Claudio Costa

Claudio Costa

Titolo

Claudio Costa

Inaugura

Giovedì, 15 Giugno, 2017 - 18:00

A cura di

Ca' di Fra' - Milano

Artisti partecipanti

Claudio Costa

Presso

Ca' di Fra' - Milano
via Carlo Farini, 2 - Milano

Comunicato Stampa

“…L’arte è un diapason della psiche che capta i segnali della specie, li fascia di ricordi, li accompagna coi fantasmi, li accoppia con la grazia…”

Claudio Costa (Tirana, 1942 – Genova, 1995)

 

 

Precursore della corrente artistica che verrà definita “arte antropologica”, Claudio Costa è interprete di una  poetica che si fonde intimamente con i  “materiali dell’umano”; la  forma nasconde, come in uno scrigno, un significato espressivo antropologico.

Negli anni Settanta i viaggi in Nuova Zelanda ed Africa lo portano ad avvicinarsi alle culture primitive, in un percorso di regressione non solo verso la propria infanzia ma anche, in un unico destino condiviso, verso l'infanzia del mondo. Nel 1975, con A. Carminati, crea il Museo di Antropologia Attiva di Monteghirfo. Un luogo dove recupera, cataloga ed espone gli oggetti ad esso appartenuti, svolgendo un lavoro di ricostruzione della memoria individuale e collettiva.

Negli anni Ottanta, in un percorso di allontanamento dalla psicanalisi tradizionale e dallo strutturalismo, torna alla pittura, al primitivismo e allo sciamanesimo di Beuys. Nel  recupero di ciò che è  “ manuale e vissuto ” si pone quel work in regress  teorizzato dal 1976: un ritorno al mito, al simbolico, al sé più intimo ed autentico. Nel 1986 espone alla Biennale di Venezia nella sezione "Arte e Alchimia" curata da Arturo Schwarz.

L'opera di Costa è legata, in modo profondo,  all'ex ospedale psichiatrico di Quarto dei Mille dove organizza un laboratorio di arteterapia. All'ex O.P. di Quarto nasce il Museo Attivo delle Forme Inconsapevoli (1992). L'attività di Costa testimonia quella ricerca della "non normalità" come fonte più pura e diretta  di creatività e fondamentale elemento della  sua poetica.  

La mostra, presenta una ventina di opere (1970 - 1990). Il desiderio è di contribuire alla valorizzazione della ricerca e del pensiero di  uno degli artisti più intriganti dell’arte italiana ed europea. Un artista fuori dagli schemi e non ancora sufficientemente studiato nè valorizzato da mercato e critica.

 

Immagine:Costa Strumento per catturare il suono delle farfalle 1982 

Courtesy Archivio Claudio Costa - Rapallo / Ca' di Fra' - Milano

mostre, arte, eventi, artistici, gallerie, contemporanea

Come Arrivare?

Informazioni su ''