Cantico delle creature

Cantico delle creature

Titolo

Cantico delle creature

Inaugura

Domenica, 28 Settembre, 2014 - 18:30

A cura di

Francesco Parisi

Artisti partecipanti

Maria Addamiano, Maria Bonaduce, Daniela Calfapietro, Mario Colonna, Vito de Leo, Giovanni Morgese, Stefano Pelle, Patrizia Ricco, Giuseppe Sciancalepore, Franco Tullo,

Presso

Chiostro convento Badia S. Leo Magno
viale Giovanni XXIII 121 Bitonto

Comunicato Stampa

Cantico delle creature
Comunità di S. Leo Magno e ADSUM artecontemporanea

Espongono: Maria Addamiano, Maria Bonaduce, Daniela Calfapietro, Mario Colonna, Vito de Leo, Giovanni Morgese, Stefano Pelle, Patrizia Ricco, Giuseppe Sciancalepore, Franco Tullo,

Intervento di Francesco Parisi e di fr. Guarino Valentino ofm parroco e superiore della comunità di San Leone Magno

 

Inaugurazione domenica 28 settembre ore 18,30

Visitabile dal 28 settembre al 5 ottobre tutti i giorni dalle 18,30 alle 20,30

 

Presso : Chiostro convento Badia S. Leo Magno viale Giovanni XXIII 121 Bitonto

Info e contatti:

Tel. 3476502478
www.retearte.it
adsum.arte@libero.it

 

Convento – Parrocchia San Leone Magno

Tel. 080 3751136

Il progetto espositivo è dedicato al “Cantico delle Creature” (Canticus o Laudes Creaturarum) anche noto come Cantico di Frate Sole, il testo poetico più antico della letteratura italiana che si conosca, redatto da San Francesco d’Assisi nel 1224.
Il progetto invita gli artisti ad esprimersi ed a riflettere, nei diversi linguaggi artistici con la propria tecnica e il proprio immaginario, sulla visione di fratellanza umana e naturale che rappresenta il cuore del messaggio francescano, tema di grande attualità. L’amore per la natura sfocia e si condensa poi nell’amore per il vertice della creazione: l’uomo. L’uomo, in particolare l’artista, è chiamato ad essere nel creato il custode ed il coltivatore della Bellezza, come ha affermato Papa Francesco. Il divino si manifesta nelle opere del creato e l’artista dotato di autentica intuizione si adopera per interpretarne il mistero nascosto, facendolo diventare parte integrante della creazione artistica. L’arte, dunque, può diventare un veicolo, affinché l’uomo prenda maggiore coscienza del suo essere artefice nonché promotore della Bellezza, custode e responsabile dei beni della creazione, patrimonio di tutti e non solo di alcuni.
Questa mostra verrà ospitata nello splendido chiostro della Badia di S. Leo Magno uno dei complessi monastici più antichi e suggestivi sito a Bitonto in provincia di Bari.

 

mostre, arte, eventi, artistici, gallerie, contemporanea

Come Arrivare?

Chi c'è on line?

Ci sono attualmente 2 utenti e 684 visitatori collegati.

Informazioni su ''

Accesso utente

CAPTCHA
Inserisci il codice che vedi qui sotto. Serve per evitare la spam e dimostrare che sei un umano e non un computer.

lobodilattice newsletter

Iscrivendoti accetti le nostre Privacy Policy ( link in fondo alla pagina)