Indagine sulle terre estreme

Indagine sulle terre estreme

Titolo

Indagine sulle terre estreme

Inaugura

Martedì, 20 Maggio, 2014 (Tutto il giorno)

Artisti partecipanti

Alessandro Carboni

Luca Coclite

Andreco

Presso

Ramdom
laStation, via Stazione, 73034 Gagliano del Capo (LE)

Comunicato Stampa

Indagine sulle terre estreme

 

ANDRECO, CARBONI, COCLITE

Laboratori e residenze d’artista

27 maggio/7 giugno

 

 

Dalla Colonia Scarciglia di S. Maria di Leuca, monumento dell'abbandono urbano in uno dei luoghi più evocativi della costa meridionale, dai simboli culturali e geografici di una terra al “margine”, il capo di Leuca, luogo di approdo e osservazione da cui ribaltare la visione del continente.

È da qui, dall’estremità della Puglia, d’Europa e del e del mediterraneo, che nei mesi di maggio e giugno partiranno tre diversi progetti d'indagine condotti dall'associazione “Ramdom” attraverso tre diversi artisti, che lavoreranno sullo spazio e sul senso di comunità, sulle politiche culturali e sul patrimonio artistico.

Il programma rientra nel progetto Gap, la città come galleria d'arte partecipata, finanziato da Fondazione con il Sud e avrà come quartier generale del progetto la Station, l'ultima stazione delle ferrovie SudEst verso a Gagliano del Capo, che sarà recuperato e destinato a fare da avamposto alle azioni.

 

A cominciare i lavori saranno tre artisti italiani che incentrano il proprio lavoro su i “landscape” umani e ambientali: Luca Coclite, Alessandro Carboni e Andreco.

Realizzeranno perfomance, mostre, parate tra maggio e giugno 2014, poi l’indagine continuerà con altri artisti e studiosi, passando attraverso progetti, panel, residenze.

Di seguito il calendario degli eventi, con una parentesi più ampia sul lavoro di Carboni, che inaugura il ciclo.

 

 

Remapping extreme lands according to my personal geography

Alessandro Carboni 19maggio/7giugno

 

Alessandro Carboni si concentrerà sulla mappatura umana e fisica dello spazio, infiltrandosi per 20 giorni nella comunità locale: chiuderà con una mostra/evento il 7 giugno, a Gagliano del Capo. Durate la residenza, Alessandro Carboni esplorerà il territorio estremo nello specifico l’area tra Santa Maria di Leuca e Gagliano del Capo su diverse scale geografiche. Il progetto si svilupperà in un arco temporale di 20 giorni. Nella prima fase l’artista, da un lato, si concentrerà su un’esplorazione interdisciplinare che lo porterà a scoprire i percorsi lungo la costa con l’utilizzo di diversi media quali field-recording, fotografie e video. Carboni prevede di raccogliere dei materiali video e audio navigando lungo la costa con una barca. Dall’altro lato l’esplorazione sarà condotta su scala umana: questa gli permetterà di capire la storia del territorio attraverso i racconti delle persone che incontrerà durante alcuni momenti specifici. Durante gli incontri, guidati dall’artista, verranno realizzate delle mappa condivise e miniature del territorio con gli abitanti tra

 

Santa Maria di Leuca e Gagliano del Capo. Le mappe saranno utilizzate per descrivere il territorio e per posizionare, identificare e descrivere i luoghi, le pratiche, le comunità e le competenze manuali collocate intorno a esso. Seguiranno diversi incontri informali in cui l’artista e i partecipanti, in gruppo o singolarmente, introdurranno e condivideranno le loro pratiche manuali quotidiane. Questo momento di condivisione permetterà all’artista di raccogliere materiali, esperienze e storie che riguardano la costa e il territorio, e utilizzarli come idee per la creazione dell’opera e della performance finale. Maggiori informazioni sull’artista: www.progressivearchive.com. Il progetto di Carboni è stato selezionato tra le proposte ricevute dagli artisti che hanno preso parte a Default 13.

 

 

Imaginary Holidays

Luca Coclite 27-30 maggio

 

L’intervento di Luca Coclite, nello specifico, avrà come soggetto la storica Colonia Scarciglia che sorge sul sacro promontorio di Santa Maria di Leuca.
Le colonie temporanee, simbolo del boom economico, che trovano origini sin dall’800 come ricovero estivo terapeutico per i bambini, affetti principalmente da tubercolosi ossea o articolare, si ritrovano a essere una rarità. Quasi del tutto estinte, principalmente a causa delle difficoltà economiche degli enti locali, rimangono disseminate lungo il territorio diverse strutture vacanziere dismesse, quasi a contrassegnare i diversi luoghi paesaggistici: montani, marini, urbani e rurali. Alcune di queste, nel tempo riconvertite perlopiù a strutture alberghiere o culturali, altre invece abbandonate a loro stesse, si fanno carico del tempo che agisce su di esse come testimonianza di una memoria quasi del tutto svanita.

Questo è il caso della Colonia Scarciglia di Santa Maria di Leuca. L’edificio porta ancora con sé una forte carica espressiva, nonostante gli svariati interventi di recupero, del tutto fallimentari, che l’hanno costretta a riversare in uno stato di degrado.

Imaginary Holidays è un’azione temporanea evocatrice delle vacanze temporanee effettuate all’interno dell’edificio, allo stesso tempo risultante del fallimento “contemporaneo” e delle sue utopie sociali.

Per il suo intervento l’artista creerà una momentanea massa fumosa che occulterà totalmente la grande struttura, contrapponendosi tra il punto di vista dello spettatore e il paesaggio circostante. Coclite agirà nel tentativo di unire le due dimensioni paesaggistiche, una antropizzata e l’altra vergine, confondendone i tratti, arrivando ad una cancellazione momentanea e ideale dello stabile in disuso. La massa fumosa, per alcuni minuti, indebolirà visivamente la struttura ponendone l’accento sull’ingombrante presenza fisica che nel momento della scomparsa rivela il processo di rappresentazione.

L’intervento consisterà nell’allestimento di un vero e proprio set finalizzato alla realizzazione di un video e di una fotografia. Il set è aperto al pubblico con alcune limitazioni riguardo le postazioni, si consiglia di contattare tramite mail questo indirizzo info@ramdom.net.

Maggiori informazioni sull’artista: https://sites.google.com/site/lucacoclite/

 

 

Parata per il paesaggio

Andreco 2 giugno

 

Andreco prenderà in esame l’ambiente e la geologia del territorio realizzando una parata con percussionisti e sbandieratori che il 2 giugno ricongiungerà le due punte di Leuca (Meliso e Ristola).

Maggiori informazioni sull’artista: www.andreco.org

 

 3/6 giugno laboratori di Andreco e Carboni

 

Inoltre, Andreco (www.andreco.org) e Carboni (www.progressivearchive.com) realizzeranno due workshop sull’arte pubblica e le pratiche esplorative che si terranno dal 3 al 6 Giugno 2014, con il sostegno di Laboratori dal Basso programma promosso dall’Assessorato alle politiche giovanili della Regione Puglia. Si tratta di quattro giorni di laboratori interdisciplinari, dal titolo Finisterrae: Arte pubblica nelle terre estreme, dedicati al ruolo dell’arte pubblica come pratica lavorativa e di interazione. Attraverso lezioni teoriche e pratica urbana a cura dei due rinomati artisti.

Oggetto di indagine saranno la produzione e valorizzazione di opere d’arte in contesti locali, utilizzando l’arte come sistema volto alla rivalutazione, valorizzazione, tutela, ma anche scoperta del territorio. Il laboratorio si focalizzerà sui contesti “estremi”, geograficamente e culturalmente isolati.

I laboratori sono liberi e aperti al pubblico. Necessaria la pre-iscrizione. www.ramdom.net

 

6 giugno Cannibal Movie Live

 

Cannibal Movie è un duo dal Sud d'Italia, esponenti della nascente scena musicale underground italiana. Suonano tamburi e un vecchio organo italiano e il loro sound è un mix di psichedelia oscura, tribalismo ipnotico e melodie magiche estatici. (info@ramdom.net)

 

 

Ramdom è un’associazione che si occupa di progettazione e produzione culturale e artistica, mobilità internazionale, ricerca e sviluppo di nuovi linguaggi di comunicazione. Ramdom intende promuovere e diffondere pratiche creative e innovative nel campo della cultura e dell’arte, interagendo con cittadini, soggetti privati e pubblici, nazionali e internazionali.

Realizziamo mostre, residenze, formazione per artisti, progetti culturali e artistici di respiro internazionale.

 

Progetto realizzato con il contributo dell’Iniziativa Laboratori dal Basso, azione della Regione Puglia cofinanziata dalla UE attraverso il PO FESR 2007-2013. 

Con il supporto di:
Capo D’Arte, Progetto GAP, Gariga, LUA, Spazio 314, Vessel, Comune di Castrignano del Capo, Comune di Gagliano del Capo.

GAP è realizzato con il sostegno della Fondazione Con Il Sud Progetti Speciali e Innovativi 2010 e con il contributo della Regione Puglia.

 

 

 

 

mostre, arte, eventi, artistici, gallerie, contemporanea

Come Arrivare?

Chi c'è on line?

Ci sono attualmente 0 utenti e 811 visitatori collegati.

Informazioni su ''

Accesso utente

CAPTCHA
Inserisci il codice che vedi qui sotto. Serve per evitare la spam e dimostrare che sei un umano e non un computer.

lobodilattice newsletter

Iscrivendoti accetti le nostre Privacy Policy ( link in fondo alla pagina)