EROS miniartextil 2013

EROS miniartextil 2013

Titolo

EROS miniartextil 2013

Inaugura

Sabato, 12 Ottobre, 2013 - 17:00

A cura di

Luciano Caramel

Artisti partecipanti

Oltre 60 artisti internazionali

Presso

Villa Olmo
Via Cantoni 1, Como

Comunicato Stampa

EROS è il tema della XXIII edizione della manifestazione artistica Miniartextil, organizzata dall’Associazione culturale Arte&Arte di Como. La mostra d’arte tessile contemporanea, unica in Europa a cadenza annuale, sviluppa sempre più la sua peculiarità internazionale: una mostra aperta al mondo, itinerante dalla città tessile comasca a location europee. 43 nazioni hanno partecipato al concorso dei minitessili, opere simbolo della manifestazione, selezionate da una giuria composta da Luciano Caramel, Maria Cristina Cedrini e Vito Capone. Le 54 opere finaliste saranno esposte nel salone centrale di Villa Olmo, mentre negli altri spazi troveranno posto le installazioni di grandi artisti internazionali scelti dall’Associazione e dal curatore prof. Luciano Caramel.

Grandi artisti per miniartextil

Nel corso degli anni Miniartextil ha presentato nomi illustri del panorama artistico contemporaneo e anche in questa edizione Arte&Arte ha saputo coinvolgere artisti di grande fama: il londinese Yinka Shonibare, l’argentino Manuel Ameztoy, la statunitense Mandy Greer e la francese Mai Tabakian. Dal Sud Africa giunge a Como Fiona Kirkwood e dalla Cina Beili Liu. Non mancano esponenti giapponesi come Kumi Yamashita, Noriko Narahira, Keiichi Nagasawa. Tra i giovanissimi già affermati interessante è la partecipazione dell’artista bolognese Livia Ugolini. Tra gli italiani ricordiamo in particolare Annalù Boeretto, Giuseppe Coco, Daniele Delfino e Candida Ferrari.

EROS & EROS

L’invito al confronto sul tema dell’EROS ha generato molteplici interpretazioni da parte degli artisti: l’amore inteso come desiderio e attrazione trapela nelle opere PHEROMONE di Norika Tomita, DESIDERIO di Myriam Jawerbaum, DREAM WITH HEAT di Kathy Guest. Un anelito alla conquista e alla creazione di un percorso comune, un’attenzione particolare alla dimensione della coppia, primo microcosmo sociale e comunitario, è ciò che caratterizza le opere UNEXPECTED di Agnieszka Kopec, COEURS À CORPS di Ghislaine Berlier Garcia e L'ALTRA METÀ DI SE' STESSI di Angela Corti. Eros come vita ed energia vitale: un potere assoluto dell'esistenza contrapposto a Thanatos, la morte, si trova nelle opere BIRTH di Ryouji Maeda, ORIGIN di Graciela Saulle e VITAL ENERGY di Danguole Cachaviciene. Dalla mitologia alla letteratura traggono spunto i minitessili LEDA & IL CIGNO di Johanna Marie Schimming, IL SOGNO DI SALOMÈ di Michele Ormas e DOVE IL DR. FAUSTROLL AMÒ VISITÈ E POI MORì di Tania Lorandi.

Minitessili: colori e sostanze dell’EROS

Una lettura globale sui 54 minitessili, rimanda ad una immediata osservazione sull’imperante utilizzo dei colori bianco e rosso. Il primo, simbolo della purezza e dell’innocenza, si ritrova nelle opere EMBRACE di Richard Sweeney, NIDO D'ALI di Laura Mengani Fasola, CUPID'S ARROW di Traudel Lindauer. Rosso e bianco coesistono in PREVAILING OF LOVE di Noriko Takamiya. Torna in molte opere l’elemento naturale, l’objet trouvé: legni e foglie si trasformano in oggetti del desiderio, simboli d’amore, come nelle opere di Giovanna Del Grande WENEEDTO e Laura Valeria Consonni MOTO VERSO. Una vera e propria realtà da scoprire e indagare, quella che è scaturita dalla creatività e dall’espressione degli artisti sul tema EROS, tra la ricerca di una dimensione onirica e la realtà.

Miniartextil: una mostra made in Italy che piace all’estero
10° compleanno per l’edizione francese e altre novità

Per il decimo anno miniartextil sarà ospite alle porte di Parigi nella municipalità di Montrouge, comune francese che per la scorsa edizione ha riservato, alla mostra promossa da Arte&Arte, il nuovo spazio espositivo de Le Beffroi, merito del crescente successo di pubblico riscontrato nel corso del tempo nella sede parigina.

Un’altra città francese ha chiesto ad Arte&Arte di portare la mostra oltre le Alpi: si tratta di Caudry, nel Nord della Francia, città dalla storica tradizione nella lavorazione del pizzo, che ospiterà la mostra nella primavera 2014.
Il gradimento internazionale della mostra si evidenzia anche nell’attenzione dei media: segnaliamo che miniartextil ha ottenuto lo scorso anno numerose recensioni da pubblicazioni internazionali, tra le quali ricordiamo l’ampia segnalazione dalla trend setter Li Edelkoort sul suo Trend Tablet.

Per il 2014 si prepara un’altra novità: la collaborazione tra Arte&Arte e il Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci di Milano, punto di riferimento della cultura milanese e tra i più visitati d’Europa, con 400.000 visitatori all’anno. Il Museo milanese ospiterà Miniartextil nei primi mesi del 2014.

Miniartextil è un evento a 360° che propone una serie di appuntamenti collaterali alla mostra: cinema, musica, poesia, conferenze, laboratori didattici e visite guidate. Seguite tutte le info dei programmi sul web e nei social network.

MINIARTEXTIL web www.miniartextil.it Twitter (arte&arte) Facebook (miniartextil como) Linkedin (Arte&Arte miniartextil)
-----------------------------------------
INFORMAZIONI:
Apertura al pubblico: da martedì a domenica, Villa Olmo, via Cantoni 1, Como.
Orari: martedì – domenica 11.00/19.00. Giovedì 11.00/23.00 (ultimo ingresso 22.00). Lunedì chiuso
Ingresso: 7 € - Gratis per bambini fino a 10 anni. Riduzioni: 5 € per persone con più di 65 anni e studenti fino ai 18 anni.
Visite guidate - Prenotazioni – Gruppi: a Villa Olmo sarà attivo un costante servizio di visite guidate in italiano, inglese e francese, per i gruppi su prenotazione. 5 € visita guidata singolo, 30 € visita guidata gruppo (max 10 persone), 50 € visita guidate ING/FR (max 10 persone).
Catalogo con foto a colori in italiano/inglese/francese, con intervento critico di Luciano Caramel.
COME RAGGIUNGERE VILLA OLMO:
AUTO: da Milano Autostrada A9 – uscita Monte Olimpino, poi proseguire verso il centro città. Dalla Svizzera, Autostrada, uscita Monte Olimpino
TRENO: con il treno delle Ferrovie dello Stato, fermata Como San Giovanni, poi autobus linee 6-11-1
A PIEDI: a piedi dal centro città lungo la passeggiata a lago che parte dai giardini pubblici

mostre, arte, eventi, artistici, gallerie, contemporanea

Come Arrivare?

Chi c'è on line?

Ci sono attualmente 1 utente e 610 visitatori collegati.

Informazioni su ''

Accesso utente

CAPTCHA
Inserisci il codice che vedi qui sotto. Serve per evitare la spam e dimostrare che sei un umano e non un computer.

lobodilattice newsletter

Iscrivendoti accetti le nostre Privacy Policy ( link in fondo alla pagina)