riflessione sulle vere essenze dei protagonisti, senza dare giudizi, egli non ha la pretesa di farlo, non è un giudice, bensì un artista ed il suo compito è quello di offrire in ogni sua opera la possibilità di pensare alla storia in modo diverso, scavando nella profondità dei fatti. 

Mercoledì 18 novembre dalle ore 18:00 s'inaugurerà a Osaka nel nuovo, ma ormai consolidato Spazio Arte dell'Istituto Italiano di Cultura la mostra La Société du Spectacle già presentata a Kyoto lo scorso anno, ma inedita per il pubblico di Osaka.
Qui il Direttore Stefano Fossati ha scelto le opere che hanno come comune denominatore le denuncia dell'artista sull'ipocrisia dei capi di stato e governanti di tutto il mondo, che sembrano essere potenti, sembrano dirigere le nostre sorti, invece sono solo dei burattini, degli attori al soldo dei veri potenti. Come in tutti i suoi lavori, Papeschi ha quindi voluto accostare i volti di questi uomini e donne ai corpi di attori, attrici e cantanti. 

Questo per dire che è una società dello spettacolo e loro sono i burattini. 

Venerdì 20 novembre dalle ore 19:00 s'inaugurerà a Kyoto negli spazi della galleria TOMO, la mostra From Hiroshima With Love, dove verrà presentata un ampia scelta da parte del curatore Tomoharu Aoyama, dell'omonima serie pubblicata in Italia nel 2010, ma inedita in Giappone.
Nella serie proposta, tutti in bianco e nero e di uguale dimensione, Max Papeschi aggiunge i volti di cartoon ai corpi nelle foto storiche originali, affronta il tema della guerra e della devastazione e lo fa mostrandone il suo aspetto lestofante e mascalzone. 

Trattare un argomento così delicato con una visione pungente e a volte ironica senza essere banale, non vuole essere irrispettoso, ma è un modo per attirare l'attenzione su di esso e farci riflettere. 

Salvatore Marsiglione 

 
mostre, arte, eventi, artistici, gallerie, contemporanea

Come Arrivare?

Chi c'è on line?

Ci sono attualmente 1 utente e 922 visitatori collegati.

Informazioni su ''

Accesso utente

CAPTCHA
Inserisci il codice che vedi qui sotto. Serve per evitare la spam e dimostrare che sei un umano e non un computer.

lobodilattice newsletter

Iscrivendoti accetti le nostre Privacy Policy ( link in fondo alla pagina)