LONDON /UK La Donna Bifronte - Arte la mia seconda pelle

LONDON /UK La Donna Bifronte - Arte la mia seconda pelle

Titolo

LONDON /UK La Donna Bifronte - Arte la mia seconda pelle

Inaugura

Lunedì, 22 Settembre, 2014 - 18:00

A cura di

CARLOS

Artisti partecipanti

Rosa Didonna

Presso

The Framers Gallery
36, Windmill Street, london

Comunicato Stampa

GZ Present

TUNNEL - PROJECT 2014

from 23 - 27 September 2014

"The Framers Gallery" 36, Windmill Street,

LONDON /UK

La Donna Bifronte - Arte la mia seconda pelle

di Rosa Didonna

VERNISSAGE -  Tuesday 23 september

at 18.00/20,30  in London

L’età antica è stata attraversata da crisi politico-sociali e religiose.

In Occidente ci sono state figure femminili che hanno giocato un ruolo determinante a vantaggio delle donne dell’Oriente.

Oggi è possibile leggere con chiarezza le tracce del loro influsso e nella politica e nella religione, come pure nella cultura. Dal punto di vista sociale il ruolo che la donna Occidentale si è conquistata è la famigerata libertà di muoversi,di agire in un certo modo, di raggiungimento completo dell’ indipendenza economica.

 La società impone un modello di donna-oggetto sempre perfetta e vincente dove però la donna Occidentale è consapevole e si dibatte sulla mercificazione di cui è divenuta oggetto.

Allo stesso modo e non tanto differente la questione è vissuta dalla donna Orientale,

essa combatte le sue problematiche di sottomissione al potere maschile.

Là dove sorge il Sole spunta la Luna, in quel dove appare la Luna il Sole si recondita.

 

Rosa Didonna installa un’onda di femminilità inedita mettendo in comunicazione la donna dell’Occidente e quella dell’Oriente e la loro differenza.

Mentre per la donna Occidentale si è sviluppato il sistema  della mercificazione del corpo,

per la donna Orientale il sistema è tutt’ora in lotta per il futuro della propria prole.

Quello che copre la donna Orientale, viene scoperto dalla donna Occidentale e viceversa quello che scopre la donna Orientale lo copre la donna Occidentale.

A congiungere  questi due forzieri dorati di un mondo totalmente e apparentemente differente è un  sistema antimagnetico, in cui i due opposti respingono le attrazioni ed attraggono le respingenti.

Il particolare ispirativo del messaggio della mostra- performanceLa Donna Bifronte Arte la mia seconda pelle”di Rosa Didonna vuol essere, per la donna Orientale, una evocazione del telo bianco che definisce lo spazio delineato da pietre, circondato dalle lapidazioni e dalle violenze subite, mentre per la donna Occidentale vuol essere un fermo-immagine del messaggio negativo-positivo nel  positivo-negativo unendole in un unico emblema femminile di un Est e di un Ovest immaginari.

 

La mostra alla"The Framers Gallery"narra di un corpo muliebre che mette in luce ciò che l’inibito Oriente custodisce ,come mistero, occulto, velato, secretato, sacro e proibito.

L’accomunante è l’innato germe della rinascita dello svecchiamento dell’Arte dove la stessa Rosa Didonna, consacrata Sacerdotessa nell’Arte, mette in mostra il suo potere di depositaria di una biedrica Verità, mettendo in scena i due  mondi e le loro innumerevoli riflessioni sulla storia.

Inoltre non si limita a dare forma di tono moralistico alla sua poetica, ma la fa seguire attraverso la sua seconda pelle in una doppia figura femminile amante dell’Arte e del mondo contaminando allo stesso tempo i diversi modi psicologici.

Il suo messaggio è  di rigenerazione morale nel contesto della società odierna, i cui costumi, pur diversi tra loro,come il passato e il presente, tracciano aspetti dello stesso stile di Sibilla, figura retorica molto utilizzata dall’autrice,dove l’artista dimostra la grande capacità di penetrazione storiografica.

 

 

 

Rosa Didonna goes live the impeccable knowledge of the city of London, in particular the Tunnel Project-23-27 September 2014. With the passion that unites the research as a tool for development and dissemination of art in the world. The artistic message of Rosa Didonna has no boundaries, no limits, no speech, no conditions, but unites all peoples in the rejuvenation of art in the world. It is the meeting between their work and the recovery of contemporaneity between Art and universal dialogue. The exhibition communicates the contamination of the places in the diversity of all the arts. It integrates with the context of the territory he is unable to give it new and visibility, raising questions about the type of relationship, stupor, communication, awakening, of  focus on primary objective of strengthening the universal creativity in a single imaginary game of art , turning to the memory  symbolic of the place that hosts it. That symbolic place that hosts it.  The message of the Sibyl Rosa Didonna consecrated priestess of truth is in the art of the Hermetic writings of the Cumaean Sibyl.  Rosa Didonna installed in the exhibition and performance "Two-Faced Woman - Art is my second skin" unprecedented wave of femininity putting in communication the difference of the woman in the West and the East. The exhibition International Exhibition of Contemporary Art.

As for the western woman, the society has developed the system of commodification of the body, the system places the oriental woman still fighting for the future of their children.

To merge these two worlds gold for a totally different world, it seems, Rosa Didonna using an anti-magnetic system in which the two opposites attract and repel each other, an evocation of white fabric that defines the boundary of the space stones surrounded by stoning and violence; while the Western woman wants to be a still-image of the negative message in a positive-negative-positive uniting them in a single emblem imaginary between East and West.

The exhibition in the Gallery Framers tells of a female body that highlights what the East is veiled, sacred and forbidden.

The common element is the natural seed of renewal rebirth of art in which the same Didonna Priestess in Art, shows his power of Truth Biedrica of both worlds and their countless reflections on history.

Moreover, not only as a form of moralistic tone to his poetry, but follows him through his second skin in a double female figure contaminating the world at the same time, his message of regeneration in the context of today's society.  The goal is to lead the viewer into the scene inside his prophetic mime as an active part of the artwork. Everything should be a vision in which everyone can be involved in the rejuvenation of his art.

 

Per info:Rosa Didonna Art Director GLOBALART Cell.347/1843201 Tel. 080/4782863 GLOBALART Via Ugo Foscolo 29- 70016 Noicattaro (BA) info@globalartweb.org www.globalartweb.org 
https://www.facebook.com/rosa.didonna.9 http://www.facebook.com/www.youtube.com /user/globalartdidonna www.rosadidonna.jimdo.com

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Come Arrivare?

Chi c'è on line?

Ci sono attualmente 1 utente e 569 visitatori collegati.

Informazioni su ''

Accesso utente

CAPTCHA
Inserisci il codice che vedi qui sotto. Serve per evitare la spam e dimostrare che sei un umano e non un computer.

lobodilattice newsletter

Iscrivendoti accetti le nostre Privacy Policy ( link in fondo alla pagina)