Fatali Calpestii.2

Fatali Calpestii.2

Titolo

Fatali Calpestii.2

Inaugura

Mercoledì, 2 Novembre, 2016 - 18:00

A cura di

Benedetta Jandolo

Artisti partecipanti

Loredana Alberti, Maria Agata Amato, Giovanna Andreis, Philippa Armstrong, Giuseppe Bedeschi, Alessandro Bertacchini, Paolo Berti, Mirella Buosi, Marco Camilli Kami, Bruno Capatti, Angela Caporaso, Antonio Caranti, Lamberto Caravita, Roberto Costa, BarbaraCotignoli, Angela Dall’Olio, Anna Iskra Donati, Roberta Ferrara, Fausto Ferri, Franco Fiorella, Alessandro Giovannini, Lucia Govoni, Alice Iaquinta, Adele Jandolo, Benedetta Jandolo, Alessandro Liotta, Angela Marchionni, Gianni Mazzesi, Laura Medici, Pietro Meletti, Franca Minardi, Cristina Oggioni, Fabrizio Pavolucci, Gregorio Prada Castillo, Nicolò Renda, Rossella Ricci, Sama Saba Angelini, Davide Sapigna, Mirella Serafini, Anna Scarcella, Giovanni e Renata StraDada, Andrea Tampieri, Marco Teodorani, Valentina Zanardi, Filippo Zoli.

 

Presso

Oratorio di San Sebastiano
Piazza Guido da Montefeltro 249 Forli’

Comunicato Stampa

Fatali Calpestii.2 è un progetto collettivo contro la violenza sulla donna e il femminicidio. Per la realizzazione di questa mostra, si sono invitati artisti di varia provenienza ad esprimersi sul tema della violenza di genere contro le donne. Gli artisti, con l’esposizione delle proprie opere credono che l’arte abbia un ruolo straordinariamente importante nell’educazione sociale e che non le si possa imporre scopi puramente utilitaristici o pragmatici. Ogni artista ha lavorato su piastrelle da pavimento che, accostate le une alle altre, formano una unica “installazione pavimento”, dando, così, origine a nuovi scambi e a nuovi legami . L’espressione artistica è la manifestazione emotiva e ambientale che traduce in “opera” la volontà di creare luoghi d’incontro.

L'Oratorio di San Sebastiano è situato a Forlì, a pochi metri dal complesso museale del San Domenico e dalla chiesa di San Giacomo. Attualmente è adibito a sala espositiva. E’ forse l’edificio forlivese che meglio esprime la cultura di matrice melozzesca. Sorse su modello di Pace Bombace (1440-1500), architetto e "ricamadore".

Orario di apertura: orari: feriali 16,30 -19,30 sabato e domenica anche dalle 10,30 alle 12,30

 

 

Patrocini: Comune di Forlì - Assessorato alla Cultura - Pari Opportunità e Conciliazione – Politiche Giovanili.

-ingresso gratuito, e' possibile l'accesso ai disabili dal retro.

Come si raggiunge: - in autobus: fermata in p.zza Saffi, linee 1 e 6.

 

-in auto: parcheggi a pagamento in piazza Guido da Montefeltro, piazza Duomo, piazza Ordelaffi e zone limitrofe, parcheggio dell'argine (gratuito).

mostre, arte, eventi, artistici, gallerie, contemporanea

Come Arrivare?

Chi c'è on line?

Ci sono attualmente 0 utenti e 492 visitatori collegati.

Informazioni su ''

Accesso utente

CAPTCHA
Inserisci il codice che vedi qui sotto. Serve per evitare la spam e dimostrare che sei un umano e non un computer.

lobodilattice newsletter

Iscrivendoti accetti le nostre Privacy Policy ( link in fondo alla pagina)