Da una certa distanza - B69

Da una certa distanza - B69

Titolo

Da una certa distanza - B69

Inaugura

Venerdì, 27 Febbraio, 2015 - 10:00

A cura di

Daniele De Lonti

Artisti partecipanti

Tancredi Mangano

Presso

The Lone T
via Senato 24

Comunicato Stampa

“Da una certa distanza”, dietro al finestrino di un treno in movimento, Tancredi Mangano guarda il mondo, mette al centro del suo lavoro una fede percettiva che fa del pensiero il centro rivelatore.

La velocità diventa elemento della percezione e l’apparente visione marginale, dirompendo nel pensiero, definisce una dimensione di visibilità, un’orizzonte di esperienze sullo sfondo di un  mondo in cui ogni trascendenza è possibile.  Nel movimento le cose percepite hanno uno spostamento apparente: le più vicine si muovono veloci, quelle lontane, quasi immobili, trasmettono un senso di monumentalità e il tutto alimenta una presa di coscienza che genera inedite significanze. “E’ questo dunque un viaggio, ma un viaggio che si svolge non solo nel paesaggio ma anche e sopratutto nel pensiero, nella profondità e nel mistero della percezione fotografica, in quell’inconscio che Walter Benjamin definì ottico e Franco Vaccari tecnologico.

 

Il mondo esterno, al di là della macchina e del finestrino del treno, è in fondo, una selva di segni provvisori e mutevoli in cerca di significato”  scrive R. Valtorta, di questo lavoro, sulla rivista Inventario. Già esposto a Torino alla Fondazione Sandretto Re Rebaudengo il Blocco B69 viene ora presentato  a Milano con l’integrazione di alcune immagini in formato 80x120 cm.

mostre, arte, eventi, artistici, gallerie, contemporanea

Come Arrivare?

Chi c'è on line?

Ci sono attualmente 1 utente e 747 visitatori collegati.

Informazioni su ''

Accesso utente

CAPTCHA
Inserisci il codice che vedi qui sotto. Serve per evitare la spam e dimostrare che sei un umano e non un computer.

lobodilattice newsletter

Iscrivendoti accetti le nostre Privacy Policy ( link in fondo alla pagina)