MAD on Paper presenta Cristiano Quagliozzi "Opere su carta"

MAD on Paper presenta Cristiano Quagliozzi "Opere su carta"

Titolo

MAD on Paper presenta Cristiano Quagliozzi "Opere su carta"

Inaugura

Domenica, 27 Luglio, 2014 - 19:00

A cura di

Fabio D'Achille

Artisti partecipanti

Cristiano Quagliozzi

Presso

La Feltrinelli
Via A. Diaz 10, Latina

Comunicato Stampa

Col nuovo appuntamento di MAD on Paper, si viene a creare una sinergia e un’interazione  tra la rassegna, ideata da Fabio D’Achille, di opere su carta ospitata ormai da due anni a La Feltrinelli di Latina, e l’evento attualmente in corso “Odissea Contemporanea”, dove Quagliozzi è presente con un olio su tela. I nostri eventi, ci permettono così di conoscere sempre nuovi artisti e di coinvolgerli anche nelle rassegne "storiche" di MAD, per aprire al pubblico nuovi orizzonti, fargli conoscere nuovi artisti, non solo di Latina, (Quagliozzi è romano), come a dire che l'"Ecomuseo del Lazio virgiliano" si diffonde non solo aprendosi a nuove location, ma anche promuovendo nuovi artisti, in una rete sempre più larga della fruizione dell'arte contemporanea.

Le opere artistiche realizzate da Quagliozzi sono frutto di un lungo periodo di produzioni, l’una con l’altra hanno in comune uno stile distintivo del tutto particolare: nessun tratto si sovrappone mai ad un altro. 
Questa particolarità fa sì che al fruitore venga data “l’ultima parola” sull’impressione avuta, dopo essere stato inglobato in un gioco di spazi pieni e vuoti e immagini oniriche. 
Cristiano Quagliozzi, nasce a Roma nel Luglio del 1983, dall’età di quattro anni riempie continuamente fogli e fogli di disegni.
Consegue gli studi artistici presso un liceo artistico ed in seguito studia all’Accademia delle belle Arti di Roma alla cattedra di pittura dove si laurea nel 2007 con l’indirizzo di storia dell’arte contemporanea.
Dopo la tesi parte per Parigi dove rimane un anno, una città in cui può dedicarsi allo studio dell’arte archeologica, dei Maestri del passato e dell’arte moderna e contemporanea passando tutti i giorni dentro i musei e creando una confusione positiva.
Partecipa a numerose mostre collettive e nel 2008 presenta la sua prima mostra personale “Concetti Astrali”, presso la galleria l’Aquario di Roma, mostra che ha un ottimo riscontro dalla critica.
Nel Giugno 2012 presenta la sua prima performance, “Parabola del ricco” ideata e realizzata con la performer Fabiola Prato all’interno dell’evento “Casa Mostra, la Corte del Contemporaneo”.
Negli ultimi anni, sia attraverso azioni performative, che attraverso le sue opere si rivolge alla dimensione del sogno, l’opera diventa un’esperienza da leggere ed interpretare esclusivamente attraverso i suoi elementi, spesso nati da associazioni libere. Una dimensione onirica che da personale si rivolge alla collettività suggerendo, attraverso cortocircuiti culturali ed intimi dell’artista, la rilettura di simbologie che richiamano spesso a miti e religioni per suggerire nuove “visioni”.
Negli ultimi tempi ha deciso di viaggiare, di unire il suo percorso intellettuale ad un percorso di tipo geografico, muovendosi prevalentemente a piedi per ritrovare contatto con il tempo e lo spazio in una dimensione di semplicità e austerità, lasciandosi ispirare dal viaggio per nuove opere ed azioni.
Attualmente risiede principalmente a Roma e si dedica soprattutto ad opere grafiche.
Dall’arte di Cristiano Quagliozzi ne è nata una raccolta, “Quando gli uomini non avevano le ali” (Edizioni Polìmata), il libro verrà presentato negli spazi della libreria Feltrinelli nei prossimi giorni.

 

Contributi critici

 

CRISTIANO QUAGLIOZZI,

OVVERO IL GIARDINO DELLE LINEE CHE NON SI INCROCIANO.

 

 

Questo è un viaggio-opera, non è un catalogo; la prima linea dà il via alla seconda, e così via… Le immagini si formano da sole, per quanto il protagonista - e protagonista è qualunque fruitore di quest’opera -  riesce a volare. Apparizioni, non appena il Faber Castell 0.4 tocca il foglio bianco, sogni di sogni in volo, l’inconscio traccia per noi percorsi possibili, tutti appartenenti al mondo. E il mondo, per l’artista, è proprio quello che lui si inventa. Libera forze primarie, scardina le strette regole della razionalità lasciandosi in una pittura segnica automatica che lo avvolge. Erotismo onirico che fuoriesce da sottili strati di coscienza liberata. Cristiano sceglie un linguaggio semplice e in qualche modo provocatorio, capace di lanciare al fruitore stimoli differenziati. Lui stesso a volte scopre nei suoi lavori dei particolari nascosti che lo affascinano di colpo. E di colpo di trova a volare. Eppure, dice l’artista, nessuno vede mai un uomo volare, proprio perché il volo è personale e nessuno può vederlo. Buon viaggio Cristiano. Il tuo cammino è lastricato di poesia.

 

Marco Fioramanti

 

Vernissage: Domenica 27 luglio ore 19,00

A cura di: Fabio D’Achille

Sede: La Feltrinelli, Via A. Diaz, 10 - Latina

Orari: Tutti i giorni 9,30 – 13,00/16,30 – 20,30. Chiuso il Lunedì mattina. Fino al 31 agosto 2014

Info: 393.3242424 – eventi@madarte.itwww.madarte.it

Ingresso libero

 

 

mostre, arte, eventi, artistici, gallerie, contemporanea

Come Arrivare?

Chi c'è on line?

Ci sono attualmente 1 utente e 610 visitatori collegati.

Informazioni su ''

Accesso utente

CAPTCHA
Inserisci il codice che vedi qui sotto. Serve per evitare la spam e dimostrare che sei un umano e non un computer.

lobodilattice newsletter

Iscrivendoti accetti le nostre Privacy Policy ( link in fondo alla pagina)