per L’AMORE di… fotografia, pittura e scultura: due mostre collettive in onore del 150° anniversario della nascita di Alfred Stieglitz

per L’AMORE di… fotografia, pittura e scultura: due mostre collettive in onore del 150° anniversario della nascita di Alfred Stieglitz

Titolo

per L’AMORE di… fotografia, pittura e scultura: due mostre collettive in onore del 150° anniversario della nascita di Alfred Stieglitz

Inaugura

Domenica, 23 Novembre, 2014 - 18:00

A cura di

curatore - Daniele Alfani / direttrice artistica - Danielle Villicana D'Annibale

Artisti partecipanti

Gli artisti (15 italiani e 3 internazionali) sono: Roberta Alberti (Città di Castello - Pg), Daniele Alfani (Arezzo), Demetrio Vladimiro Andidero (Reggio Calabria), Gianni Bigoni (Lagosanto - Fe), Dina Cangi (Arezzo), Fernando Casalini (Arezzo), Pinque Clark (USA), Alfiero Coleschi (Sansepolcro - Ar), Pietro Farsetti (Arezzo), Riccardo Fiorucci (Città di Castello - Pg), James Kleckner (USA), Maurizio Laurenti (Grosseto), Sabrina Livi (Arezzo), Fabrizio Pruscini (Città di Castello - Pg), Jaya Schuerch (USA), Maila Stolfi (Prato), Luigi Torreggiani (Sarmato - Pc), Filippo Volpi (Città di Castello - Pg).

Presso

Via Cavour 85
Via Cavour 85, 52100 Arezzo (AR)

Comunicato Stampa

COMUNICATO STAMPA

per L’AMORE di… fotografia, pittura e scultura

Ad Arezzo due collettive in onore del 150° anniversario della nascita di Alfred Stieglitz

 

Negli spazi espositivi di Via Cavour 85, ad Arezzo, si inaugura domenica 23 novembre 2014, alle ore 18, l’esposizione per L’AMORE di… fotografia, pittura e scultura: due mostre collettive in onore del 150° anniversario della nascita di Alfred Stieglitz.

Un evento speciale curato da Daniele Alfani e presentato da Marco Botti, sotto la direzione artistica di Danielle Villicana D’Annibale, che si dividerà in due mostre collettive in onore del fotografo e gallerista di fama mondiale, che ha promosso l’unità tra gli artisti e l’uguaglianza tra le arti. 

Un gustoso rinfresco farà da accompagnamento al vernissage. L’esposizione proseguirà, a ingresso libero, fino a mercoledì 3 dicembre con il seguente orario: dal martedì al sabato dalle ore 16 alle 20, o dietro appuntamento.

A seguire, dal 5 al 16 dicembre, si svolgerà la seconda parte dell’iniziativa.

 

Tra gli eventi collaterali della prima mostra si segnala, sabato 29 novembre alle ore 18, una piacevole “tavola rotonda” con i fotografi, pittori e scultori partecipanti a cura del giornalista Marco Botti. Nello stesso appuntamento Danielle Villicana D’Annibale e Maurizio D’Annibale festeggeranno con un brindisi i primi quattro anni di attività dello spazio espositivo Via Cavour 85 (già Villicana D’Annibale Galleria D’Arte) e le 67 mostre organizzate dal dicembre 2010.

 

L’IMPORTANZA DI STIEGLITZ

Alfred Stieglitz (1864/1946), nato a Hoboken nel New Jersey, fu il fondatore del giornale Camera Notes nel 1897 e della rivista Camera Works, da lui diretta dal 1903 al 1917. La sua galleria “291”, aperta sulla Fifth Avenue a New York dal 1905 al 1917, fu uno spazio dinamico che cambiò letteralmente la storia della fotografia e dell’arte negli Stati Uniti.

Il fermento, gli scambi e le contaminazioni orchestrate con sapienza e passione da Stieglitz produssero un’esplosione di creatività nei primi decenni del Novecento.

Nella sua galleria egli espose per primo fotografie accanto a dipinti e sculture, impegnandosi a dare piena dignità alla nuova forma d’arte.

Altro suo grande merito fu l’introduzione nel mercato americano di grandi avanguardisti europei come Rodin, Matisse, Toulouse-Lautrec, Manet, Cézanne, Renoir, Rousseau, Picasso, Brâncusi, Picabia e Duchamp.

Come spiega il curatore Daniele Alfani, “Alfred Stieglitz è una figura fondamentale, forse la più importante nella storia delle arti visive in America per i suoi ruoli di fotografo, editore, mecenate, collezionista e promotore di artisti di vario genere”.

 

LA MOSTRA

L’idea dell’evento nasce da un incontro tra i fotografi aretini e l’americana Pinque Clark, moderato dal giornalista Marco Botti a Via Cavour 85 lo scorso giugno.

Per onorare Alfred Stieglitz, nel 150° anniversario della nascita, sono state così pensate due mostre collettive che includono trentasette artisti, di cui ventisette italiani e dieci dal resto del mondo.

Saranno esposizioni eclettiche ed eterogenee che mescoleranno pittura, scultura e fotografia, proprio come faceva l’americano un secolo fa, sia per stimolare la creatività nella scena locale, sia per promuovere gli scambi culturali con autori internazionali. I selezionati comprendono infatti personaggi di chiara fama ma anche talenti emergenti.

 

Gli artisti della prima mostra collettiva (15 italiani e 3 internazionali) sono: Roberta Alberti (Città di Castello - Pg), Daniele Alfani (Arezzo), Demetrio Vladimiro Andidero (Reggio Calabria), Gianni Bigoni (Lagosanto - Fe), Dina Cangi (Arezzo), Fernando Casalini (Arezzo), Pinque Clark (USA), Alfiero Coleschi (Sansepolcro - Ar), Pietro Farsetti (Arezzo), Riccardo Fiorucci (Città di Castello - Pg), James Kleckner (USA), Maurizio Laurenti (Grosseto), Sabrina Livi (Arezzo), Fabrizio Pruscini (Città di Castello - Pg), Jaya Schuerch (USA), Maila Stolfi (Prato), Luigi Torreggiani (Sarmato - Pc), Filippo Volpi (Città di Castello - Pg).

 

Un elenco di autori eccellenti dove spiccano Pinque Clark, Alfiero Coleschi, James Kleckner e Jaya Schuerch, senza dimenticare Dina Cangi e i veterani Pietro Farsetti e Fernando Casalini.

 

Brevi biografie degli artisti:

 

Roberta Alberti nasce a Città di Castello (Pg) nel 1985. Dal 2013, si dedica nel tempo libero alla fotografia, dando sfogo alla propria creatività. Lavora dal 2004 in un salone di bellezza: appassionata di trucco scenografico e fotografia, accomuna il proprio lavoro alle passioni.

 

Daniele Alfani nasce a Loreto (An) da genitori aretini e all’età di tre anni torna ad Arezzo. Si è sempre dedicato con passione all’arte pittorica, sperimentando le varie tecniche. Tra il 1979 e 1980 prende parte a un corso di Arti grafiche organizzato dalla Provincia di Arezzo, svoltosi presso la galleria-studio di Roberto Remi, dove apprende la tecnica dell’acquaforte e altri metodi di incisione e stampa. Tra il 1981 e il 1989 partecipa a varie collettive. Nel contempo intreccia un’intensa attività di mail art con artisti di tutto il mondo, arrivando a organizzare due mostre ad Arezzo nei primi anni Novanta. Nel 2002 è fra i trenta finalisti del Premio Nazionale “Arte Mondadori”. Nel 2011 allestisce una personale di pittura e scultura alla Villicana D’Annibale Galleria D’Arte di Arezzo dal titolo Un viaggio colorato, e una seconda personale nel 2012 dal titolo Tra Mitologia e Fantasia. Nel 2012 partecipa alla collettiva > cm2 900: 40 Artisti Contemporanei a San Sepolcro.

 

Demetrio Vladimiro Andidero nasce a Reggio Calabria nel 1963, città dove ha frequentato il Liceo Artistico “Mattia Preti” e  l’Accademia di Belle Arti. Dal 1984 espone con successo sia in Italia, sia all’estero. Dal 1990 vive e lavora ad Arezzo, dove insegna Discipline plastiche e scultoree presso il Liceo Artistico “Piero della Francesca”.

 

Gianni Bigoni nasce a Lagosanto (Fe) e vive e lavora ad Arezzo. Da autodidatta muove i primi passi nel 1968, ammaliato dai grandi del Rinascimento e dai maestri dell’Impressionismo francese. Nel 1970 si trasferisce a Bologna dove perfeziona la tecnica frequentando corsi e riproducendo in una bottega le opere dei maestri del passato. Il ritorno sulle rive del Po, a Serravalle, porta in dote una fase artistica legata alla pittura classica e incentrata sul Grande Fiume e i paesaggi da esso plasmati. Quando giunge in Toscana, nel 1986, si porta dietro un bagaglio acquisito in terra padana che negli anni si fonde e sintetizza con altre visioni e tematiche, sintetizzando nuovi linguaggi sempre più concettuali.

 

Dina Cangi nasce ad Arezzo, dove vive e lavora in località Chiani. Dopo il diploma di scuola superiore si dedica all’arte esercitando, con un’assidua ricerca di colori, luci, superfici e materiali, la pratica della pittura. È appassionata di antropologia e archeologia. L’artista nutre un grande apprezzamento per la tradizione e la cultura del passato, che tende a recuperare, filtrare e restituire attraverso le suggestioni dei suoi lavori, con gli occhi e il cuore di chi vive da militante l’arte della propria contemporaneità. Fin dalle sue prime apparizioni in mostre collettive, rassegne e concorsi, ottiene immediati riconoscimenti di pubblico e critica. Dagli anni Novanta ha esposto con personali e collettive in Italia e all’estero.

 

Fernando Casalini nasce a Frassineto (Ar) nel 1937. Ha vissuto a Firenze dal 1970 al 2007 e attualmente risiede ad Arezzo. Ha conseguito all’Accademia di Belle Arti di Firenze il diploma in scultura, con una tesi sulle proporzioni nella pittura del Quattrocento e del Cinquecento.  È stato insegnante di Figura disegnata presso il Liceo Artistico di Firenze. Ha partecipato in numerose mostre personali e collettive. Le sue opere si trovano in collezioni pubbliche e private.

 

Pinque Clark nasce a Little Rock (Arkansas). Si trasferisce a Boulder (Colorado) nel 1980 per seguire la carriera di geologa, che in seguito viene messa da parte per la passione più grande: la fotografia. Nel 2011 diventa fotografa professionista. La prima mostra significativa è nello stesso anno, intitolata It's All Here In Black and White, alla Terry Bell Photographic Gallery di Denver (Colorado). Da allora, ha esposto in mostre e concorsi regionali, nazionali e internazionali, conseguendo importanti premi. Pinque Clark ha pubblicato anche due libri: The Car Guy Tour, Italy nel 2013 e My Colorado nel 2014.

 

Alfiero Coleschi nasce a Sansepolcro nel 1941. Ha frequentato l’Istituto d’Arte, con specializzazione in legno e intaglio, ma negli anni ha sperimentato in tutte le materie. A 20 anni ha iniziato a insegnare intaglio su legno preso l’Istituto d’Arte di Anghiari. È presente in collezioni private e pubbliche. Ha partecipato in numerosi mostre collettive.

 

Pietro Farsetti nasce nel 1924. Scultore di lungo corso, definisce le sue opere “sculture ontobiologiche”, dove è determinante l’impronta di Dio e della Natura.

 

Riccardo Fiorucci nasce a Città di Castello (Pg). Sin da giovane si cimenta come autodidatta nella realizzazione di oli su tela con scene di vita quotidiana. Nel 1987, presso il Palazzo Comunale di Città di Castello, allestisce la sua prima personale dove fonde materia e colore, con l'ausilio di tinte forti e contrasti di ombre e luci. Dopo un lungo periodo di inattività, nel 2013 partecipa a Dire Fare Arte presso il Comune di Cantiano e presenta una seconda personale di pittura al Palazzo del Podestà di Città di Castello, dove espone opere che rispecchiano un'arte luminosa e musicale, con giochi di luci, colori e movimento. Fiorucci esprime se stesso e la realtà rielaborando emozioni e ricordi del suo vissuto e del presente. Negli ultimi tempi ha presentato antichi legni consumati dal tempo e dai tarli, trasformandoli con sapienti tocchi di colore.

 

James Kleckner nasce in Healdsburg (California). Nel 1997 riceve il B.F.A. alla Sonoma State University e nel 2000 l’M.F.A. alla prestigiosa Università di Iowa, dove ottiene il “Leola Bergmann/Iowa Print Group Graduate Fellowship” e lo “Iowa Arts Fellowship”. Kleckner ha esposto in tutti gli Stati Uniti, dividendosi tra arte e insegnamento delle discipline artistiche. È stato docente di arte al Napa Valley Community College, all'Ohlone College e in vari licei. Nel 2009 vince la “California Partnership Academy Grant” ed è tra i creatori della Multimedia Art Academy al Liceo Washington di Fremont. Attualmente vive e lavora in California. Le sue opere includono pittura, disegno, mixed media, fotografia, animazione 3D e disegno digitale.

 

Maurizio Laurenti nasce a Grosseto nel 1961. Da sempre amante del disegno, nel 2000 ho cominciato a dipingere seguendo gli insegnamenti del maestro Franco Rossi. Grazie a lui ha potuto mettere sulla tela le idee e le sensazioni che via via crescevano dentro. Ha partecipato a varie collettive, fino all'esperienza del 2009, anno in cui ho esordito con la sua prima "personale" curata dal critico e storico dell'arte Michele Loffredo, attuale direttore di Casa Vasari.

 

Sabrina Livi nasce ad Arezzo, dove vive e lavora. Ha condotto contemporaneamente gli studi scolastici e quelli artistici frequentando la Scuola di nudo a Firenze, corsi di disegno, pittura e modellazione della ceramica. Dopo la laurea in Scienze politiche ha scelto di dedicarsi completamente all'arte, esponendo con personali e collettive.

 

Fabrizio Pruscini, in arte Pruscini Da Cavargine, nasce a Città di Castello (Pg) nel 1963, dove vive e lavora ancora oggi. Fin dall’adolescenza ama dipingere e scrivere poesie, ottenendo importanti riconoscimenti e partecipando a mostre collettive e personali in tutta Europa. Nel 2014 è stato nominato “Accademico” dell’Accademia delle Scienze Applicate in Roma per il suo estro creativo. È stato definito artista concettuale che non segue nessuna moda artistica ma è in perenne ricerca di un linguaggio personale che lo renda perfettamente riconoscibile all’interno del panorama artistico internazionale. È autodidatta per scelta.

 

Jaya Schuerch nasce nel 1958 a Santa Barbara (California). Nel 1972 si trasferisce con la famiglia in Svizzera dove, dal 1978 a 1980, studia alla Scuola Politecnica Federale di Zurigo. Nel 1981 inizia un lungo periodo di viaggi che la portano dapprima in Asia e poi in California dove studia botanica, biologia e arte. Successivamente si trasferisce alle Hawaii e nel 1986 soggiorna a Pietrasanta, dove impara la lavorazione del marmo. L’anno dopo ritorna in California dove per un biennio è apprendista in restauro lapideo. Nel 1988 torna in Europa, dedicandosi a tempo pieno alla scultura. Nel 2001 apre uno studio con altri artisti a Pietrasanta: lo Studio Pescarella. Schuerch ha un atelier anche a Zurigo. Le sue opere si trovano in collezioni di tutto il mondo.

 

Maila Stolfi nasce a Prato nel 1958, dove ha frequentato l'Istituto “Leonardo da Vinci”. Le sue opere sono incentrate sui muri, che usa come schermi per proiettare ricordi e sensazioni del passato e del presente. Ha esposto in varie gallerie a Firenze tra cui il prestigioso Caffè Letterario Giubbe Rosse, dove si trova un suo quadro in mostra permanente. Un'altra opera è al Telesia Museum di San Roberto a Reggio Calabria. Vive e lavora a Firenze.

 

Luigi Torreggiani, dottore forestale e giornalista pubblicista, nasce a Sarmato (Pc) nel 1983 e vive ad Arezzo. Collabora principalmente con la riviste Sherwood – Foreste e Alberi Oggi ed è direttore responsabile di Clic-hé, webmagazine di fotografia e realtà visuale edito dall’Associazione culturale Deaphoto di Firenze. È appassionato di scrittura, fotografia, montagna, libri e buon vino. Cura il blog “Scrivere & Fotografare”, un diario fatto di immagini, parole e riflessioni.

 

Filippo Volpi nasce a Città di Castello (Pg) nel 1982. L’amore per la scultura si manifesta all’età di venticinque anni, a seguito della visita al museo presso la casa natale di Michelangelo a Caprese. Inizialmente focalizza la sua passione nella riproduzione degli antichi blasoni e stemmi in pietra, partecipando con entusiasmo alle rievocazioni storiche medioevali ed esibendosi al pubblico come “scalpellino”. Autodidatta e sperimentatore, negli ultimi anni ha affinato lo stile e si è cimentato nella  lavorazione di altri materiali, nonché nella pittura.

 

Per tutte le altre informazioni si prega di contattare Danielle Villicana D’Annibale a (+39) 338 600 5593 o alla seguente email: danielle@villicanadannibale.com, o visitare nostro sito www.VillicanaDAnnibale.com.

Si prega di seguire e condividere con Danielle Villicana D’Annibale e Via Cavour 85 su Facebook (@viacavour85Arezzo), Twitter (@ViaCavour85AR), Pinterest (pinterest.com/daniellevillica), YouTube (youtube.com/user/villicanadannibale), Google+ (@Danielle Villicana D’Annibale) o tramite gli hashtags #perlAMOREdiFotografiaPitturaeScultura, #fortheLOVEofPhotographyPaintingandSculpture, #ViaCavour85 #Arezzo, #AlfredSTIEGLITZ, #150AnniversariodellaNascita, #150thBirthAniversary, #DanieleAlfani, #MarcoBotti, #DanielleVillicanaDAnnibale, #MaurizioDAnnibale.

_______

(English)                                                          

PRESS RELEASE

for the LOVE of… photography, painting and sculpture

In Arezzo two group exhibitions in honor of the 150° anniversary of the birth of Alfred Stieglitz

 

In the exhibition space of Via Cavour 85 in Arezzo, on Sunday, November 23, 2014, at 6pm, the exhibition for the LOVE of… photography, painting and sculpture: two group exhibitions in honor of the 150th birth anniversary of Alfred Stieglitz.

A special event curated by Daniele Alfani and presented by Marco Botti, under the artistic direction of Danielle Villicana D’Annibale, which will be divided into two group exhibitions in honor of the photographer and gallerist of world fame, who promoted unity amongst the artists and equality amongst the arts.

Delicious refreshments will accompany the inauguration party. The exhibit will proceed, at free entrance, until Wednesday, December 3, 2014, with the following hours: Tuesday to Saturday, from 4am to 8pm and by appointment. Following this first part of the project, from December 5 to 16, the second half of the initiative will take place.

Among the collateral events of the first exhibit we note, Saturday, November 29, a friendly “round table” with the participating photographers, painters and sculptors,  curated by Marco Botti.  In the same appointment, Danielle Villicana D’Annibale e Maurizio D’Annibale will celebrate with a toast to four years of activity in the exhibition space Via Cavour 85 (previously called the Villicana D’Annibale Gallery) and the 67 exhibits organized since December, 2010.

THE IMPORTANCE OF STIEGLITZ

Alfred Stieglitz (1864/1946), born in Hoboken in New Jersey, was the founder of the journal Camera Notes in 1897 and of the journal Camera Works, directed by him from 1903 to 1917. His gallery “291”, located on Fifth Avenue in New York from 1905 to 1917, was a dynamic space that literally changed the history of photography and art in the United States.

The fermentation, the exchanges and the contaminations orchestrated with wisdom and passion by Stieglitz produced an explosion of creativity in the first decades of the 1900s.

In his gallery he exhibited for the first time photography next to paintings and sculptures, dedicating himself to give complete dignity to the new art form.

His other great merit was to introduce the American market to the great European avant-guarde such as Rodin, Matisse, Toulouse-Lautrec, Manet, Cézanne, Renoir, Rousseau, Picasso, Brancusi, Picabia and Duchamp.

As the curator Daniele Alfani explains, “Alfred Stieglitz is a fundamental figure, probably the most important in the story of visual arts in America for his roles in photography, discoverer and promoter of artists of various kinds, editor, patron and collector”.

 

THE EXHIBIT

The idea of the event was born out of a meeting between Aretine photographers and the American photographer Pinque Clark, moderated by journalist Marco Botti at Via Cavour 85 last June.

To honor Alfred Stieglitz, for his 150° birth anniversary, thus were conceived the two group exhibitions which include thirty-seven artists, of which twenty-seven are Italian and the rest from other parts of the world.

There will be on exhibit an eclectic and heterogeneous group of works, mixing painting, sculpture and photography, just as the American did a century ago, to stimulate the creativity in the local art scene as well as to promote the cultural exchanges with international artists. The selected include indeed  noted personalities of clear fame as well as some emerging talents.

 

The artists in the first group exhibition (15 Italian and 3 international) are: Roberta Alberti (Città di Castello - Pg), Daniele Alfani (Arezzo), Demetrio Vladimiro Andidero (Reggio Calabria), Gianni Bigoni (Lagosanto - Fe), Dina Cangi (Arezzo), Fernando Casalini (Arezzo), Pinque Clark (USA), Alfiero Coleschi (Sansepolcro - Ar), Pietro Farsetti (Arezzo), Riccardo Fiorucci (Città di Castello - Pg), James Kleckner (USA), Maurizio Laurenti (Grosseto), Sabrina Livi (Arezzo), Fabrizio Pruscini (Città di Castello - Pg), Jaya Schuerch (USA), Maila Stolfi (Prato), Luigi Torreggiani (Sarmato - Pc), Filippo Volpi (Città di Castello - Pg).

 

A list of excellent artists where the ones that shine out include Pinque Clark, Alfiero Coleschi, James Kleckner and Jaya Schuerch, without forgetting Dina Cangi and veterans Pietro Farsetti and Fernando Casalini.

For further information, please contact Danielle Villicana D’Annibale at danielle@villicanadannibale.com, (+39) 338 600 5593 or visit our website www.VillicanaDAnnibale.com.

Please follow and share with Danielle Villicana D’Annibale and Via Cavour 85 on Facebook (@viacavour85Arezzo), Twitter (@ViaCavour85AR), Pinterest (pinterest.com/daniellevillica), YouTube (youtube.com/user/villicanadannibale), Google+ (@Danielle Villicana D’Annibale) o tramite gli hashtags #perlAMOREdiFotografiaPitturaeScultura, #fortheLOVEofPhotographyPaintingandSculpture, #ViaCavour85 #Arezzo, #AlfredSTIEGLITZ, #150AnniversariodellaNascita, #150thBirthAniversary, #DanieleAlfani, #MarcoBotti, #DanielleVillicanaDAnnibale, #MaurizioDAnnibale.

 

 

 

mostre, arte, eventi, artistici, gallerie, contemporanea

Come Arrivare?

Chi c'è on line?

Ci sono attualmente 1 utente e 935 visitatori collegati.

Informazioni su ''

Accesso utente

CAPTCHA
Inserisci il codice che vedi qui sotto. Serve per evitare la spam e dimostrare che sei un umano e non un computer.

lobodilattice newsletter

Iscrivendoti accetti le nostre Privacy Policy ( link in fondo alla pagina)