Maravee Therapy Preview

Maravee Therapy Preview

Titolo

Maravee Therapy Preview

Inaugura

Venerdì, 21 Agosto, 2015 - 21:00

A cura di

Sabrina Zannier

Artisti partecipanti

Claudia Contin Arlecchino e Ferruccio Merisi

Presso

Chiostro Convento San Francesco
Piazza della Motta 2 Pordenone

Comunicato Stampa

7 mesi di durata complessiva, 5 locations, 5 mostre di cui 2 personali internazionali, 2 video-proiezioni, 4 video-installazioni, 1 video-mapping, 4 performances, 2 spettacoli teatrali, 15 artisti coinvolti provenienti da Italia, Francia, Stati Uniti e Slovenia.
Questi in sintesi i numeri di Maravee Festival 2015, la nuova travolgente edizione della rassegna ideata e diretta da Sabrina Zannier, gestita dall’Associazione culturale Maravee grazie al sostegno dell’Assessorato regionale alla Cultura e dell’azienda Gervasoni, main sponsor del progetto, al contributo dei Comuni di Gemona del Friuli e di Pordenone, che quest’anno si avvale anche delle partnership del Mittelfest e del Gledališče Koper – Teatro Capodistria (Slovenia).

Giunto alla 14° edizione, Maravee Festival ritorna con la scommessa di una nuova tematica. Contemporanea, di pubblico interesse, ampia, complessa, da affrontare con impegno culturale da un punto di vista critico e plurale, ma sempre condita dall'ormai riconosciuto pizzico d’ironia e divertissement: la salute attraverso la lente dell’ossessiva ricerca della perfezione del corpo.

Maravee Therapy. L’ossessiva ricerca della perfezione tra modus vivendi e scienza in fotografie, sculture, video, teatro e danza - questo il titolo dell’edizione 2015 - anticiperà il ricco e complesso concept nella preview estiva in programma venerdì 21 agosto alle ore 21 nel Chiostro del Convento di San Francesco a Pordenone (Piazza della Motta 2), nell’ambito della rassegna Estate in città 2015 del Comune di Pordenone.

Al centro di Maravee Therapy il fondamentale ruolo della cura, intesa come terapia e come dedizione, finalizzata al benessere che si versa in “bellessere”, ponendo l’arte e la scienza sulla stessa linea di percorso. Spazio allora al corpo-chirurgico, che nell’assillo affronta la moltiplicazione identitaria; al corpo-da-laboratorio-genetico, che rinasce nell’ibrido; al corpo-ginnico, teso tra beltà e salute; al corpo-a-dieta, che a tavola mette menù vegetariani.

Ricerche di perfezione tra corpo e mente, che dopo la preview pordenonese Maravee metterà in scena attraverso fotografie, video, sculture, installazioni, performance di teatro e di danza in mostre ed eventi al Castello di Susans di Majano (UD), con inaugurazione sabato 31 ottobre 2015; al Museo Civico di Palazzo Elti di Gemona del Friuli (UD), che inaugurerà sabato 5 dicembre 2015 e, a gennaio/febbraio 2016, alle Obalne Galerije Piran di Capodistria e al Gledališče Koper –Teatro Capodistria (SLO).

Venerdì 21 agosto alle ore 21.00, nel Chiostro del Convento di San Francesco a Pordenone, si esibiranno l’attrice-autrice Claudia Contin Arlecchino e il regista e drammaturgo Ferruccio Merisi nello spettacolo teatrale Il Comportamento Ridisegnato. Una produzione della Scuola Sperimentale dell’Attore / L’Arlecchino Errante, che da anni raccoglie successi nelle sue repliche nel mondo e che per Maravee è stato espressamente aggiornato nella variante sottotitolata Catarsi dell’incurabile, elevandosi così a preview del Festival 2015.

Si tratta di uno spettacolo/studio per una drammaturgia d’attore a partire dalla pittura di Egon Schiele, nella quale, con paziente ricerca e addestramento, Claudia Contin Arclecchino ha individuato un alfabeto di danza per l’attore.

Nato a Vienna nel 1890 e morto d’influenza a soli 28 anni, considerato al tempo un pittore ribelle e scandaloso, oggi Schiele è uno dei simboli più rappresentativi di quella che può essere chiamata la “grande crisi” dell’Arte e della Società del ‘900.

Pronunciare con muscoli e nervi le tensioni e le trasfigurazioni dei corpi e dei caratteri che ha dipinto significa essere trasportati – e trasportare il pubblico – in un mondo di emozioni che contiene moltissimi collegamenti con la nostra sensibilità, la nostra sofferenza e forse anche “per assenza”, come dicono i filosofi, con la nostra speranza contemporanea.

Ferruccio Merisi, regista di quest’avventura, è co-protagonista sulla scena, per raccontare gli orizzonti di un’arte che non copia né sublima la natura umana, ma che la interpreta e la svela a se stessa a volte con rabbia, a volte con nostalgia, nelle sue contraddizioni fondamentali.

Il Comportamento Ridisegnato è una sorta di atelier aperto sul lavoro dell’artista e dell’attore, nato da un linguaggio immaginifico e gestuale straordinario. Ma è anche una collezione di momenti teatrali sperimentali che, a partire da testi di Giuseppe Ungaretti, Antonin Artaud, William Golding e Christa Wolf, oltre che dello stesso Egon Schiele, tratteggiano un affresco della civiltà occidentale dal punto di vista “contrariato” del poeta-profeta, dell’individuo “malato” ed errante, della voce sofferente...che nella “catarsi dell’incurabile” annuncia il concept di Maravee Therapy.

mostre, arte, eventi, artistici, gallerie, contemporanea

Come Arrivare?

Chi c'è on line?

Ci sono attualmente 3 utenti e 588 visitatori collegati.

Informazioni su 'AtemporaryStudio'

Accesso utente

CAPTCHA
Inserisci il codice che vedi qui sotto. Serve per evitare la spam e dimostrare che sei un umano e non un computer.

lobodilattice newsletter

Iscrivendoti accetti le nostre Privacy Policy ( link in fondo alla pagina)