Impressioni boeme dall’Expo: l’innovazione ceca in mostra a Firenze

Impressioni boeme dall’Expo: l’innovazione ceca in mostra a Firenze

Titolo

Impressioni boeme dall’Expo: l’innovazione ceca in mostra a Firenze

Inaugura

Lunedì, 10 Novembre, 2014 - 09:00

A cura di

Fondazione Romualdo Del Bianco, Istituto Internazionale Life Beyond Tourism

Artisti partecipanti

Vari

Presso

ICLAB (Intercultural Creativity Laboratory)
viale Guidoni 103, Firenze

Comunicato Stampa

Il Florence Youth & Heritage Festival, in corso a Firenze dal 10 al 13 novembre, ospita anche “Impressioni boeme dall’Expo”, esposizione del Centro Culturale Ceco di Milano per EXPO CZ presentato a Firenze con la collaborazione del Consolato Onorario della Repubblica Ceca per la Toscana. La mostra, visibile all’ICLAB (Intercultural Creativity Laboratory) di viale Guidoni 103, punta i riflettori sull’importanza dell’innovazione nelle proposte della Repubblica Ceca per le passate edizioni dell’Esibizione Universale e per quella in arrivo a Milano.

La Repubblica Ceca ha infatti sempre sostenuto l’innovazione, ricevendo negli anni premi e riconoscimenti per i suoi saloni espositivi: a Bruxelles, nel 1958, il padiglione Cecoslovacco ottenne la Stella d’oro come miglior padiglione nazionale; a Montreal, nel 1967, arrivarono numerosi premi per la sua architettura lineare ed elegante e per gli allestimenti espositivi; a Osaka nel 1970 il padiglione venne presentato come un originale edificio “volante” in cui spazi interni ed esterni, costruzioni ed allestimenti si completavano e valorizzavano a vicenda; a Shanghai nel 2010 il padiglione nazionale “Frutti della Civiltà” ha ricevuto la medaglia d’argento per la creatività.

All’Expo 2015 di Milano, la Repubblica Ceca non sarà da meno. Il padiglione si presenterà infatti come un luogo di benvenuto per tutti i visitatori. Sarà il primo a sinistra del Decumano (uno dei due assi su cui è costruita la struttura del sito espositivo), vicino al Centro Expo: sono 14 milioni i visitatori che si stima vi passeranno davanti. Il padiglione sembrerà emergere dall’acqua: circondato su due lati da un canale, ospiterà al suo centro un grande specchio d’acqua dove i visitatori potranno rinfrescarsi e assistere a performance, mentre al suo interno ci si potrà rilassare gustando una famosa birra Boema negli spazi del ristorante nazionale. Il padiglione avrà una struttura a sistema modulare: una costruzione provvisoria, contemporanea e flessibile che sarà assemblata in sei settimane e smantellata in quattro, per poi essere assemblata nuovamente alla fine dell’Expo 2015 in un altro luogo e con una diversa funzione.

Il padiglione ospiterà tre esposizioni principali. La prima, “La Terra della Fantasia e delle Favole”, offrirà al pubblico l’opportunità di vivere “nel modo boemo”. Diverse regioni della Repubblica Ceca si faranno voce dell’antico e indissolubile legame fra le città della Boemia e i corsi d’acqua: arte, design, cibo e scienza diventeranno gli elementi di un’esperienza sensoriale a 360°. Il “Laboratorio della vita”, sarà un autentico laboratorio aperto al pubblico dove ricercatori e scienziati cechi, in sinergia con alcuni artisti, mostreranno ai visitatori le meraviglie del mondo submolecolare attraverso l’arte e applicazioni interattive. Infine “Terra ideale” renderà omaggio alla splendida tradizione delle lanterne magiche e del cinema interattivo Kinoautomat: uno spettacolo incredibile e affascinante, all’interno di uno spazio gestito dagli studenti dell’Università ceca, animato da progetti audiovisivi inediti.

Nella mostra presentata dal Centro Culturale Ceco di Milano con la collaborazione del Consolato Onorario della Repubblica Ceca per la Toscana in occasione del Florence Youth & Heritage Festival, curata da Francesca Aletti e Nicolò Riva, si potrà osservare da dove è nata l’idea progettuale del padiglione della Repubblica Ceca per l’edizione 2015 di EXPO. In mostra i modelli, pannelli e video che raccontano la storia del prestigioso concorso che è stato vinto da due giovanissimi esponenti dell’architettura europea con un originale progetto modulare.

 

Florence Youth & Heritage Festival è l’evento parallelo ufficiale dedicato ai giovani dell’Assemblea Generale e del Simposio ICOMOS (International Council on Monuments and Sites) su “Heritage and Landscape as Human Values (“Patrimonio e Paesaggio come Valori Umani)”. Il Festival è promosso dalla Fondazione Romualdo Del Bianco e dal suo Istituto Internazionale Life Beyond Tourism. La manifestazione ha l’obiettivo di valorizzare il dialogo fra culture per favorire la conoscenza, il rispetto e la pace nel mondo per uno sviluppo sostenibile. Gli eventi del Festival avranno luogo all’ICLAB (Intercultural Creativity Laboratory – viale Guidoni 103, a Firenze), un nuovo spazio della città di Firenze che sarà inaugurato proprio per l’occasione, oltre che all’Auditorium al Duomo, al nuovo Teatro del Maggio Musicale Fiorentino e in varie altre location.

mostre, arte, eventi, artistici, gallerie, contemporanea

Come Arrivare?

Informazioni su ''