Drama

Drama

Titolo

Drama

Inaugura

Domenica, 18 Ottobre, 2015 - 19:00

A cura di

valentina lucia barbagallo e Giuseppe Mendolia Calella

Artisti partecipanti

Elsa Tornabene

Emanuela Bucceri

Valerio Eliogabalo Torrisi

Simone Caruso

Nuovo Cinema Casalingo

Presso

teatro machiavelli
piazza università, 16, catania

Comunicato Stampa

Drama

a cura di Valentina Lucia Barbagallo e Giuseppe Mendolia Calella

per Balloon Project (www.balloonproject.it)

 

Teatro Machiavelli

Palazzo Sangiuliano, Piazza dell’Università, 16 - Catania

Inaugurazione domenica 18 ottobre ore 19.00

 

 

Balloon Project (www.balloonproject.it), piattaforma impegnata nella ricerca e curatela nell’ambito dell’arte contemporanea e della comunicazione visiva, in collaborazione con il Teatro Machiavelli, riaperto su un progetto del maestro Puggelli e per volontà dell’Ateneo di Catania nel 2010 con l’intento di ridare alla città etnea un luogo di ricerca, sperimentazione e formazione culturale teatrale e artistica, presenta, domenica 18 ottobre alle ore 19.00, Drama, mostra collettiva di giovani artisti siciliani.

 

Drama è il primo progetto della sezione mostre del Teatro Machiavelli che intende promuovere le ricerche di giovani artisti, con l’intento di creare un dialogo tra il pubblico, gli artisti e lo spazio espositivo e dunque una conoscenza reciproca. Conoscere i temi su cui s’interrogano oggi alcuni giovani artisti siciliani, apprendere la loro forma espressiva e conoscere anche l’opinione del pubblico può diventare un momento di formazione e di crescita: obiettivi fondamentali per il Teatro Machiavelli e Balloon Project.

 

Titolo e tema sono stati suggeriti dallo stesso spazio che ospita la mostra: il teatro, appunto, luogo per antonomasia della “finizione”, della “messa in scena”, della “rappresentazione”.

Come quando a teatro si apre il sipario e va in scena la piece dello scrittore, riscritta dallo sceneggiatore, diretta dal regista e interpretata dagli attori anche Drama propone una “messa in scena”, ovvero, un’esposizione di tante ricerche che diventano ad un tempo monologhi e dialoghi, proprio come a teatro.

 

Il sipario sono le vetrine del Teatro Machiavelli, la quinta da un lato è data dalla storica piazza università e dall’altra dalle pareti allestite con i lavori fotografici e video degli artisti invitati a prendere parte al progetto; gli autori sono i giovani artisti, gli sceneggiatori i curatori Valentina Lucia Barbagallo e Giuseppe Mendolia Calella e il regista è il pubblico.

 

Il bianco che caratterizza le serie fotografiche di Elsa Tornabene e Emanuela Bucceri rappresenta, all’interno di una lettura cromatica e simbolica, il grado zero, il foglio bianco. Da questo candore, da quest’essenzialità, però, emergono personaggi femminili che dominano la scena solo con la loro presenza immobile. Non ci guardano negli occhi, non ci raccontano molto di se, ci mostrano la loro nudità, la loro essenza che appare bianca come il colore dello sfondo, come il grado zero, come il foglio bianco, come l’annullamento…

 

Valerio Eliogabalo Torrisi e Simone Caruso usano le ombre, il nero, definiscono per astrazione: il nero predomina occultando invece di rivelare. I protagonisti di Caruso ci negano la visione dei loro volti, quelli di Eliogabalo Torrisi raccontano dolori personali, rivisitano il legame tra amore e morte e lo contemporaneizzano.

 

I Nuovo Cinema Casalingo hanno fatto della “messa in scena” il punto focale della loro ricerca condotta sempre su un piano reale e narrativo. Il drammatico si mescola al comico e il faceto sfiora poeticamente il serio.

 

In Drama, il ricordo diventa memoria collettiva e l’arte visiva incontra il teatro in questo gioco di rimandi, accostamenti e in questo tentativo catartico di esporre l’arte contemporanea, quella dei giovani artisti che ancora hanno necessità di mettere in atto la propria ricerca per comprenderla e raffinarla.

Il teatro non è il luogo in cui l’uomo va per ritrovare se stesso tra una risata e un ghigno, tra un pianto e un sospiro? E una mostra cos’è se non quel luogo in cui l’artista si ritrova e si perde e il pubblico si perde e si ritrova?

mostre, arte, eventi, artistici, gallerie, contemporanea

Come Arrivare?

Chi c'è on line?

Ci sono attualmente 0 utenti e 659 visitatori collegati.

Informazioni su ''

Accesso utente

CAPTCHA
Inserisci il codice che vedi qui sotto. Serve per evitare la spam e dimostrare che sei un umano e non un computer.

lobodilattice newsletter

Iscrivendoti accetti le nostre Privacy Policy ( link in fondo alla pagina)