Marco Milia I In aĕre in aquis

Marco Milia I In aĕre in aquis

Titolo

Marco Milia I In aĕre in aquis

Inaugura

Sabato, 7 Dicembre, 2013 - 19:30

A cura di

Carlotta Monteverde

Artisti partecipanti

Marco Milia

Presso

Case Romane del Celio
Clivo di Scauro, Roma

Comunicato Stampa

Si intitola In aĕre in aquis il primo appuntamento di un progetto di tre mostre a cura Takeawaygallery negli spazi del complesso archeologico delle Case Romane del Celio: dal 7 dicembre 2013 al 13 gennaio 2014 verranno presentati i lavori site-specific di Marco Milia (Roma 1976), inaugurazione in coincidenza con l’apertura serale del museo. Nascoste e poco conosciute, le Case del Celio sorgono tra le fondamenta della Basilica dei Ss. Giovanni e Paolo: interamente al coperto, sono riuscite a mantenere intatte le loro peculiarità, conservando affreschi, ninfeo, mosaici e suggestive sovrapposizioni. Testimonianza della vita domestica e sociale della Roma ai tempi dell’Impero —la loro struttura è data della fusione di una domus del II secolo d.C. e di un’insula del III, a comporre un’unica grande residenza alla conclusione dello stesso secolo, fino all’istituzione del titulus cristiano nel IV— sono composte da un dedalo di stanze e stratificazioni, tra ampi vani ed angoli nascosti, percorso ideale ad ospitare un incontro e dialogo con il contemporaneo. La mostra di Marco Milia è la prima mai allestita in questa sede, occasione per generare cortocircuiti e prospettive sempre nuove.

La ricerca dell’artista, connotata da forme rigorose, dall’uso del policarbonato blu e trasparente come unico materiale utilizzato e dalla luce che su di esso produce riflessi e bagliori, esamina la rete di rapporti con il luogo in cui è installato, sia esso il paesaggio naturale o un contesto storico. Il lavoro in situ, parte fondante del suo approccio, si coniuga con la volontà di interazione e reciprocità col pubblico, chiamato a farne esperienza tanto fisicamente che sensibilmente.

Per gli oltre venti ambienti ipogei disposti su diversi livelli il giovane scultore romano ha progettato un percorso scandito da monumentali strutture primarie, ripetendo ed alternando la figura archetipa del cerchio a quella del parallelepipedo. Prendendo in esame tanto le caratteristiche materiali che immateriali del luogo, Milia sceglie gli elementi naturali di acqua ed aria come simbolo e filo conduttore per reinterpretare e dialogare con le Case Romane e la loro storia: il passaggio da una stanza all’altra alterna vani immersi nel blu a spazi di luce pura, in un continuo rimando a quelle sostanze portatrici di vita, così significative tanto nella consuetudine pubblica e sociale romana che in quella privata della domus. L’intervento è la risposta emotiva e sensoriale alle sollecitazioni suggestive del sito, un’atmosfera sospesa e rarefatta: percorrere le sale è come immergersi in aĕre ed in aquis.

 

Info:

In aĕre in aquis – mostra personale di Marco Milia I Progetto: Takeawaygallery I A cura di: Carlotta Monteverde I Organizzata e promossa da Takeawaygallery e Spazio Libero

Apertura serale del museo: 7 dicembre 19.00 – 23.30 I Dal 7 dicembre 2013 al 13 gennaio 2014 

Case Romane del Celio, Clivo di Scauro, Roma

Orari: giov - lun 10.00 / 13.00 - 15.00 / 18.00 - chiuso mart e merc I Ingresso: biglietto intero 6,00 € - biglietto ridotto 4,00 €

Contatti: info@spazioliberocoop.it    www.caseromane.it  takeawaygallery@gmail.com -  http://www.takeawaygalleryroma.altervista.org/Roma/

Sotto l’alta sorveglianza del MiBAC Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo – Soprintendenza Speciale per i Beni Archeologici di Roma I Patrocinio: Ministero dell’Interno – Fondo Edifici di Culto

Sponsor tecnici: SPEDART – Servizi per l’Arte I Progetto grafico: Aurelio Candido I Consulente al lighting design: Paolo Di Pasquale

mostre, arte, eventi, artistici, gallerie, contemporanea

Come Arrivare?

Chi c'è on line?

Ci sono attualmente 1 utente e 599 visitatori collegati.

Informazioni su ''

Accesso utente

CAPTCHA
Inserisci il codice che vedi qui sotto. Serve per evitare la spam e dimostrare che sei un umano e non un computer.

lobodilattice newsletter

Iscrivendoti accetti le nostre Privacy Policy ( link in fondo alla pagina)