Interno 14: "The doors of perception_Le porte della percezione" di Simone Bertugno - a cura di Helia Hamedani

Interno 14: "The doors of perception_Le porte della percezione" di Simone Bertugno - a cura di Helia Hamedani

Titolo

Interno 14: "The doors of perception_Le porte della percezione" di Simone Bertugno - a cura di Helia Hamedani

Inaugura

Giovedì, 13 Novembre, 2014 - 18:30

A cura di

Helia Hamedani

Artisti partecipanti

Simone Bertugno

Presso

Interno 14
Via Carlo Alberto 63 - 00185 Roma

Comunicato Stampa

Il giorno 13 Novembre 2014 ore 18.30 Interno 14_lo spazio dell’AIAC – Associazione Italiana di Architettura e Critica presenta “The doors of perception_Le porte della percezione” di Simone Bertugno, mostra a cura di Helia Hamedani con i contributi di Claudio Libero Pisano e Mike Watson.

<<La mostra di Simone Bertugno è intitolata come il libro di Huxley; entrambi parlano di stati psichedelici complessi della percezione.
La mostra è composta da tre porte, tre stanze, tre mondi percettivi possibili ed immaginari dell'artista. Il percorso prende inizio con una sorta di Totem, un tronco floreale e lucido. Con la prima porta entriamo, discendiamo, nel complesso microcosmo di ceramica policroma. La seconda porta ci apre al mondo immaginario delle isole, dei fiori; animali grotteschi ed estranei […] Le isole sono ulteriormente divise in due da una lastra di vetro che delimita i mondi paralleli: sopra/sotto, esterno/interno, visibile/invisibile; tra ciò che vediamo e ciò che si potrebbe sognare [...] La terza porta, ovvero la risonanza come la chiama l'artista, è dedicata ad un'installazione sonora. I fiori stravaganti e bizzarri questa volta sono metamorfizzati in dei flauti. Rumore mostruoso, colore limpido dei fiori! Il sentire estetico indirizza la nostra percezione ad un orizzonte più ampio; è sentire la risonanza degli universi possibili...
Lo spazio espositivo alla fine è sempre uno spazio narrativo. Spuntano dalle corolle dei fiori piccole teste di scimmia... la montagna si riempie di vermi sottili... l'universo dei poliedri... il feto che nasce dalla roccia verde... la metamorfosi dell'orso-uomo... tanti organi sessuali ovunque... e tanta, tanta giocosità. Le porte della percezione sono sempre le aperture che l'artista ha il dono di attraversare, per mostrarci con il suo innocente stupore infantile il nostro senso di colpa per l'autocensura dell'immaginabile. Le porte della percezione di Simone Bertugno ci ricordano che ciò che è immaginabile, è possibile.>>
Tratto da "The doors of the perception" di Simone Bertugno" di Helia Hamedani, autunno 2014

Simone Bertugno è nato nel 1963 a Roma, dove vive e svolge la sua attività artistica. Per saperne di più: www.simonebertugno.com/info@simonebertugno.com

Interno 14 è a Roma in Via Carlo Alberto 63.

L'iniziativa non si prefigge finalità commerciali di alcun genere, ma fa parte delle attività culturali dell'associazione. L'evento sarà strettamente su invito e prenotazione: mandare una mail a uffstampaaiac@presstletter.com

La mostra è visitabile dal 14 al 27 Novembre tutti i giorni dalle 17 alle 21 e su appuntamento: (+ 39) 333 21 75 958     (+39) 320 078 5573

Associazione Italiana di architettura e Critica
www.architetturaecritica.it
UFFICIO STAMPA AIAC
Roberta Melasecca
uffstampaaiac@presstletter.com
tel. 349 4945612
per info eventi: www.presstletter.com

mostre, arte, eventi, artistici, gallerie, contemporanea

Come Arrivare?

Informazioni su 'roberta melasecca'