Evidence of Time | Giuseppe Gonella

Evidence of Time | Giuseppe Gonella

Titolo

Evidence of Time | Giuseppe Gonella

Inaugura

Sabato, 27 Aprile, 2013 - 18:00

A cura di

Carlo Sala

Artisti partecipanti

Giuseppe Gonella

Presso

Chiostro Madonna dell'Orto
Cannareggio, 3512 30121 Venezia

Comunicato Stampa

EVIDENCE OF TIME | GIUSEPPE GONELLA
Chiostro Madonna dell'Orto, Venezia
28 Aprile - 14 Maggio 2013

In mostra il nuovo corpus di lavori
dell’autore tra eventi collaterali
musicali e incontri sull’arte

Comunicato stampa

La Chiesa della Madonna dell’Orto è un luogo di straordinario fascino architettonico, impreziosito da alcuni capolavori del rinascimento italiano con opere, tra gli altri, di Tintoretto, Tiziano e Cima da Conegliano. Nell’adiacente chiostro va di scena la mostra personale del pittore Giuseppe Gonella, creando così un ideale dialogo tra passato e contemporaneità all’insegna dell’espressione pittorica. L’esposizione, intitolata Evidence of Time, è curata da Carlo Sala con il patrocinio del Comune di Venezia e della Fondazione Francesco Fabbri. Con questo progetto l’artista torna a esporre nella città lagunare a cui è profondamente legato fin dagli anni in cui era titolare dello studio della Fondazione Bevilacqua La Masa, che lo videro protagonista di varie rassegne in città. Nel suo studio di Berlino ha realizzato un corpus di lavori inediti che unitamente ad una selezione delle tele degli ultimi due anni comporranno l’esposizione veneziana.
La pittura dell’artista entra nel novero di quelle ricerche odierne che attribuiscono un nuovo senso alla figurazione: le sue opere non giungono mai ad un naturalismo compiuto, semmai gli aspetti iconici sono alternati da grandi lampi di colore e superfici astratte. Il risultato sono delle scene composte da vari racconti sovrapposti in cui si uniscono figure umane, oggetti che sembrano non avere un nesso tra loro e contesti ibridi. E’ infatti impossibile riconoscere dei luoghi della realtà, se non per qualche vago particolare che è citato nella costruzione di un paesaggio dai contorni più interiori che descrittivi.
Anche in questa mostra, il grande protagonista delle opere di Gonella è l’uomo odierno portatore di stati emotivi e tensioni che non necessitano di una iconicità evidente. All’interno dell’architettura del quadro le figure possono apparire marginali e talvolta velate da tocchi di pittura. La loro centralità non è di tipo formale, ma nella profonda riflessione sulla loro condizione che viene messa in atto da ogni elemento che compone la scena pittorica.
In molti casi troviamo personaggi compressi in una materia coloristica in continuo movimento volta a simboleggiare i mutamenti della vita. E’ un uomo contemporaneo che deve far fronte ad una pluralità di tensioni che metaforicamente sono espresse da oggetti sospesi, materie indefinibili e folate di vento improvvise. Nello scorrere della mostra è chiaro come sia narrato un uomo che alterna momenti di inquietudine a slanci di vitalità che scorrono all’interno di una quotidianità ricca di sfumature.
Da dove derivano le immagini che vediamo nelle opere di Gonella? In fondo potremmo rinvenire frammenti di fotografie pubblicitarie, frames televisivi o semplicemente attimi di vita dall’artista che si proiettano nell’opera. In questo modo viene messo in atto un discorso corale sulla memoria, che non vuole avere alcunché di retorico e celebrativo. Semmai questo insieme di elementi visivi ed emotivi sono la base per vivere coscientemente il presente e per proiettarsi nel futuro affrontando le incertezze e le sfide che questo comporta.

Nel corso della mostra si svolgeranno alcuni eventi collaterali a partire dal vernissage del 27 aprile che sarà seguito dal concerto elettronico dell’artista visuale e sonoro tedesco Mark Matthes con il suo Kammerorchester.

Sabato 11 Maggio alle ore 18.30 ci sarà Sentire l'arte, metodo ideato dalla storica dell'arte Silvia Gramigna, che farà scoprire la mostra attraverso le contaminazioni con la letteratura, danza, musica e il linguaggio dei segni. L’evento è realizzato in collaborazione con la Residenza Universitaria Istituto Ciliota.

Alle ore 20.30 ci sarà il concerto di Jean Guillou, organista di fama internazionale della Chiesa di Saint Eustache di Parigi. Il musicista suonerà per l'occasione il neo restaurato organo della Chiesa della Madonna dell'Orto, uno dei più antichi d’Europa, dedicando la serata a Lady Clarck.
Jean Guillou sarà in Italia per una serie di concerti che si terranno a Padova nella Basilica del Santo, a Venezia e Vicenza.

Informazioni:

EVIDENCE OF TIME | GIUSEPPE GONELLA

Chiostro Madonna dell'Orto, Venezia
Cannaregio 3522

a cura di: Carlo Sala
date: 28 Aprile - 14 Maggio 2013
inaugurazione: sabato 27 aprile ore 18.00
orari: da Martedì a Domenica, ore 10.00-12.30 e 15.00-19.00
info: mail: info@madonnadellorto.org; tel: 329 3731710
con il patrocinio di: Comune di Venezia e Fondazione Francesco Fabbri.
in collaborazione con: Residenza Universitaria Istituto Ciliota, Centro Pattaro e Gruppo Arte e cultura della Pastorale universitaria.

Giuseppe Gonella

Giuseppe Gonella (Motta di Livenza, 1984), vive a lavora a Berlino.
E’ stato titolare dell’atelier della Fondazione Bevilacqua La Masa di Venezia dove ha esposto in diverse collettive tra cui 89ma collettiva giovani, 2005; Atelier 8 x 12, SS.Cosma e Damiano; I borsisti della 89ma, 2006, Spritz Time, 2007 e Suspense, 2010.
Tra le mostre personali recenti ricordiamo: (2012) No place left to hide, Casa Carraresi, Treviso, a cura di Carlo Sala; (2011) Suspanded Oscillation, 263 SenArt gallery, New York, a cura di Catherine Secor; (2010) La cosa più pericolosa da fare è rimanere immobili, Changing Role Gallery, Napoli; (2009) Personal, Palazzo S.Pasquale, Venezia (evento collaterale della 53° Biennale di Venezia), a cura di Martina Cavallarin; (2008) Wandering stuff, Changin Role Gallery, Roma;
Tra le mostre collettive recenti da ricordare: (2013) Parerga & Paralipomena della Pittura, Bonelli Lab, Canneto sull’Oglio; (2012) Blu canvans Issue 11, Exchange, Los Angeles, 2012; Come una bestia feroce, Bonelli Lab, Canneto sull’Oglio; Ausstellung , Kunsthalle HB55, Berlin, 2012; (2011) 54° Biennale di Venezia, Padiglione Italia, Palazzo delle esposizioni - sala Nervi a Torino; The Kicking Boot, Le Sorelle Multifunctional Art Space, Londra, 2011; (2010) The Berlin Wall, The Promenade gallery, Valona; Liquida preview, Museo di Santa Caterina, Treviso; The Road to Contemporary Art, Palazzo Venezia, Roma.
E' stato finalista e ha ricevuto diversi premi nazionali e internazionali tra cui: Premio Terna per l'Arte Contemporanea, Premio Celeste e Premio Francesco Fabbri per le arti contemporanee.

mostre, arte, eventi, artistici, gallerie, contemporanea

Come Arrivare?

Chi c'è on line?

Ci sono attualmente 2 utenti e 433 visitatori collegati.

Inaugurano Oggi

Panettone Party 2017

mostre, arte, eventi, artistici, gallerie, contemporanea A cura di: Ornella Piluso
Con: Tra gli artisti presenti alla mostra: Lucia Abbasciano - Ornella Bonomi -...
Presso: Società Umanitaria

Informazioni su ''

Accesso utente

CAPTCHA
Inserisci il codice che vedi qui sotto. Serve per evitare la spam e dimostrare che sei un umano e non un computer.

lobodilattice newsletter

Iscrivendoti accetti le nostre Privacy Policy ( link in fondo alla pagina)