Claudio Gobbi | Europae | 28.10.2016

Claudio Gobbi | Europae | 28.10.2016

Titolo

Claudio Gobbi | Europae | 28.10.2016

Inaugura

Venerdì, 28 Ottobre, 2016 - 18:00

Artisti partecipanti

Claudio Gobbi

Presso

We Gallery
Friedrichstrasse 17

Comunicato Stampa

Claudio Gobbi

Europae

 

 

Opening: Venerdì 28 Ottobre 2016, ore 18-21

29 Ottobre – 3 Dicembre 2016

 

 

WeGallery è lieta di annunciare Europae, la prima personale a Berlino dell’artista e fotografo italiano Claudio Gobbi. Un percorso di ricerca che, attraverso progetti a lungo termine, interroga il continente europeo nei suoi confini geo-politici e culturali e la fotografia stessa come mezzo di rappresentazione del reale in relazione con altre discipline.

 

In mostra due serie di fotografie: Persistence (2003-2011) e Arménie Ville (2007-2016), rappresentative della continuità e dell’evoluzione del lavoro dell’artista nell’ultimo decennio. 

 

Nella prima serie la persistenza che dà il titolo al progetto è quella di tipologie architettoniche ricorrenti: Gobbi indaga qui il teatro europeo del ventesimo secolo in numerose capitali europee, dal Portogallo fino alla Russia e al Caucaso, regione di confine tra l’Europa e l’Asia, da sempre ponte tra Oriente e Occidente. Teatro quale luogo di memoria, forma di perpetuazione di un’identità collettiva ormai obsoleta. Simbolo di appartenenza ad una certa comunità novecentesca, ad una ipotetica memoria comune, dove le forme ed i colori dei suoi interni sono intesi dall’artista quali domande di localizzazione spazio-temporale. 

 

In Arménie Ville Gobbi porta avanti tale ricerca, indagando l’idea di persistenza culturale attraverso le specificità dell’architettura ecclesiastica armena, la cui matrice si ripete incredibilmente costante nel mondo da oltre 1500 anni. In mostra una selezione di 50 immagini tratte dal progetto che raccoglie 125 fotografie di chiese in 25 paesi, le quali raccontano la diffusione della cultura della prima nazione cristiana al mondo attraverso la Diaspora del popolo armeno. In questa serie l’artista esplora inoltre le specificità del mezzo fotografico, lavorando con una pluralità di fonti di epoche diverse (fotografie personali, d’archivio e commissionate ad altri autori) ed indagando concetti quali visione, serialità, materialità della fotografia stessa.

 

Il libro Arménie Ville. A visual essay on Armenian architecture di Claudio Gobbi, pubblicato da Hatje Cantz nel giugno 2016 con il sostegno di Fondazione Fotografia Modena (IT), viene presentato a Berlino in occasione della mostra.

 

 

Claudio Gobbi (1971, Ancona, IT) ha studiato fotografia a Milano sotto la guida di Gabriele Basilico; dal 2010 vive e lavora a Berlino. Nel 2017 sarà Artist-in-Residence presso il Künstlerhaus Villa Waldberta di Monaco (DE).  Il suo lavoro è stato esposto in mostre personali e collettive presso: Fondazione Fotografia, Modena, IT (2016); Kehrer Galerie, Berlino, DE (2016); Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, Torino, IT (2014); Berlin Art Prize, Berlino, DE (2013); Mostyn, Llandudno, UK (2013); Armenian Center for Contemporary Experimental Art, Yerevan, ARM (2012); 4th Fotofestival Mannheim_Ludwigshafen_Heidelberg, DE (2011); La Triennale, Milano, IT (2011); MAXXI, Roma, IT (2010); 2nd Thessaloniki Biennale of Contemporary Art, Salonicco, GR (2009), Centre National de l’Audiovisuel, Luxembourg, (2007).

 

mostre, arte, eventi, artistici, gallerie, contemporanea

Come Arrivare?

Chi c'è on line?

Ci sono attualmente 1 utente e 668 visitatori collegati.

Informazioni su ''

Accesso utente

CAPTCHA
Inserisci il codice che vedi qui sotto. Serve per evitare la spam e dimostrare che sei un umano e non un computer.

lobodilattice newsletter

Iscrivendoti accetti le nostre Privacy Policy ( link in fondo alla pagina)