"Human beings": rassegna di pittura alla Galleria Eventi di Grosseto

"Human beings": rassegna di pittura alla Galleria Eventi di Grosseto

Titolo

"Human beings": rassegna di pittura alla Galleria Eventi di Grosseto

Inaugura

Sabato, 4 Maggio, 2013 - 17:00

A cura di

Gianni Costa

Artisti partecipanti

Riccardo Corti, Marco Manzella, Armando Orfeo, Valente Taddei

Presso

Galleria Eventi
via Varese 18, Grosseto

Comunicato Stampa

Sabato 4 maggio 2013 alle ore 17.00, presso la Galleria Eventi in via Varese 18 a Grosseto, si inaugura la rassegna di pittura “Human beings”.
In esposizione recenti opere di Riccardo Corti, Marco Manzella, Armando Orfeo e Valente Taddei: 4 pittori toscani che operano nell’ambito del contemporaneo e affrontano, ognuno in maniera personale, il tema della figura umana. Gli artisti - che espongono in permanenza presso la galleria Mercurio Arte Contemporanea di Viareggio - vantano tutti un nutrito curriculum espositivo, con importanti mostre sia in Italia che all’estero.
Riccardo Corti (Firenze, 1952) dipinge ad olio ritratti di grande formato, offrendo un’originale rielaborazione del linguaggio della Pop Art. Le figure uniscono la verosimiglianza a un lucido tratto poetico interiore, in una ricerca, estetica e psicologica, che tende a cristallizzare il volto del soggetto in una dimensione di colore.
Nelle sue tempere, Marco Manzella (Livorno, 1962) dà vita ad una sorta di universo artificiale, popolato da figure che paiono quasi manichini per la loro accentuata gestualità: la sensazione è quella di una fissità congelata in un silenzio pressoché inviolabile.
Protagonista delle tele ad olio e acrilico di Armando Orfeo (Marina di Grosseto, 1964) è il personaggio, da lui ideato, del ‘Signor Cozza’: bizzarra icona dell’uomo comune, si aggira in surreali paesaggi urbani, in perenne conflitto tra quotidianità e utopia.
Nei dipinti ad olio e china di Valente Taddei (Viareggio, 1964), un minuscolo individuo conduce una paradossale esistenza, sospesa in tempi e spazi indefiniti. L’artista offre una metafora dei limiti umani, sdrammatizzando, con sottile ironia, il senso di vuoto che l’uomo può provare di fronte al proprio destino.
La mostra, curata da Gianni Costa, è organizzata in collaborazione con la galleria Mercurio Arte Contemporanea di Viareggio ed è patrocinata dal Comune di Grosseto. E’ corredata di 4 cataloghi, uno per ogni artista, editi da Mercurio Arte Contemporanea. Resta aperta fino al 12 maggio 2013, tutti i giorni, con orario 17.00 - 19.30. Infoline: 347 4277572.
In occasione di tale evento, gli artisti faranno dono di alcuni multipli grafici a chi verserà un contributo a favore della AGGBPH (Associazione Grossetana Genitori Bambini Portatori di Handicap) che da anni opera con passione e competenza per migliorare l’integrazione e la qualità della vita dei bambini e dei ragazzi disabili.

mostre, arte, eventi, artistici, gallerie, contemporanea

Come Arrivare?

Chi c'è on line?

Ci sono attualmente 1 utente e 568 visitatori collegati.

Informazioni su ''

Accesso utente

CAPTCHA
Inserisci il codice che vedi qui sotto. Serve per evitare la spam e dimostrare che sei un umano e non un computer.

lobodilattice newsletter

Iscrivendoti accetti le nostre Privacy Policy ( link in fondo alla pagina)