Fuori dove la parità non esiste

Fuori dove la parità non esiste

Titolo

Fuori dove la parità non esiste

Inaugura

Mercoledì, 11 Maggio, 2016 - 11:00

A cura di

Marisa Ulcigrai

Artisti partecipanti

Associazione Fotografaredonna

Presso

Circolo della Stampa di Trieste
corso Italia 13 - 34121 Trieste

Comunicato Stampa

COMUNICATO STAMPA

MERCOLEDÌ 11 MAGGIO AL CIRCOLO DELLA STAMPA DI TRIESTE CONFERENZA STAMPA DI PRESENTAZIONE DELLA MOSTRA E DEL VOLUME DEDICATI ALLA TOPONOMASTICA FEMMINILE A TRIESTE E PROVINCIA

Mercoledì 11 maggio 2016 alle ore 11 avrà luogo al Circolo della Stampa di Trieste (corso Italia 13, 1° p.) la conferenza stampa di presentazione della mostra e del volume dedicati alla Toponomastica femminile a Trieste e Provincia. Il progetto intitolato “Fuori dove la parità non esiste”, è ideato e curato dalla presidente dell’Associazione Fotografaredonna, Marisa Ulcigrai, con la collaborazione di Sandra Grego per il coordinamento dei testi della pubblicazione, firmati da specialiste del settore.

Alla conferenza stampa interverranno la presidente della Provincia Maria Teresa Bassa Poropat, Marisa Ulcigrai, Sandra Grego e il critico d’arte Marianna Accerboni.

La mostra, intitolata “Spazi ritrovati”, compone, attraverso le immagini fotografiche realizzate da 16 socie di Fotografaredonna e da Paola Di Bello, fotografa e docente all’Accademia di Brera, un interessante e inedito itinerario nei luoghi intitolati alle donne: s’inaugurerà “en plein air” venerdì 13 maggio alle 19 in via Cassa di Risparmio nello spazio urbano compreso fra via Genova e via Bellini alla presenza delle autrici, di una rappresentante della Regione FVG e dell’assessore all’Urbanistica del Comune di Trieste Elena Marchigiani.

Il volume intitolato “Fuori dove la parità non esiste” rappresenta una libera interpretazione fotografica, che segue un’evoluzione cronologica, di spazi riscoperti e ritrovati e una riflessione storica sulla città e sulla vita delle donne, cui questi luoghi sono stati dedicati. È una novità assoluta poichè, tra i molti libri sulla città di Trieste, propone per la prima volta uno sguardo e un approfondimento tutti al femminile e un percorso fotografico sulle vie, le strade e i giardini della parità: sarà presentato dalle autrici Marisa Ulcigrai e Sandra Grego venerdì 20 maggio alle 17.30 nella Sala Bobi Bazlen di Palazzo Gopcevich (via Rossini 4). Interverranno una rappresentante della Regione FVG, la presidente della Provincia Maria Teresa Bassa Poropat e la Consigliera Provinciale di Parità Gabriella Taddeo.

 

“La mostra e il volume dedicati alle vie al femminile da parte di sedici fotografe rappresentano il felice coronamento di un percorso creativo e di un approfondimento storico e artistico - scrive Accerboni - che per la prima volta prende in considerazione lo sbilanciamento fra le piazze, le vie e i luoghi dedicati agli uomini e quelli intitolati alle donne”. Dall’ultimo censimento operato dalla Commissione Pari Opportunità del Comune di Trieste si evince infatti che il rapporto è fra 1305 luoghi intitolati al sesso maschile contro 43 dedicate a quello femminile. “Un problema attuale, e non solo quantitativo, avvertito in tutta Italia - spiega Marisa Ulcigrai - perché crea un immaginario collettivo composto solo da personaggi illustri maschili. Focalizzare l’attenzione su questo aspetto, attraverso azioni positive quali la documentazione dell’esistente, la ricostruzione storica della vita delle donne, una mostra fotografica e un volume) significa anche proporre alle istituzioni l’invito a promuovere altri siti dedicati a figure femminili autorevoli per contrastare le discriminazioni e per far sì che non solo la storia, ma anche la toponomastica diventi maggiormente inclusiva nei confronti delle donne. Inoltre la rassegna e il libro valorizzano il lavoro di donne fotografe che diventano autrici delle immagini della città e della sua provincia, testimoniando la loro presenza eccellente e attiva sul territorio”.

 

Il progetto, che ha preso il via poco più di un anno fa, si è avvalso, per raggiungere il traguardo della realizzazione della rassegna e della pubblicazione, di varie tappe e approfondimenti: dall’analisi del tessuto urbano e dallo studio sulle donne cui sono state intitolate strade, piazze e giardini, attraverso incontri con esperti di toponomastica e di urbanistica e con storici, alla preparazione tecnica mediante workshop di street photography, di fotografia del territorio, di fotografia digitale e di postproduzione, condotti da Marisa Ulcigrai e Paola Di Bello, al lavoro di documentazione, ripresa e interpretazione del territorio, alla scelta delle immagini e alla preparazione della mostra fotografica e del libro.

 

L’Associazione Fotografaredonna opera da sei anni sul territorio provinciale, regionale, nazionale  ed estero (progetto Femminilereale al Museo etnografico di Lubiana, 2013), collaborando con enti pubblici (Comune, Regione, Provincia, Commissioni Pari Opportunità - Università) e privati ed ha al suo attivo mostre fotografiche, pubblicazioni, conferenze, corsi di formazione e convegni. Tutte le attività dell’Associazione si possono trovare sul sito www.fotografredonna.it.

 

Il progetto, la mostra e il libro sono realizzati con il contributo della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia e hanno il patrocinio di Provincia, Comune, Università degli Studi, CUG (Comitato Unico di Garanzia dell’Università di Trieste) e Commissione Pari Opportunità della Regione Friuli Venezia Giulia e la collaborazione della Consigliera di Parità della Provincia di Trieste.

 

 

INFO: 335 6587294 · 335 6750946

Con cortese preghiera di pubblicazione / diffusione

mostre, arte, eventi, artistici, gallerie, contemporanea

Come Arrivare?

Chi c'è on line?

Ci sono attualmente 2 utenti e 542 visitatori collegati.

Informazioni su ''

Accesso utente

CAPTCHA
Inserisci il codice che vedi qui sotto. Serve per evitare la spam e dimostrare che sei un umano e non un computer.

lobodilattice newsletter

Iscrivendoti accetti le nostre Privacy Policy ( link in fondo alla pagina)