ALTER EGO - mantenere le differenze / eliminare le distanze

ALTER EGO - mantenere le differenze / eliminare le distanze

Titolo

ALTER EGO - mantenere le differenze / eliminare le distanze

Inaugura

Mercoledì, 5 Giugno, 2013 - 19:00

A cura di

Alessio Zipoli

Artisti partecipanti

Stefania Puntaroli (Prato, 1972)
MO² (Prato, 1988)
Resmi Al Kafaji (Diywania, 1947)
Murat Önol (Istanbul, 1972)
Katerina Grollio (Atene, 1959)

Presso

Ex chiesa S.Giovanni Gerosolimitano
Via San Giovanni 9, Prato

Comunicato Stampa

ALTER EGO è una mostra collettiva nata all’interno del festival Alter Mundi – Incontro di popoli e culture, rassegna di eventi organizzata dalla Provincia di Prato e giunta quest’anno alla sua nona edizione. Tematica generale del programma di iniziative è la diversità culturale all’interno delle politiche di integrazione relative alle comunità di migranti presenti sul territorio italiano e in particolare della provincia Prato.

L’esposizione si svolge nell’ex-chiesa romanica di S. Giovanni, un nucleo architettonico del XII secolo posto tra due monumenti simbolici della città, il Castello dell’Imperatore e S. Maria delle Carceri. L’edificio, divenuto nel XX secolo un’officina meccanica, e adesso sede della cooperativa Fonderia Cultart, rispecchia già in partenza la condizione di ibrido culturale dentro al quale la mostra si sviluppa.

ALTER EGO ha coinvolto cinque artisti provenienti da diverse nazioni ma in rapporto costante con il nostro territorio. Alcuni pratesi per nascita - Stefania Puntaroli (Prato, 1972) e moallaseconda (Prato, 1988) – altri d’adozione - Resmi Al Kafaji (Diywania, 1947), Murat Önol (Istanbul, 1972) e Katerina Grollio (Atene, 1958): due artisti italiani, un’artista greca, un artista proveniente dalla Turchia e uno dall’Iraq, in un dialogo geografico che ci conduce all’interno del Mediterraneo fino all’epicentro del Medio Oriente.

ALTER EGO è una ricerca sul campo, dove le specifiche risultanti accostate tra loro mirano a esaltare i propri connotati di appartenenza geografica nel tentativo di instaurare un dialogo positivo tra le diverse culture. Un confronto che porta ad un colloquio non circolare, ma elettrico come un circuito, destinato a mantenere le differenze, eliminando le distanze.

Inaugurazione mercoledì 5 Giugno, ore 19.00

Orari di apertura:
lunedì – giovedì 15.00 – 18.30
venerdì e sabato 15.30 – 22.30

Ingresso libero

INFO
Pagina Facebook di CAOS Fonderia Cultart | www.fonderiacultart.it | caos@fonderiacultart.it

mostre, arte, eventi, artistici, gallerie, contemporanea

Come Arrivare?

Chi c'è on line?

Ci sono attualmente 0 utenti e 656 visitatori collegati.

Informazioni su ''

Accesso utente

CAPTCHA
Inserisci il codice che vedi qui sotto. Serve per evitare la spam e dimostrare che sei un umano e non un computer.

lobodilattice newsletter

Iscrivendoti accetti le nostre Privacy Policy ( link in fondo alla pagina)