MA-EC Art Expo Milano

MA-EC Art Expo Milano

Titolo

MA-EC Art Expo Milano

Inaugura

Sabato, 28 Giugno, 2014 - 19:00

A cura di

Mario Napoil

Artisti partecipanti

Sergio Acerbi, Jacopo Baccani, Gio Baia, Lucien Bello, Alessandro Beretta, Marta Boccone, Luciana Bornheber, Stefano Borroni, Berit Bredhal Nielsen, Cristina Calderara Jaime, Ugo Carmeni, Loris Cavallari, Valeria Crisafulli, Franco Dallegri, Marco De Barbieri, Diego De Crescenzo, Angelo de Francisco, Michele Di Tonno, Drina A12, Andrea Fantechi Connell, Silvia Finetti, Eleonora Gerbotto, GioVinci, Elena Guarrera, Sabina Hagverdi, Stefania Hepeisen, Alberto Lanzaretti, Elie Laurie-Raihani Forough, Sylvia Loew, Lupin, Luisa Maggioni, Alessandra Martignone, Claudia Masoni, Giuseppe Menozzi, Emanuela Mezzadri, Domenico Miserendino, Antonella Modàffari Bartoli, Marco Mondani, Giorgio Mozzo, Nanuk, Giorgia Napoletano, Silvia Nervi, Juan Eugenio Ochoa, Gabriella Oliva, Alessandro Palmigiani, Emanuela Pasolini, Adriana Pinosanu, Michele Protti, Ezio Ranaldi, Luca Ricci, Roberto Ripamonti, Stefania Rizzelli, Rob72, Rossella Roli, Sabrì, Maryna Sakalouskaya, Rita Scarpelli, Roberto Scarpone, Lara Serofilli, Maria Jole Serreli, SOx Stefania Grazioli, Antonella Stellini, Fatbardha Sulaj, Marcello Terruli, Lorena Totolo, Giuseppina Valeggi.

Presso

MA-EC – Milan Art & Events Center
Via Lupetta 3 Milano

Comunicato Stampa

Gli universi di Alessandro Palmigiani in mostra

 

 

Sarà presente anche l’artista Alessandro Palmigiani con la sua nuova opera “Come costruire un universo che non cada a pezzi dopo due giorni ”

nella collettiva MA-EC Art Expo a Milano che si inaugurerà il prossimo 28 giugno nei nuovi spazi di Via Lupetta.

L’opera “Come costruire un universo che non cada a pezzi dopo due giorni ” è stata inserita nel libro “Tiltestetica” pubblicato da Giorgio Mondadori Editore e presentato a Roma durante l’inaugurazione della triennale da Achille Bonito Oliva e Daniele Radini Tedeschi. Ha riscosso consensi anche durante la rassegna “Pixels of Identities” a Venezia i primi di giugno in concomitanza con la Biennale di Architettura. 

Il titolo dell’opera ispirato a Philip Dick è una denuncia contro lil concetto della realtà manipolata.

La mostra MA-EC Art Expo sotto la direzione di Mario Napoli è nata per sperimentare un inedito sistema internazionale tra la “trinità” delle arti visive - pittura, scultura e fotografia - e il pubblico. Un evento che si presenta come novità nel dibattito culturale milanese, ma su cui si può scommettere. In primo luogo perché MA-EC Art Expo è stato sviluppato all'interno di uno spazio catalizzante e culturalmente dinamico, il Milan Art & Events Center, dove l'arte contemporanea è una realtà vera, non un complemento da copertina. Secondariamente, poiché questo concorso si connota per una pretesa non da poco, che è anche tra le motivazioni alla base della sua genesi: dare corso ad una più complessa varietà di sperimentazioni/digressioni nel campo del visuale. Che significa andare incontro ad un'arte contemporanea per cui l'utopia multiculturale sia più di un'etichetta, e la cui pluralità espressiva costituisca una sicura porta d'accesso verso territori divulgativi mai risolutamente determinabili. Un'arte contemporanea quindi che sia davvero messa nella posizione di dare il proprio contributo socialmente attivo all'interno di qualsiasi ordinamento culturale. 

 

mostre, arte, eventi, artistici, gallerie, contemporanea

Come Arrivare?

Chi c'è on line?

Ci sono attualmente 0 utenti e 411 visitatori collegati.

Informazioni su ''

Accesso utente

CAPTCHA
Inserisci il codice che vedi qui sotto. Serve per evitare la spam e dimostrare che sei un umano e non un computer.

lobodilattice newsletter

Iscrivendoti accetti le nostre Privacy Policy ( link in fondo alla pagina)