Iseo Jazz Festival " Un certo modo di vedere il Jazz " mostra personale di Mauro Modin

Iseo Jazz Festival " Un certo modo di vedere il Jazz " mostra personale di Mauro Modin

Titolo

Iseo Jazz Festival " Un certo modo di vedere il Jazz " mostra personale di Mauro Modin

Inaugura

Lunedì, 15 Luglio, 2013 - 19:00

A cura di

Maurizio Franco

Artisti partecipanti

Mauro Modin

Presso

Casa Pannella
via Duomo 39 Iseo

Comunicato Stampa

 

MAURO MODIN

UN CERTO MODO DI VEDERE IL JAZZ                    

a cura di MAURIZIO FRANCO

Mauro Modin è stato definito “un pittore per la musica”. Il termine è giusto, perché questo artista, nato nel 1963, con una lunga carriera alle spalle fatta di innumerevoli mostre personali, ama dipingere jazzmen, rocker, musicisti hip hop e quindi, negli ultimi anni, il suo lavoro ha logicamente trovato spazio anche all'interno di alcuni festival jazzistici.
Iseo Jazz, che ha una tradizione di esposizioni legate al jazz  e dedicate sia ad artisti che a questa musica hanno guardato, sia a jazzisti che si sono rivolti alla pittura, ha naturalmente accolto il mondo poetico di un artista che al jazz ha dedicato gran parte del suo impegno creativo, facendone il fulcro di una pittura ispirata da  tante fonti.
L'opera di Modin può infatti ricordare Basquiat quanto l'espressionismo del secondo novecento e parte dalla figura, dalla fotografia degli artisti scelti come soggetti, per costruire intorno ad essa un tessuto emozionale di forte impatto coloristico, ottenuto grazie ad ampie pennellate, a colori intensi che investono l'immagine pur lasciandola riconoscibile, ponendola al centro della tela e conferendole una particolare aura   accentuando  la forza evocativa e l'impatto psicologico del soggetto scelto. Una filosofia espressiva resa possibile dalla passione e dalla conoscenza della musica, e del jazz in particolare,  che permette all'autore di vivere la propria opera come  proiezione dei sentimenti e delle emozioni che il mondo musicale del soggetto scelto suscita su di lui, operando in maniera tale da suscitare molteplici riflessioni e arditi parallelismi tra suoni e immagini. Il jazz che Modin ama è naturalmente quello di cui riproduce i maestri sulla tela, oppure su sedie e tavoli dipinti con una concezione da “arte applicata”, e negli anni  ha  ritratto centinaia di musicisti  proponendone una personale lettura nella quale i colori  assumono una peculiare rilevanza. Una pittura, la sua, capace di proporre  il lato meno problematico dell'espressionismo, spogliandolo dall'angosciosa drammaticità che spesso lo anima perché l'obiettivo della sua arte, come ha più volte chiaramente affermato,  è quello di dispensare benessere  a chi la guarda, condividendo ciò che secondo lui è anche il fine ultimo della musica. 

Maurizio Franco

PROGRAMMA :

LE NUOVE ONDE - EDIZIONE 2013 -

Superata l'edizione del ventennale, Iseo Jazz prosegue nella documentazione delle nuove realtà del jazz italiano senza dimenticare le personalità che fanno grande il nostro jazz a livello internazionale o quelle che appartengono alla storia italiana di questa musica. Nel programma ci sono due progetti speciali commissionati per l'occasione: uno dedicato a un organico reso celebre da Benny Goodman e un altro alla musica di Armando Trovajoli, che si uniscono al recital di Antonello Salis, premio Iseo 2013, e al concerto del trio di Mauro Ottolini, premio Top Jazz 2012, per dare vita a quattro appuntamenti di grande impatto spettacolare e artistico. C'è poi una formidabile linea verde, rappresentata da Camilla Battaglia (tenuta a battesimo da Carlo Morena), dal duo Casagrande-Sigurtà, due nuovi talenti consacrati dalla critica italiana negli ultimi anni, dalla performance di Luca Perciballi con il pittore Mattia Scappini e dal sempre più apprezzato quartetto Neko di Francesco Diodati, tutti nuovi esponenti della contemporaneità del jazz italiano e delle sue sfaccettate tendenze espressive. Un festival, aperto dalla consueta anteprima in cui dialogano tra loro brani classici e improvvisazioni jazz, che nel suo complesso si caratterizza come un progetto unico, da vivere nella sua interezza. 

25 maggio – Iseo, Sagrato della Pieve di S.Andrea
Piani diversi con Intra-Motterle-Franco
Enrico Intra (pianoforte), Massimiliano Motterle (pianoforte), Maurizio Franco (conduzione)
anteprima di Onde Musicali e Iseo Jazz

17 luglio – Palazzolo sull'Oglio, Palazzo Comunale, ore 21
Camilla Battaglia quartetto con Carlo Morena
Camilla Battaglia (voce), Carlo Morena (pianoforte), Raffaele Romano (contrabbasso), Alessandro Rossi (batteria)

Paolo Tomelleri Trio con Michele Di Toro e Tony Arco
Paolo Tomelleri (clarinetto), Michele Di Toro (pianoforte), Tony Arco (batteria)
La via di Benny Goodman – progetto speciale del festival

18 luglio, Iseo, piazza Statuto, ore 21
Francesco Diodati Neko Quartet
Francesco Bigoni (sax tenore), Francesco Diodati (chitarra), Francesco Ponticelli (contrabbasso e basso elettrico), Ermanno Baron (batteria)

consegna targa Top Jazz della rivista Musica Jazz a Mauro Ottolini

Mauro Ottolini Trio con Simone Zanchini/Daniele D'Agaro
Mauro Ottolini (trombone), Daniele D'Agaro (clarinetto, sassofoni), Simone Zanchini (fisarmonica)

19 luglio – Iseo, Castello Oldofredi, ore 21
Luca Perciballi e Mattia Scappini
Luca Perciballi (chitarra, live electronics), Mattia Scappini (live painting)
Fragile - performance multimediale

Luca Conti e Vincenzo Caporaletti presentano il libro di Maurizio Franco: Oltre il Mito (LIM)

Federico Casagrande/Fulvio Sigurtà duo
Fulvio Sigurtà (tromba), Federico Casagrande (chitarra)

20 luglio, Iseo, Lido di Sassabanek ore 21
Recital di Antonello Salis
Antonello Salis (piano e fisarmonica)

consegna premio Iseo a Antonello Salis e Angela Filiberti

Antonio Faraò Quartetto
Luigi Di Nunzio (sax tenore), Antonio Faraò (pianoforte), Martin Gjakonovski (contrabbasso), Vladimir Kostadinovic (batteria)
Omaggio ad Armando Trovajoli- progetto speciale del festival

Iseo, Casa Pannella, dal 15 al 21 luglio
Un certo modo di vedere il jazz
Mostra personale di Mauro Modin

direzione artistica Maurizio Franco

organizzazione: Musica Oggi – Sviluppo Turistico Lago d'Iseo Sassabanek
ufficio stampa: Marta Galli
amplificazione e luci: CDPM Sound Service
Iseo Jazz utilizza pianoforti San Michele e batterie Le Soprano

Tutti i concerti sono gratuiti tranne quello del 25 maggio (10 euro) e quello del 20 luglio (15 euro).
 

Immagini

mostra d'arte, evento, artista, curatore, artistici
mostra d'arte, evento, artista, curatore, artistici
mostra d'arte, evento, artista, curatore, artistici
mostra d'arte, evento, artista, curatore, artistici
mostra d'arte, evento, artista, curatore, artistici
mostre, arte, eventi, artistici, gallerie, contemporanea

Come Arrivare?

Chi c'è on line?

Ci sono attualmente 1 utente e 607 visitatori collegati.

Informazioni su 'mauro modin'

Accesso utente

CAPTCHA
Inserisci il codice che vedi qui sotto. Serve per evitare la spam e dimostrare che sei un umano e non un computer.

lobodilattice newsletter

Iscrivendoti accetti le nostre Privacy Policy ( link in fondo alla pagina)