Angelo Venturoli tra l'opera, il Collegio e la sua eredità. I borsisti dal 1930 al 1980

Angelo Venturoli tra l'opera, il Collegio e la sua eredità. I borsisti dal 1930 al 1980

Titolo

Angelo Venturoli tra l'opera, il Collegio e la sua eredità. I borsisti dal 1930 al 1980

Inaugura

Giovedì, 24 Settembre, 2015 - 18:00

A cura di

Alberto Rodella e Silvia Rubini

Artisti partecipanti

Renato Pasqui, Leonardo Cremonini, Luciano Damiani, Arrigo Armieri, Gustavo Bonora, Giuseppe Corazza, Alfonso Frasnedi, Vittorio Mascalchi, Giorgio Azzaroni, Mario Martinelli, Francesco Trabisondi, Renato Barilli, Raffaello Vallara, Sonia Foschi, Dante Mazza, Giorgio Burnelli, Giorgio Zucchini, Adriano Avanzolini, Bruno Stefani, Andrea Armieri, Loretta Cavicchi.

Presso

Fondazione Angelo Venturoli
via Centotrecento, 4, Bologna

Comunicato Stampa

La Fondazione Angelo Venturoli inaugura il 24 settembre 2015 la mostra “Angelo Venturoli tra l'opera, il Collegio e la sua eredità. I borsisti dal 1930 al 1980” proseguo della precedente del 2012 che ha visto esposte le opere degli allievi del Collegio negli anni 1826 – 1929, per esporre le opere pittoriche, scultoree e grafiche degli allievi iscritti al Collegio dal 1930 al 1980.

La mostra propone un percorso articolato in più sedi: oltre agli spazi comunali e alla galleria
"Artifigurative", si prevede che anche i locali del Collegio Venturoli stesso saranno parte del percorso espositivo, ampliando così  la risonanza e la visibilità della mostra anche nell'area cittadina di Bologna. 

Il titolo delle collettiva “Angelo Venturoli tra l'opera, il Collegio e la sua eredità. I borsisti dal 1930 al 1980” fa riferimento ad un progetto nato nel 2012 e promosso dall'Assessorato alla Cultura del Comune di Crespellano che si propone di fare luce sul rapporto tra lo spazio urbano Bolognese e l'architettura neoclassica importata dall'architetto Angelo Venturoli (Medicina, 1749 - Bologna, 1821) a partire dal 1777 con il progetto per la villa di Crespellano e diverse altre ville in zona, quali Villa Turrini Rossi, Palazzo Stella e Villa Bianconi, e in seconda battuta, ad indagare il "lascito" dell'architetto di Medicina e celebrarne l'eredità affidata anche all'attività didattica svolta dall'omonimo Collegio diventato fondazione ancora oggi in piena attivita', sorto per volontà del Venturoli per aiutare negli studi giovani artisti meritevoli.
La mostra sarà documentata da un catalogo critico, a illustrare il percorso espositivo approfondendone le
tematiche.

L’inaugurazione ufficiale si terrà il 24 settebre 2015 alle ore 18.00 presso Palazzo Garagnani in via Marconi 47 (Municipio).La mostra sarà successivamente visitabile fino al 25 ottobre 2015, tutti i giorni (solo  sabato e domenica nella Fondazione Collegio Venturoli via Centotrecento 4 Bologna) ore 15.00-20.00.

Ingresso libero.
Per informazioni:
Referente: Alberto Rodella,  339 6511564, 051 6722134, info@artifigurative.info

Silvia Rubini, vicesindaco@comune.valsamoggia.bo.it

Sedi nel Comune di Valsamoggia (Crespellano): Palazzo Garagnani in via Marconi 47 (sala consiliare del Municipio) - Galleria Artifigurative via Provinciale 274 piazza Berozzi 3 .

Sede nel comune di Bologna: Fondazione Collegio Venturoli via Centotrecento 4 (Bologna) 

Salvatore D'Amico

Immagini

mostra d'arte, evento, artista, curatore, artistici

Come Arrivare?

Informazioni su 'exfabbricadellebambole associazione culturale'