L'INCERTEZZA DELLA CONOSCENZA NON ERA DIVERSA DALLA SICUREZZA DELL'IGNORANZA

L'INCERTEZZA DELLA CONOSCENZA NON ERA DIVERSA DALLA SICUREZZA DELL'IGNORANZA

Titolo

L'INCERTEZZA DELLA CONOSCENZA NON ERA DIVERSA DALLA SICUREZZA DELL'IGNORANZA

Inaugura

Venerdì, 7 Novembre, 2014 - 18:00

A cura di

Gaia Palombo

Artisti partecipanti

Jamila Campagna

Presso

Spin
Via Vodice 8, Roma

Comunicato Stampa

Installazione fotografica di Jamila Campagna 
a cura di Gaia Palombo

Inaugurazione venerdì 7 novembre 2014 dalle ore 18.00
Spin, Via Vodice 8, Roma - fino a giovedì 13 novembre
dal 14 al 21 novembre 2014
Laboratorio Fotografico Corsetti
Via dei Piceni 5/7, Roma

Il lavoro di Jamila Campagna riflette sul concetto di conoscenza attraverso il mezzo fotografico.
Il soggetto della sua ricerca è il palazzo che da anni fotografa dalla finestra del proprio appartamento. "L’incertezza della conoscenza non era diversa dalla sicurezza dell’ignoranza" è una sequenza di 10 foto b/n in formato quadrato, 50x50. La ripetizione degli scatti nel tempo coglie, registrandoli, gli impercettibili cambiamenti delle ore del giorno, delle stagioni e del clima.
Accanto alle foto sono esposti quattro taccuini, vero e proprio corpus preparatorio al progetto che prende il nome da un aforisma di Charles Bukowski tratto dal Taccuino di un vecchio sporcaccione.
La scelta del titolo rivela l’interesse per l’aspetto linguistico condensato nei taccuini. Come in un blocco di appunti, fotografie del palazzo in piccolo formato si alternano a frasi scritte a mano, sovrapposte a disegni e schizzi dell’edificio. La scrittura, il disegno e la fotografia si stratificano in modo articolato creando un percorso di ricerca che diventa al contempo emblema dell’inconoscibile, fino all’ultimo taccuino in cui l’artista approda a una riflessione sulla fotografia quale “mezzo che sottolinea l’impossibilità di conoscere”.
In "L’incertezza della conoscenza non era diversa dalla sicurezza dell’ignoranza" la conoscenza della realtà permane in una soglia di indecidibilità di fronte alla cui incompletezza lo sguardo dello spettatore è costretto ad arrestarsi, insieme all’artista. Come sottolinea Jamila Campagna: “La ripetizione è un mantra. Non è ossessione ma pazienza. In questo senso il progetto è fotografico: non documentativo ma paziente. La pazienza fotografica”.
Il progetto installativo è ulteriormente arricchito da un pattern sonoro appositamente realizzato ed eseguito live da AleKtron e dall’ambientazione nello spazio ipogeo dello Spin, nei locali progettati da Innocenzo Sabbatini per lo scultore Giovanni Prini nel 1926.

Stampe ai sali d’argento eseguite da Rolando ed Eugenio Corsetti presso il Laboratorio Fotografico Corsetti.

Jamila Campagna nata a Latina nel 1987, laureata in Scienze Storico-artistiche, presso l’Università La Sapienza di Roma, con una tesi in Storia della fotografia contemporanea, considera lo studio della Storia dell’arte come una sorta di summa mundi, punto d’incontro di tutte le discipline. Parallelamente agli studi universitari, nel 2009 ha conseguito un diploma presso la Scuola Romana di Fotografia, specializzandosi in Reportage fotografico presso l’Istituto Superiore di Fotografia e Comunicazione Integrata di Roma, nel 2010. Nel 2013 ha inoltre conseguito il Master Curatore Museale e di Eventi presso lo IED di Roma.

Alessandro Tomei, in arte AleKtron, è programmatore MIDI e tecnico del suono diplomato al Saint Louis di Roma. Inizia il suo percorso come pianista e batterista; successivamente approfondisce la sua ricerca musicale dedicandosi a sintetizzatori analogici e drum machine, sulla scorta delle correnti new wave e elettroniche berlinesi. In questi anni ha fatto parte delle band My Casbah e ShirleySaid, fino ad arrivare al progetto sperimentale di musica concreta KoZmo: paesaggi sonori e contaminazioni video, sonorizzazioni di filmati d’epoca con approccio postmoderno, utilizzando microfoni a contatto e strumentazioni di recupero. Appassionato di potenziometri e forme d’onda, Alektron è, inoltre, programmatore elettronico, compositore di colonne sonore per cortometraggi e live performer.

Calendario:

Inaugurazione: venerdì 7 novembre 2014 ore 18.00

Spin, Via Vodice 8, Roma, dal 7 al 13 novembre 2014

Laboratorio Fotografico Corsetti, Via dei Piceni 5/7, Roma, dal 14 al 21 novembre 2014

Partner:

Spin: http://www.studiospin.it/

Laboratorio Fotografico Corsetti: http://www.corsettilab.com/

AleKtron: https://soundcloud.com/alektronproject;

Azienda Agricola Ganci: http://www.cantinaganci.it/

Media partner:

IL MURO www.ilmuromag.it;

mostre, arte, eventi, artistici, gallerie, contemporanea

Come Arrivare?

Informazioni su ''