Fragile al Teatro Nuovo di Salerno

Fragile al Teatro Nuovo di Salerno

Titolo

Fragile al Teatro Nuovo di Salerno

Inaugura

Domenica, 17 Aprile, 2016 - 18:30

A cura di

Officina Teatrale L.A.A.V.

Artisti partecipanti

Bernadette Landi, Marika Mancini, Rosita Speciale

Presso

Teatro Nuovo di Salerno
Via Valerio Laspro 8/c Salerno

Comunicato Stampa

L.A.A.V. Officina Teatrale

Presenta

FRAGILE

un progetto di Licia Amarante e Antonella Valitutti tratto da
Four Portraits of Mothers e da Annie Wobbler di Arnold Wesker

con
Bernadette Landi
Marika Mancini
Rosita Speciale

con la partecipazione della piccola Carlotta Costantino

Voce fuori campo Antonella Valitutti
Grafica e scenotecnica Ciro Pero
disegno luci Lucio Del Mastro

regia Licia  Amarante  Antonella Valitutti

anteprima domenica 17 aprile ore 18.30
Teatro NUOVO Salerno
ATELIER –spazio performativo- VI edizione
---------------

 

Nel 1982, l’inglese Arnold Wesker pubblica alcuni dei ritratti femminili più interessanti della drammaturgia del ‘900.
Prolifico drammaturgo che dagli anni ’50 domina le scene inglesi e non solo con il suo “teatro radicale”, Wesker non ama definirli monologhi, ma one women plays: Ruth (woman  as  unmarried mother) , Stephanie (woman  as  abandoned mother), Naomi (woman  as  mother  who  never  was) e  l’eccentrica  scrittrice  Annabella Warthon  (da  Annie Wobbler)  ci  raccontano  le  loro storie.  Spaccati  di  vita  e  di realtà intensi e profondi.
Vite di donne alle prese con la maternità, l’amore, la scoperta di sé, la conoscenza, ifallimenti, la vecchiaia. Ironiche e divertenti. Forti ma fragili. Sì, come fragile è il contenuto di alcune scatole di cartone da maneggiare con cura, per evitare che esso si rompa, che si spezzi.
Da questa premessa è partito il nostro lavoro.
Ruth e sua figlia, Stephanie e l’amore di tutta una vita, Annabella e la sua tagliente scrittura ed infine l’anziana Naomi, l’ultima storia di questo progetto, che abbiamo voluto affidare all’interpretazione di tutte e tre le attrici, ci parlano della loro fragilità. In effetti sono ‘intimi comizi femminili’ rivolti ad interlocutori assenti o immaginari o lontani, nient’affatto partecipi della complessità di questo mondo interiore in perenne subbuglio che non manca di una punta di english humor.
La messa in scena, giocata sulla chiusura degli ambienti e sull’incombenza degli elementi scenici sta a sottolineare questo aspetto tipico delle donne: la capacità di prendere e prendersi in giro anche nelle situazioni più dolorose o complesse. Il contenuto delle parole di queste donne è FRAGILE.

Maneggiatelo con cura.
(Licia Amarante e Antonella Valitutti)
 

Immagini

mostra d'arte, evento, artista, curatore, artistici
mostre, arte, eventi, artistici, gallerie, contemporanea

Come Arrivare?

Chi c'è on line?

Ci sono attualmente 1 utente e 575 visitatori collegati.

Informazioni su 'Maria Cuono Communication - Web Agency'

Accesso utente

CAPTCHA
Inserisci il codice che vedi qui sotto. Serve per evitare la spam e dimostrare che sei un umano e non un computer.

lobodilattice newsletter

Iscrivendoti accetti le nostre Privacy Policy ( link in fondo alla pagina)