Dalla roccia alla tela - Il travertino nella pittura Neorupestre

Dalla roccia alla tela - Il travertino nella pittura Neorupestre

Titolo

Dalla roccia alla tela - Il travertino nella pittura Neorupestre

Inaugura

Mercoledì, 2 Aprile, 2014 - 09:00

A cura di

professor Stefano Papetti

Artisti partecipanti

Andrea Benetti

Presso

Palazzo dei Capitani del Popolo
Ascoli Piceno

Comunicato Stampa

A.N.F.E. Marche ed il Comune di Ascoli Piceno
col patrocinio della Regione Marche e della Provincia di Ascoli

PRESENTANO

ANDREA BENETTI
Dalla roccia alla tela
Il travertino nella pittura Neorupestre

INAUGURAZIONE 5 APRILE ORE 18:00 CON LA PERFORMANCE MUSICALE DI

FRANK NEMOLA

mostra e catalogo a cura del professor Stefano Papetti

DAL 2 AL 20 APRILE 2014

Ascoli Piceno • Palazzo dei Capitani del Popolo

Su iniziativa di A.N.F.E. Delegazione Marche e del suo Presidente, il professor Rocco Fazzini, sabato 5 aprile 2014 sarà inaugurata d Ascoli Piceno, presso Palazzo dei Capitani del Popolo, il progetto artistico “Dalla roccia alla tela – Il travertino nella pittura Neorupestre”, una mostra che vedrà la collaborazione tra Andrea Benetti, artista conosciuto a livello internazionale e autore del Manifesto dell’Arte Neorupestre presentato alla 53. Biennale di Venezia, e Frank Nemola, figura di primo piano nel panorama musicale italiano e polistrumentista di Vasco Rossi.

“Dalla roccia alla tela – Il travertino nella pittura Neorupestre”, curato dal professor Stefano Papetti, è un progetto promosso dall’A.N.F.E. Marche e dal Comune di Ascoli Piceno. La mostra gode del Patrocinio della Regione Marche, della Provincia e del Comune di Ascoli Piceno. Il catalogo, è a cura del professor Stefano Papetti e contiene al suo interno il Manifesto dell’Arte Neorupestre.

Il professor Papetti, curatore della mostra e del catalogo e Docente di Museologia e Restauro dei Beni Storico-Artistici alla Facoltà di Scienze e Tecnologie e Architettura dell’Università degli Studi di Camerino, scrive nella sua critica inserita nel catalogo della mostra: “I segni convenzionali che Benetti utilizza per i suoi dipinti provengono da un passato remoto nel quale le simbologie ricorrenti fanno riferimento alla caccia e alle pratiche agricole, rappresentando per l’uomo preistorico un rito propiziatorio e scaramantico: nella interpretazione che di quei segni ci propone l’artista contemporaneo questo valore si perde a favore di una rilettura grafica e decorativa delle immagini, stilizzate secondo un procedimento che raggiunge effetti di grande efficacia descrittiva ed evocativa”.

“Dalla roccia alla tela – Il travertino nella pittura Neorupestre” nasce dalla ricerca creativa di Benetti e Nemola, che, attraverso l’unione di due mezzi espressivi quali pittura e musica, riescono a creare un progetto di “arte acustica”.
I due artisti creano un ponte ideale tra le origini dell’uomo e la contemporaneità, tra le forme antiche ed essenziali di espressione e le odierne esemplificazioni dei sistemi digitali di comunicazione di massa utilizzando i due sensi per eccellenza dei due periodi: udito e vista.

La mostra si compone di trenta opere di pittura Neorupestre di Andrea Benetti e della performance musicale/vocale composta ed eseguita appositamente per le tele dell’artista dal musicista Frank Nemola. Il live della performance, della durata di una decina di minuti, sarà eseguito durante l’inaugurazione e vedrà Frank Nemola suonare la tromba su una base preregistrata e composta dallo stesso musicista e da una performance canora, da baritono, che Nemola realizza cantando in latino parti della lettera di Seneca a Lucillo, in cui egli descrive un parallelismo tra la vita dell’uomo primitivo e quella dei contemporanei romani, esaltando la libertà e la spensieratezza di quell’uomo ancestrale. Il primo connubio tra la pittura di Andrea Benetti e la musica di Frank Nemola, musicista che da sempre svolge un’intensa e colta ricerca sulla musica e sulla sua traduzione scenica, studiando la sonorità delle origini unite ai rumori e suoni elettronici, risale al settembre 2011, anno in cui i due artisti presentarono un progetto di enorme successo all’interno delle Grotte di Castellana. Il progetto a cura del professor Massimo Guastella, per la sua innovazione è rientrato nel programma universitario di Storia dell’Arte dell’Università di Lecce.
Nel 2013, sempre ad aprile, la pittura e la musica di Benetti e Nemola sono approdate a Palazzo D’Accursio, nella prestigiosa Sala Ercole del Comune di Bologna, promossa dal Dipartimento delle Arti Visive dell’Università di Bologna e curata dalla professoressa Silvia Grandi, docente e ricercatrice di Fenomenologia dell’Arte Contemporanea. Ultima tappa, con inaugurazione a febbraio 2014 e durata tutto marzo, promossa dall’Università di Bari, con Seminario sull’Arte Neorupestre di Benetti, tenuto in Aula Magna di Palazzo Ateneo e la mostra con performance musicale di Nemola all’Ex Palazzo delle Poste (spazio dell’Università), ha visto la partecipazione attiva al Seminario e col testo nel catalogo, sia del Magnifico Rettore, il professor Antonio Felice Uricchio, che del professor Donato Coppola, docente di Archeologia della Preistoria e Paletnologia.

Il progetto è promosso ed organizzato da A.N.F.E. MARCHE e dal Comune di Ascoli Piceno ed è patrocinato dalla Regione Marche e dalla Provincia di Ascoli Piceno.

www.andreabenetti-foundation.org

www.andreabenetti.com

Immagini

mostra d'arte, evento, artista, curatore, artistici
mostre, arte, eventi, artistici, gallerie, contemporanea

Come Arrivare?

Chi c'è on line?

Ci sono attualmente 0 utenti e 530 visitatori collegati.

Informazioni su 'Andrea Benetti'

Accesso utente

CAPTCHA
Inserisci il codice che vedi qui sotto. Serve per evitare la spam e dimostrare che sei un umano e non un computer.

lobodilattice newsletter

Iscrivendoti accetti le nostre Privacy Policy ( link in fondo alla pagina)