Affinità quotidiane: Itto e Simone Marini

Affinità quotidiane: Itto e Simone Marini

Titolo

Affinità quotidiane: Itto e Simone Marini

Inaugura

Giovedì, 10 Ottobre, 2013 - 20:30

Presso

Wine Bar Camponeschi
Piazza Farnese 52, Roma

Comunicato Stampa

Affinità quotidiane

Itto e Simone Marini

 

Giovedì 10 ottobre ore 20.30 – Wine Bar Camponeschi

 

Sacro e profano, un percorso tra i dedali di una Roma febbrile, quella di Itto e Simone Marini, in mostra presso il Wine Bar Camponeschi dal 10 al 23 ottobre 2013 nell’ambito delle serate di Electronic_Art_Cafè a cura di Umberto Scrocca. Dieci tra tele e collage visualizzano le eterne contraddizioni di una metropoli in divenire, con un linguaggio proiettato all’esterno non solo nei contenuti, raccontare la strada, ma anche nei codici, perché è da essa che si fa informare: i segni di Itto si nutrono del gesto veloce del graffito, della rapina dello spazio, della liberazione dell’inconscio; i simboli di Marini presentano lacerazioni e cancellazioni, le impronte del tempo che velano e dissolvono qualsiasi traccia; entrambi, gli accostamenti casuali dell’accumulazione urbana.  La presentazione, che restituisce due aspetti dello stesso fenomeno, dissimili eppure necessari l’uno all’altro, accosta le visioni profane del primo, il terreno e l’asfalto, i muri con manifesti e scritte, il caos ed il rumore, alla sacralità delle icone, Madonnelle stradaiole, del secondo, immagini di devozione popolare, con funzione di sicurezza e salvaguardia. Divergenze e corrispondenze, dunque: disordine e stasi, estroversione ed introspezione.  Il sodalizio artistico che vede la collaborazione tra i due pittori risale ormai al 2006: la mostra presso il Wine Bar Camponeschi ha la funzione di consolidarne affinità e rimandi, in previsione di una grande doppia personale in primavera 2014.

Itto, pseudonimo di Claudio Calvitti (Roma, 1962), esordisce nel panorama artistico romano negli anni ’90. Sperimenta tecniche espressive estemporanee, usando supporti e materiali di reperibilità quotidiana (carte da imballo, colle, tela, tavole, ecc..) in assemblaggi di forte valenza tonale e simbolica.

Simone Marini (Roma, 1971), approdato alla pittura più recentemente, predilige la tavola come supporto, producendo cicli di immagini in cui casualità e veemenza del gesto vengono “addomesticate” da cromie distese e da particolari minuziosi. Tra le serie già presentate: Attraversamenti e Dentro e fuori il perimetro.

Info:

Affinità quotidiane – doppia personale di pittura

Artisti: Itto e Simone Marini

Inaugurazione: giovedì 10 ottobre ore 20.30

Dal 10 al 22 ottobre 2013

Wine Bar Camponeschi

P.za Farnese 52, Roma

06 6813 5104 camponeschi@mclink.it

Orari: lunedì – sabato 17.00-23.30

Ingresso gratuito

mostre, arte, eventi, artistici, gallerie, contemporanea

Come Arrivare?

Chi c'è on line?

Ci sono attualmente 0 utenti e 1111 visitatori collegati.

Informazioni su ''

Accesso utente

CAPTCHA
Inserisci il codice che vedi qui sotto. Serve per evitare la spam e dimostrare che sei un umano e non un computer.

lobodilattice newsletter

Iscrivendoti accetti le nostre Privacy Policy ( link in fondo alla pagina)