Gestualita', numeri e suoni che fanno parte dell'umanità da centinaia di anni: “Beatitudine”. L'happening di Tarshito a Lecce per Aliens.

Gestualita', numeri e suoni che fanno parte dell'umanità da centinaia di anni: “Beatitudine”. L'happening di Tarshito a Lecce per Aliens.

Titolo

Gestualita', numeri e suoni che fanno parte dell'umanità da centinaia di anni: “Beatitudine”. L'happening di Tarshito a Lecce per Aliens.

Inaugura

Venerdì, 2 Agosto, 2013 - 20:00

Artisti partecipanti

Tarshito

Presso

E-lite studiogallery
Corte San Blasio 1c, Lecce

Comunicato Stampa

L’estate leccese è a regola d’arte contemporanea con E-lite studiogallery e la collettiva Aliens, il progetto espositivo nazionale ideato da Sergio Curtacci – direttore del magazine milanese Frattura Scomposta -, presentata il 20 luglio a Palazzo Vernazza e presso la sede della galleria in Corte San Blasio. Venerdì 2 agosto, nell’ambito degli appuntamenti performativi correlati alla mostra, sarà la volta dell’artista barese, di fama internazionale, Tarshito con l’happening “Beatitudine”, che già dal titolo si propone al pubblico come un’esperienza artistica dal forte carattere spirituale.

 

L’appuntamento (ingresso libero) è dalle ore 20 alle ore 24 in Corte san Blasio (alle spalle del cinema Massimo), presso E-lite studiogallery, dove i visitatori avranno la straordinaria possibilità di prendere parte in prima persona all’happening, interagendo in maniera attiva con l’artista, “per costruire un’Opera che sia al tempo stesso momento artistico e sociale, aspetto d’Amore e di Unità”. Tarshito si sofferma sul significato dell’atto performativo, dell’happening, come “strada relazionale”, come possibilità di entrare in contatto con le proprie personali qualità e con la propria realtà, al di là delle maschere che indossiamo nella nostra quotidianità e affida all'arte il compito di essere un respiro nuovo, un respiro più profondo, più ampio, più gioioso, più aperto, più collegato al Trascendente.  

 

Spiega l’artista: “L'intervento non è solo di ricerca visiva ed estetica, ma vuole essere anche uno stimolo alla ricerca interiore attivata attraverso il senso dell’udito, della vista e dell’olfatto e perseguita nell’incontro tra me e la singola persona. Vivo le quattro ore dell’happening accogliendo singolarmente tutti i presenti, in una ritualità semplice e avvolgente che viene ripetuta per 108 volte, per sancire con la sacralità che appartiene a questo numero la consapevolezza delle qualità proprie della nostra Essenza, l'immortalità, la conoscenza e la beatitudine. Ed ecco il perché del titolo, un titolo che vuole essere un buon augurio per le persone, per tutte le creature, per me stesso, affinché si possa sentire e riconoscere questa nostra attitudine alla beatitudine”.

 

BIOGRAFIA TARSHITO

 

Tarshito (in sanscrito Sete di Dio) è il nome che Osho, suo maestro spirituale, ha dato a Nicola Strippoli. Nasce in Puglia nel 1952. Architetto, artista, docente di Design presso l’Accademia di Belle Arti di Bari. Tarshito crea ambienti e opere per la nuova umanità attraverso la meditazione.

 

Nei primi anni ’80 fonda a Bari la Galleria Speciale, insieme a Shama. L’esperienza dura fino al 1987 coinvolgendo progettisti e artisti di fama (Alessandro Mendini, Mario Merz, Nanda Vigo) o anche ignoti, purché interessati all’esperienza/progettazione di momenti e oggetti di ‘nuova ritualità’.  Nel 1990 l’esperienza di Speciale viene documentata con una Grande Mostra al Groninger Museum della città di Groningen, in Olanda, conclusiva di una trilogia che il suo direttore Frans Hacks volle dedicare al design italiano degli anni Ottanta (uniche esperienze documentate nella stessa trilogia: quella di Ettore Sottsass ovvero Memphis e di Alessandro Mendini ovvero Alchimia).

Gli anni ’90 vedono Tarshito protagonista di mostre collettive e personali e sempre più creativamente impegnato sull’archetipo del Guerriero d’Amore.

Con la grande personale The Gold and the Clay (2001), curata da Daniela Bezzi e da Jyotindra Jain al Crafts Museum di New Delhi, il suo percorso artistico si espande e al tempo stesso si focalizza nell’entusiasmante pratica di collaborazione con gli artigianati dell’India.

 

La sete di sperimentazione delle varie tradizioni indiane e le sempre nuove relazioni di ‘condivisione creativa’ non conoscono sosta, mentre si fa strada il desiderio  di dipingere in proprio, di provarsi con il segno del pennello sulla tela con gesto proprio. Il risultato è l’infinita serie dei Vasi, grandi, enormi oppure piccoli, su carta, tessuto o in sculture di grandi dimensioni, che sono il più eloquente Manifesto della sua poetica: l’Opera di Tarshito si esprime nell’atto dell’accogliere e riempirsi, e quindi traboccare. Un travaso concettuale ed emotivo che avviene nella relazione con la forma/materia dell’artigiano, o guidando sedute particolarissime di meditazione, o progettando opere che possono considerarsi monumenti a un tipo completamente nuovo e al tempo stesso antico e purissimo di Arte sacra: quella in cui l’artista si propone come umile canale di trasmissione, di una creatività che essendo già in se stessa ‘dono’, potrà solo gioiosamente condividersi, anche autorialmente, con altri.

 

 

SCHEDA TECNICA

 

Happening: Beatitudine

Artista: Tarshito

Organizzazione e realizzazione: E-lite studiogallery galleria d’arte contemporanea Lecce

Data: venerdì 2 agosto 2013 dalle ore 20 :00 alle ore 24.00 – ingresso libero

Luogo: E-lite studiogallery | Corte San Blasio 1c Lecce

 

L’happening è uno degli eventi correlati alla collettiva nazionale di arte contemporanea:

Aliens. Le forme alienanti del contemporaneo

 

Artisti: Andrea Martinucci, Angela Viola, Anna Caruso, Anna Frida Madia, Annaclara Di Biase, Annalù, Antonio De Luca, Antonio Delluzio, Carlo Cofano, El Gato Chimney, Elisa Anfuso, Eva Reguzzoni, Fabio Mazzola, Fabrizio Riccardi, Francesco Sambo, Fulvio Martini, Giancarlo Bozzani, Giancarlo Marcali, Gianluca Chiodi, Ilaria Margutti, Irene Lucia Vanelli, Jara Marzulli, Marcella Bonfanti, Marco Rea, Massimiliano Manieri, Massimo Quarta, Matteo Nannini, Maurizio L’Altrella, Momò Calascibetta, Nicola Caredda, Nunzio Paci, Orodè Deoro, Raffaella Formenti, Roberta Ubaldi, Roberto Fontana, Streamcolors, Tarshito, Tiziano Soro, Vania Elettra Tam, Vincenzo Todaro

 

Progetto a cura di: Sergio Curtacci | Frattura Scomposta Contemporary Art Magazine Milano

Organizzazione e realizzazione: E-lite studiogallery galleria d’arte contemporanea Lecce, Frattura Scomposta

Patrocinio: Comune di Lecce e Assessorato Cultura, Turismo Spettacolo Lecce

Sponsor: Vestas Hotels & Resorts, Leone De Castris Vitivinicoltori dal 1665, Pezzuto Forniture per impiantistica civile e industriale

Catalogo in mostra, a cura di Sergio Curtacci | Frattura Scomposta Contemporary Art Magazine Milano

 

Luoghi:

Elite studiogallery | Corte San Blasio 1c Lecce

Palazzo Vernazza Castromediano| Piazzetta Giuseppe Pellegrino Lecce

Periodo: 20 luglio – 20 agosto 2013

Inaugurazione: sabato, 20 luglio ore 20.00 – ingresso libero

Orari: mar – sab | 18.00 – 21.30 – ingresso gratuito

 

Info e contatti:

E-lite studiogallery | Corte San Blasio, 1c | 73100 Lecce

Claudia Pellegrino | mobile: +39 338_1674879

Mail: info@elitestudiogallery.com | Web: www.elitestudiogallery.com

 

Frattura Scomposta Contemporary Art Magazine

Mail: info@fratturascomposta.it | Web: www.fratturascomposta.it

 

Progetto grafico: iNOVA media – agenzia di comunicazione multimediale | www.inovamedia.it

Ufficio stampa: FLPress | Flavia Lanza

Mail: flpressartnews@gmail.com | Mobile +39 340_9245760

Immagini

mostra d'arte, evento, artista, curatore, artistici
mostre, arte, eventi, artistici, gallerie, contemporanea

Come Arrivare?

Chi c'è on line?

Ci sono attualmente 1 utente e 342 visitatori collegati.

Informazioni su 'Flavia Lanza'

Accesso utente

CAPTCHA
Inserisci il codice che vedi qui sotto. Serve per evitare la spam e dimostrare che sei un umano e non un computer.

lobodilattice newsletter

Iscrivendoti accetti le nostre Privacy Policy ( link in fondo alla pagina)