Cartes de visite. Materia Sensibile

Cartes de visite. Materia Sensibile

Titolo

Cartes de visite. Materia Sensibile

Inaugura

Martedì, 18 Giugno, 2013 - 19:00

A cura di

sguardo contemporaneo

Artisti partecipanti

Pablo Mesa Capella

Presso

Fondazione Pastificio Cerere
Via degli Ausoni, 7, Roma

Comunicato Stampa

Pastificio_lab #7

un progetto ideato da Marcello Smarrelli

a cura di sguardo contemporaneo

 

CARTES DE VISITE. MATERIA SENSIBILE

UN PROGETTO DI PABLO MESA CAPELLA
                       

INAUGURAZIONE MARTEDI 18 GIUGNO 2013 ORE 19:00

19 GIUGNO – 4 LUGLIO 2013

CORTILE FONDAZIONE PASTIFICIO CERERE
QUARTIERE SAN LORENZO

sguardo contemporaneo conclude il ciclo di appuntamenti targati Pastificio_lab, che per un anno ha coinvolto artisti, addetti ai lavori, pubblico, studenti e abitanti del quartiere, connettendo tra loro idee, persone, progetti per sperimentare nuove modalità di intervento e partecipazione. 
L’impronta ‘community specific’, che caratterizza l’approccio del collettivo curatoriale, si ritrova anche nel progetto Cartes de visite. Materia sensibile che, estendendosi nello spazio urbano, ricerca apertamente un dialogo con il quartiere di San Lorenzo.
Da un’idea di Pablo Mesa Capella, Cartes de visite. Materia sensibile nasce da una ricerca intensiva di fotografie in piccolo formato recanti informazioni sulla persona ritratta. Provenienti da mercatini di mezza Europa, le ‘cartes de visite’ si caratterizzano come fotografie di piccolo formato scambiate all’occasione di una visita di lavoro o di cortesia; immagini anonime, che si colorano dei dettagli sonori di gesti e storie quotidiane in cui si possono riconoscere le proprie vicende personali, il proprio racconto. Il cortile interno della Fondazione Pastificio Cerere ospita l’installazione site specific in cui queste immagini anonime, frammenti di storie private abbandonate al caso, vengono recuperate dall’artista e interpretate al fine di riscattarne la memoria, traslandole su un piano più universale e condivisibile.

All’esterno, il percorso tracciato nel quartiere e guidato dalle voci narranti degli abitanti, fa riemergere la memoria di San Lorenzo che, nell’ultimo quarto di secolo ha visto completamente cambiare i connotati di chi la vive. L’artista ha raccolto per mesi le testimonianze dirette (anziani, negozianti, immigrati o studenti fuori sede), mappando in questo modo le diverse realtà di un luogo denso di storia e di storie; il vissuto dei racconti e delle fotografie – talvolta ironico, talvolta drammatico  – diventa così ‘materia sensibile’ che invade silenziosamente le vie del quartiere. Nel  quartiere verranno disseminati vari ‘punti di ascolto’, fruibili attraverso l’uso di audioguide che saranno distribuite gratuitamente presso la Fondazione Pastificio Cerere.
Pastificio_lab#7 Cartes de visite. Materia sensibile gode del patrocinio del Municipio III di Roma Capitale, è realizzato in co-produzione con lasituazione ACT, si avvale della partnership tecnica di Antenna International, di Sauro Allestimenti e della sponsorizzazione tecnica di Martini Royale.

Pablo Mesa Capella nasce a Málaga (Spagna) nel 1982. Laureato in Regia scenica e drammaturgia prima e in Comunicazione audiovisiva poi, si dedica al teatro curando regia e scenografia di spettacoli e di performance artistiche.  Questi primi anni formano la sua concezione estetica sull’arte plastica e le installazioni, e gli valgono diversi premi di regia e scenografia al Concorso MálagaCrea. Dal 2010 lavora e vive a Roma, dove prosegue la sua ricerca artistica all’interno di mostre collettive e associazioni. Nel 2012 espone al Festival di arte contemporanea Seminaria Sogninterra (Maranola, Formia) e a MarteLive al Forte Portuense (Roma). Recentemente è stato finalista al Premio ArtGallery (2013, Milano). Le sue installazioni partono dall’esperienza teatrale per sviluppare attraverso le arti figurative un coinvolgimento emotivo e sinestetico tra opera e pubblico, in tutte le sue sfumature e complessità. pablomesacapella.blogspot.it

Pastificio_lab, un progetto ideato da Marcello Smarrelli, direttore artistico della Fondazione Pastificio Cerere, nasce allo scopo di creare una piattaforma culturale che sviluppi iniziative volte a coinvolgere un pubblico sempre più eterogeneo. Parola chiave di questo progetto è multidisciplinarietà: attraverso una ricca proposta di incontri, mostre, laboratori, Pastificio_lab vuole favorire l’interazione dei linguaggi artistici contemporanei e la sperimentazione di nuove modalità d’intervento e partecipazione, stimolando un dialogo aperto fra artisti, pubblico, addetti ai lavori e non.

sguardo contemporaneo viene fondato nel 2007 da giovani storici dell’arte e curatori formatisi presso l’Università degli studi di Roma la Sapienza. Nasce inizialmente come mensile d’informazione online su artisti, mostre ed eventi culturali del panorama romano, con particolare attenzione al circuito gallerisitico. Dal 2008 il collettivo estende la sua attività anche al campo della curatela espositiva e all’organizzazione di eventi culturali, promuovendo artisti emergenti e nel settembre 2010 si costituisce Associazione Culturale. Tra i progetti più recenti: cartabianca_roma (co-curato con Carla Subrizi e Nero, Genova, Museo d’Arte Contemporanea di Villa Croce, maggio-giugno 2012); NUOVA GESTIONE (Roma, quartiere Quadraro, febbraio 2012). Attualmente sguardo contemporaneo collabora con Nuovo Paese Sera curando la rubrica d’arte contemporanea blitzArt.

Immagini

mostra d'arte, evento, artista, curatore, artistici
mostra d'arte, evento, artista, curatore, artistici
mostre, arte, eventi, artistici, gallerie, contemporanea

Come Arrivare?

Informazioni su 'ChiNa press office'