“C’ERA UNA VOLTA IL WEST”

“C’ERA UNA VOLTA IL WEST”

Titolo

“C’ERA UNA VOLTA IL WEST”

Inaugura

Sabato, 24 Maggio, 2014 - 19:00

A cura di

Rosa Didonna

Artisti partecipanti

Pasquale Conseeva

Presso

Globalart
Via Ugo Foscolo 29- 70016 Noicattaro (BA)

Comunicato Stampa

Vernissage Sabato 24 Maggio ore 19,00

La Galleria d’arte contemporanea  GLOBALART  presenta

C’ERA UNA VOLTA IL WEST

PERSONALE DI PASQUALE CONSERVA

A cura di Rosa Didonna

Intervengono per la parte artistica i critici Vinicio Coppola, Antonella Mariani

 Per la parte cinematografica i registi Vito Giuss Potenza,Carlo Stragapede

 

Per l’occasione Francesco Mola realizzerà dal vivo un ritratto astratto

ispirandosi alla musica del film “C’era una volta il West”

che sarà proiettato durante il vernissage

Con la partecipazione del  Cinereporter Roberto Pascale di Colorata TV

 

Domenica 8/ giugno/ 2014  ore 18,30

serata per la proiezione del film

interverrà sul tema del film Amalia Mancini (operatrice culturale)

 

 la mostra sarà visitata fino al 13 /06/2014

 

La mostra di Pasquale Conserva alla GLOBALART Noicàttaro via Ugo Foscolo 29 di Rosa Didonna sabato 24 maggio alle ore 19,00 verranno presentati dipinti ad olio ed alcuni disegni a sanguigna su p.c. ispirati al film “CERA UNA VOLTA IL WEST”

In occasione del 25°anniversario della morte del mitico regista SERGIO LEONE

Nessuno più di lui, forse, ha saputo incantare gli spettatori davanti a uno schermo cinematografico, lui è stato unico nella sua grandezza, nella sua paradossale e ormai indubbia classicità memoriale.

 

Il film di Sergio Leone (1968) è il primo della Trilogia del tempo che il grande regista girò con la collaborazione di Bernardo Bertolucci e Dario Argento ed è riconosciuto come un capolavoro e uno dei migliori film mai realizzati. Nonostante la sua vena ironica realizzata verso questo genere di film,”C’era una volta il West” ricalca gli stereotipi del West classico hollywoodiano, con uno stile ellittico e descrittivo, scrupolosi dettagli, tempi dilatati, piani-sequenza, sontuose carrellate ed un ottimo montaggio di primi piani e campi lunghi.

Sergio Leone non riproponeva realismi rievocativi con matrice documentaristica; stravolgeva il genere con una narrazione molto personale, apparentemente celebrativa, ma in realtà finalizzata alla decostruzione del genere classico. Il film, girato alla Monument Valley (omaggio a J.Ford) ebbe notevole successo con incassi miliardari ed una critica unanimemente favorevole.Il cast era composto da grandi attori come: Henry Fonda, Claudia Cardinale, Gabriele Ferzetti, Charles Bronson, uno straordinario J. Robarts e tanti altri che seppero compenetrarsi da validissimi interpreti, nella vicenda complessa proposta e diretta dal regista. Da non dimenticare l’accompagnamento musicale delle opere composte e dirette dal grande maestro Ennio Morricone. Sergio Leone ha sempre dichiarato che il pubblico ama vedere storie spettacolari ed infatti per lui lo spettacolo più bello è sempre stato il mito, pregno di favola, leggenda, narrazione, utopia, sogno e idealizzazione. A questo proposito parlando dei suoi film soleva dire: “Io racconto favole per adulti” Nato nel 1929 a Roma da padre regista e madre attrice, si spegne a sessant’anni il  30 aprile 1989 e viene sepolto a Pratica di Mare (Lazio).L’anno in corso 2014 segna pertanto il 25° anniversario della morte; non solo,ma insieme con il  restauro del primo film della trilogia del dollaro “Per un pugno di dollari”, che fra l’altro registra 50 anni dall’uscita al Festival di Cannes, verrà proiettato lo stesso film a partire dal 25 Maggio 2014 in anteprima nelle sale del festival e successivamente distribuito insieme a tutta l’opera nelle sale del circuito normale. La mostra alla Galleria d’Arte Contemporanea Globalart dal 24/06 al 13/06 2014 si compone di dipinti ad olio e disegni su pioppo eseguiti a grafite  e sanguigne. Il tema parte dal film di Sergio leone ma sviluppa una narrazione che si intreccia e si ispira a quel periodo. L’autore appassionato di ritrattistica ha realizzato le opere nel solco di questa sua inclinazione. Nei dipinti l’ispirazione fondamentale è rappresentata dai volti dei protagonisti del film, mentre le opere a grafite riportano immagini relative alla costruzione della ferrovia, sulla falsariga del fumetto. Infatti tutta la storia si sviluppa sulla nuova tecnologia incombente, rappresentata dal treno che, nel sogno di un imprenditore ferroviario, collegherà l’Atlantico al Pacifico. L’attenzione dell’Artista è rivolta appunto al formicaio di operai, tecnici, manovali, che brulicano attivissimi sui cantieri per ultimare in breve tempo la gigantesca opera. Versi più belli sono dedicati ai ritratti perché il più grande messaggio dell'artista è farci comprendere la bellezza umana.”Oscar Wilde” Per ogni tipo di ritratto c’è bisogno della concentrazione giusta, ma soprattutto nel caso di ritratti a persone in genere come l’artista Pasquale Conserva ha realizza sotto gli occhi attenti del folto fruitore con grande maestria e principio di creatività, talento, fantasia, tecnica e abilità che testimoniano la sua professionalità, bravura e coraggio fondamenti dell’Arte Maiuscola.

 

Per info:Rosa Didonna Art Director GLOBALART Cell.347/1843201 
Tel. 080/4782863 GLOBALART Via Ugo Foscolo 29- 70016 Noicattaro (BA) 
info@globalartweb.org www.globalartweb.org 
https://www.facebook.com/rosa.didonna.9 http://www.facebook.com/
www.youtube.com /user/globalartdidonnawww.rosadidonna.jimdo.com

 

 

mostre, arte, eventi, artistici, gallerie, contemporanea

Come Arrivare?

Informazioni su ''