DIALOGHI TRIESTINI

DIALOGHI TRIESTINI

Titolo

DIALOGHI TRIESTINI

Inaugura

Mercoledì, 14 Maggio, 2014 - 17:30

A cura di

Marianna Accerboni

Artisti partecipanti

Roberto Costa Longeri e Franco Nuti

Presso

Libreria Minerva
via S. Nicolò 20, Trieste

Comunicato Stampa

DIALOGHI TRIESTINI: MERCOLEDI’ 14 MAGGIO 2014 ALLA LIBRERIA MINERVA DI TRIESTE PRESENTAZIONE DEL LIBRO DI ROBERTO COSTA LONGERI E DI FRANCO NUTI

 

Mercoledì 14 maggio 2014 alle ore 17.30 alla Libreria Minerva di Trieste (via S. Nicolò 20) sarà presentato il libro “Dialoghi triestini” (Ibiskos editore Risolo, pgg: 118, € 12,00) di Roberto Costa Longeri, ingegnere triestino e professore emerito della Facoltà di Architettura dell’Università di Trieste, e di Franco Nuti, ingegnere fiorentino e professore ordinario di Architettura Tecnica nelle Università di Bologna, Trieste e Firenze. Introdurrà Luigi Milazzi.

 

Un incontro fra due menti illuminate, che si svolge in una sorta di percorso peripatetico, d’ideale memoria classica ma in realtà molto contemporaneo, dedicato all’architettura, all’urbanistica, all’impegno sociale e alla storia: così si configura “Dialoghi triestini”, elegante volume scritto a quattro mani da Roberto Costa Longeri e da Franco Nuti.

Un uomo di mare (anche se di lontana origine montanara), si potrebbe dire di Costa, triestino ma cittadino del mondo per i suoi molti viaggi e le diverse frequentazioni, osservatore acuto e razionale degli eventi; e un uomo di terra, di Nuti, mente dalla notevolissima sensibilità letteraria e poetica. Tant’è che, nel volume “Trieste, note e immagini per l’interpretazione della forma urbana”, dedicato nel ‘93 da quest’ultimo alla nostra città, ogni capitolo è introdotto da una poesia di Umberto Saba, Giotti o Anita Pittoni, spesso citati dall’autore, assieme ad altri poeti italiani, quali per esempio Cardarelli e Caproni, a corredo delle proprie osservazioni e intuizioni dei luoghi.

Ancora una volta dunque, con agile profondità, la verve di un coltissimo cronista, freschezza ed entusiasmo giovanili, Roberto Costa trae dalla bisaccia dei suoi infiniti ricordi, un variegato e interessantissimo itinerario che ci conduce attraverso Trieste, ricomponendo alcuni momenti particolarmente significativi della storia della città e della vita professionale dell’autore; mentre al collega fiorentino si deve un prezioso e colto affondo, ricco di sensibilità, su Trieste, definita fin dai primi approcci “città dolente”, per le tragiche vicende che ne hanno attraversato il ‘900.

Tra i territori “solcati” dal libro, incontriamo però anche paesi lontani, teatro di altri drammi, quali per esempio la Nigeria, con la guerra del Biafra, di cui Costa (lì presente in seno alla cooperazione fra il nostro Ateneo e quello nigeriano di Ife) ci offre un’interessante rilettura, in rapporto all’estrazione del petrolio svolta “a qualsiasi costo”; e Sarajevo, in cui egli svolse la propria attività professionale nell’ambito della realizzazione da parte del nostro Ministero degli Affari Esteri di un programma, affidato all’Università di Trieste, per la gestione del patrimonio architettonico e monumentale delle grandi culture della penisola balcanica.

 

Roberto Costa Longeri è professore emerito nella Facoltà di Architettura dell’Università degli Studi di Trieste. Medaglia d’oro del Presidente della Repubblica ai benemeriti della scienza e della cultura, è il responsabile della cattedra UNESCO di Trieste per la tutela, la conservazione, la valorizzazione del patrimonio monumentale e architettonico delle grandi culture che hanno percorso la penisola Balcanica.

Centinaia sono gli articoli, i saggi e i volumi prodotti da Costa Longeri nel corso dei suoi 60 anni di attività scientifica. Ne ricordiamo alcuni, inerenti la pubblicazione con Ericlea: Un quartiere a Trieste 1700 – 1800, La Casa, n° 3, 1956; Una città che non deve morire a cura di Anita Pittoni, Edizioni dello Zibaldone, Trieste 1969; e pubblicati presso la Ibiskos Risolo: Il gusto della vita (2007), Da archi e colonne all’architettura Moderna – La Trieste della ricostruzione (2008), Bruno Pincherle, oggi (2008), Dialoghi africani (2009).

 

DOVE: Libreria Minerva - via S. Nicolò 20 - Trieste

QUANDO: mercoledì 14 maggio 2014

ORARIO: 17.30

A CURA DI: Marianna Accerboni

INFO: 335 6750946

 

Con cortese preghiera di pubblicazione / diffusione

mostre, arte, eventi, artistici, gallerie, contemporanea

Come Arrivare?

Chi c'è on line?

Ci sono attualmente 2 utenti e 635 visitatori collegati.

Informazioni su ''

Accesso utente

CAPTCHA
Inserisci il codice che vedi qui sotto. Serve per evitare la spam e dimostrare che sei un umano e non un computer.

lobodilattice newsletter

Iscrivendoti accetti le nostre Privacy Policy ( link in fondo alla pagina)