Il vitalismo creativo di Cosimo Damiano Tondo, al via a Lecce la personale "Ad armi pari"

Il vitalismo creativo di Cosimo Damiano Tondo, al via a Lecce la personale "Ad armi pari"

Titolo

Il vitalismo creativo di Cosimo Damiano Tondo, al via a Lecce la personale "Ad armi pari"

Inaugura

Venerdì, 3 Maggio, 2013 - 19:30

A cura di

Carmelo Cipriani

Artisti partecipanti

Cosimo Damiano Tondo

Presso

fondazione Palmieri
vico dei Sotterranei 23, Lecce

Comunicato Stampa

La levità della forma che si coniuga con la solidità materica, la maestria artigianale  e la sensibilità estetica che riflettono puro vitalismo creativo. E' l'universo artistico di Cosimo Damiano Tondo, che muove i suoi campi d'indagine dalla pittura materica alla scultura modulare degli anni '60. E' in programma venerdì 3 maggio alla fondazione Palmieri di Lecce "Ad armi pari", la personale dell'artista salentino che presenta le sue ultime creazioni scultoree. Intervengono al vernissage il Sindaco Paolo Perrone e Claudio Delli Santi, il direttore dell'Accademia di Belle Arti di Lecce. I testi critici del catalogo presente in mostra sono del giornalista Carmelo Cipriani. Eccone uno stralcio:

Onestà intellettuale e fierezza d’animo, non accettano compromessi, nella vita come nell’arte. Lo sa bene Damiano Tondo che da oltre un cinquantennio prosegue, con caparbietà e coerenza, la propria ricerca. Rifuggendo da edonistiche trovate e da altrui approdi, ha adottato molteplici soluzioni espressive, in scultura come in pittura, rivelando sempre irrequietezza di spirito e vivacità d’ingegno. “Ad armi pari”, prima ancora che il titolo di una mostra, è per l’artista una filosofia di vita, un’attitudine comportamentale.
Nel rapido avvicendarsi di tendenze e movimenti che ha caratterizzato l’ultimo secolo, Tondo si è sempre mostrato fedele alla pura necessità espressiva. Schivando virtuosismi e mode effimere, ha generato forme plastiche di assoluto rigore, senza nulla concedere alla sterile imitazione. Colma di energia vitale, la sua scultura si anima nel sottile gioco di pieni e vuoti, in un’intercambiabilità di volumi e spazi, rivelando sovente aspirazioni architettoniche.
Trascendendo la pura mimesi, riflette la condizione umana nell’assolutezza dei puri valori formali, associando robustezza della materia a leggerezza della forma. Residuati archeologici – suggestione accresciuta dalla consunzione rugginosa – o testimonianze del trascendente, le sue opere sembrano provenire da un altrove lontano e poetico, immaginario eppure possibile.
Nelle sue composizioni si alternano chiarezza costruttiva e labirintici intrecci. Il ferro, plasmato con vigore, si fa materia vivente, sensibilizzata fino ad assumere la lievità sonora di uno strumento a corde. Lavorato con sapienza artigianale e inusitata sensibilità estetica, nelle sue mani il metallo si tramuta in un organismo fremente di energia e luce, in un’alchimia di contrasti capaci di esprimere tutta la potenza dell’atto creativo.

(Carmelo Cipriani)

Cosimo Damiano Tondo biografia

Cosimo Damiano Tondo nasce a San Cesario di Lecce. Nel corso della sua cinquantennale attività ha affiancato alla docenza nei Licei Artistici un’intensa attività espositiva. Tra le rassegne più significative: 1963 – Maggio di Bari; 1965 – IX Quadriennale d’Arte, Palazzo delle Esposizioni, Roma; 1968 – Premio Suzzara; 1969 – Mostra Internazionale, Palazzo delle Esposizioni, Roma; Co/incidenze, Massafra (TA); 1970 – Arte Settanta in Puglia, Torino; 1972 – Serigrafia Contemporanea, Cagliari; 1973 – 15 Tracce, Pinacoteca Provinciale, Bari; 50 Artisti Italiani a Palazzo Braschi, Roma; 1991 – Sculture a Corte, Comune di San Cesario di Lecce (LE); 1997 – Prima Triennale d’Arte Sacra Contemporanea, Lecce; 2000 – Seconda Triennale d’Arte Sacra Contemporanea, Lecce; 2002 –  Fiato Sospeso, Lecce; 2003 – Percorsi Artistici Liceo Artistico “Mattia Preti”, Reggio Calabria; 2004 – Prospettive Rovesciate, Villa San Giovanni (RC); 2007 – I Maestri dell’Istituto D’Arte, Castello di Carlo V, Lecce; 2009 – Quinta Triennale d’Arte Sacra Contemporanea, Lecce; 2011 – 54° Esposizione Internazionale d’Arte della Biennale di Venezia, Lecce; 2011 – Clausure, San Francesco della Scarpa, Lecce; 2012 – Battagliaguerriglialibertà,  Fondazione Palmieri, Lecce; 2012 – Sesta Triennale d’ Arte Sacra, Lecce. Le sue opere sono in prestigiose collezioni pubbliche e private. Attualmente vive e lavora a Lecce.
 

Immagini

mostra d'arte, evento, artista, curatore, artistici
mostra d'arte, evento, artista, curatore, artistici
mostre, arte, eventi, artistici, gallerie, contemporanea

Come Arrivare?

Chi c'è on line?

Ci sono attualmente 1 utente e 600 visitatori collegati.

Informazioni su 'Cecilia Pavone'

Accesso utente

CAPTCHA
Inserisci il codice che vedi qui sotto. Serve per evitare la spam e dimostrare che sei un umano e non un computer.

lobodilattice newsletter

Iscrivendoti accetti le nostre Privacy Policy ( link in fondo alla pagina)