L'ARCOBALENO E IL PATTO - lorenzo piemonti

L'ARCOBALENO E IL PATTO - lorenzo piemonti

Titolo

L'ARCOBALENO E IL PATTO - lorenzo piemonti

Inaugura

Mercoledì, 15 Maggio, 2013 - 16:00

A cura di

comunità ebraica di casale monferrato

Artisti partecipanti

lorenzo piemonti

Presso

comunità ebraica di casale monferrato
Vicolo Salomone Olper, 44, Casale Monferrato

Comunicato Stampa

L’arcobaleno e il patto
Inaugurazione della mostra personale del maestro
Lorenzo Piemonti

Comunità Ebraica di Casale Monferrato
Vernissage 26 maggio - 17 SIVAN
Ore 16,00 Sala Carmi
durata della mostra 26 MAGGIO/16 GIUGNO - 8 TAMMUZ / 17 SIVAN
aperto tutti i giorni
orario 10:00 - 12:00 / 15:00 - 18:30

LORENZO PIEMONTI
Nato nel 1935 a Carate Brianza (Milano), dove vive e lavora nella sua casa di ringhiera. Si è imposto all’attenzione della critica nazionale e internazionale per i suoi risultati plastici che traggono dal numero la loro matrice prima e svolgono in progressione tridimensionale, le molteplici variazioni di una sequenza numerica.
L’arte figurativa non è stata estranea all’attività di Piemonti, egli però a decorrere dalla metà degli anni sessanta, ha inteso muoversi su un percorso, dove la disciplina mentale e il rigore logico, uniti all’abilità manuale, si concentrano in una sintesi di forte impatto visivi e ambientale.
La personalità dell’artista maturata dalla decennale permanenza nella Svizzera centrale, nei contatti con i maestri del concretismo svizzero si è sviluppata in una direzione estremamente individualizzata, testimoniata dai cromoplastici-cromoplastici MADì e dalle recenti Accelerazioni.
Il rigore di Piemonti consiste in definitiva nel rendere visibile il disordine del mondo mediante la balenante armonia, non già dell’ordine, bensì della bellezza e delle sue ondulazioni. (da Tommaso Trini 1992).
Con un rappresentante del movimento MADì argentino, è co-fondatore del gruppo Italia (materialismo dialettico) presente in mostre personali e di gruppo in Francia, Svizzera, Serbia, USA, Spagna, Ungheria, Romania, ecc. Durante il periodo svizzero 1965-1975, collabora come scultore, creando il manichino Loisir 2000 per la Schlaeppischfensterfiguren di Zurigo, modelli per esposizioni di moda, utilizzati da stilisti come: Balenciaga nei Musei di Zurigo e Madrid, da Yves Sant Laurent al Metropolitan Museum d’Arte di New York, Museo delle Arti e della Moda al Louvre di Parigi, Armani al Guggenheim di New York, Curege, e altri nelle più importanti metropoli del mondo.
Nel percorso espositivo Museale: Mostra personale al Museo Pagani, Legnano (Varese) 2000, Mostra personale al MAGA Museo della Città di Gallarate (Varese) 1992, Museo Nazionale Città di Belgrado Mostra personale, 1995, dal 2003 è presente con opere al Kilgore Law Center and MADì Museum di Dallas (Texas), USA, e mostra personale antologica nel 2007, opere di Piemonti si trovano anche nei musei delle varie città italiane e straniere.
In seguito all’incontro con Elio Carmi, avvenuto nell’ottobre 2012, presso il Museo dei Lumi di Casale Monferrato, Lorenzo Piemonti ha voluto contribuire alla Festa di Chanukkah creando appositamente un’opera la quale verrà esposta nel Museo durante la Celebrazione. Il cromoplastico avente come titolo Il Cortile dei Gentili vuole rappresentare quindi, attraverso il suo tipico stile di impatto visivo e rigore geometrico, il significato intrinseco di questa Celebrazione: La Volontà di sopravvivere ed il dominio della Luce sull’Oscurità.

mostre, arte, eventi, artistici, gallerie, contemporanea

Come Arrivare?

Informazioni su ''