Alice Lissoni COLLAGE

Alice Lissoni COLLAGE

Titolo

Alice Lissoni COLLAGE

Inaugura

Giovedì, 14 Novembre, 2013 - 18:00

Artisti partecipanti

Alice Lissoni

Presso

809 ART GALLERY
via bergamo, 1 MILANO

Comunicato Stampa

Alice Lissoni nasce a Vimercate il 15 Aprile 1980.
Durante una prima formazione in ambito scientifico sviluppa un forte interesse per l'anatomia umana e animale, con una particolare sensibilità ed attenzione all'estetica della patologia (chirurgia, deformazione corporea, protesi articolari...).
Abbandonati gli studi scientifici, continua un'insistente ricerca intima e personale che ruota intorno al corpo nella sua nuda fisicità. La dimensione estetica del corpo, unita alla passione per il disegno, la conduce a intraprendere studi in Fashion Design.
Il corpo diventa manichino da vestire.
Lavora per otto anni come stilista presso una nota casa di moda milanese e ha l'occasione di riportare nuovamente la sua attenzione sul corpo insegnando Disegno di Moda 'dall’ anatomia al figurino'. L'interesse per anatomia, corpo, moda si nutre da sempre di una ricerca e archiviazione meticolosa di immagini strappate da riviste, ritagli di giornale, particolari tipi di carta (stampata e non).
Nel 2010 i diversi ambiti di indagine si incontrano e concretizzano trovando espressione nella tecnica del collage, con la quale Alice restituisce a nuova vita vecchi libri, albi e cataloghi macchiati e ingialliti dal tempo, quotidiani di stampa estera, parole di paesi lontani in una  rielaborazione dell’immagine patinata di riviste di moda e arte.                                                                                                                                                                                                                   La sua è una instancabile ricerca che indaga la figura umana in un’analisi tormentata, sofferta. Le mani si addentrano strato dopo strato, fin nel suo interno, portandone  a galla l’ essenza; corpi e volti, vivisezionati si ricompongono in nuove armonie o nuove dissonanze.        Così il soggetto  prende vita ed identità, mostrandosi nella sua duplice forma, carnale e ascetica.                                                               Le donne che Alice racconta sono ora ‘aperte’ allo spettatore, ora ‘elevate’ ad un immaginario sacro; figure evocatrici delle varie forme dell’identità umana.
"...infine non siamo che questo, scheletro, sangue, viscere. La realtà di una figura aperta".

Immagini

mostra d'arte, evento, artista, curatore, artistici
mostre, arte, eventi, artistici, gallerie, contemporanea

Come Arrivare?

Chi c'è on line?

Ci sono attualmente 1 utente e 672 visitatori collegati.

Informazioni su 'alice lissoni'

Accesso utente

CAPTCHA
Inserisci il codice che vedi qui sotto. Serve per evitare la spam e dimostrare che sei un umano e non un computer.

lobodilattice newsletter

Iscrivendoti accetti le nostre Privacy Policy ( link in fondo alla pagina)